Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2019

Io e te, Budda insieme

Immagine
Praticare il Buddismo significa anche condividere con altri le meraviglie dell’esistenza. Quattro racconti sulla bellezza di un incontro determinante, a volte apparentemente casuale, altre ardentemente desiderato.
Un fiore che si schiude. E libera il suo profumo. Ne gode il fiore, perché svolge la propria missione di fiore, e ne gode l’ambiente, deliziato dal profumo. In un certo senso la pratica di parlare del Buddismo a una persona nuova, comunemente detta shakubuku, è simile. «Devi non solo perseverare tu, ma anche insegnare agli altri. […] Insegna agli altri come meglio puoi, anche una sola frase o una sola parola» (La vera entità della vita, SND, 4, 235). Possiamo parlare agli altri e introdurli alla pratica perché crediamo profondamente nella loro Buddità, avendola sperimentata e risvegliata in noi stessi. E, in tutto questo, l’accento dove cade? Cade sulla semplice azione di pregare per parlare di Buddismo e nel parlarne concretamente a una persona. A chi? Gli stralci di vita …
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 10 dicembre 2019

Immagine
"Quando in questo nostro mondo le cose scorrono tranquillamente, riteniamo che non ci sia da preoccuparsi, ma di questi tempi la situazione sembra veramente pericolosa. Qualsiasi cosa accada, comunque non devi disperare. Abbi un atteggiamento fermo e se le cose non dovessero andare come desideri per quello che riguarda le tue terre, allora decidi di essere più contento che mai, [...]"

Dal Gosho "Il grano raffinato" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume II, pag. 543)
stampa la pagina

Mappa della felicità - 10 dicembre

Immagine
Non esiste una madre che non ama i propri figli. Tuttavia, se il suo modo di amare è volubile, egoista e incostante, potrebbe ferire la loro personalità. Il cuore dei bambini è come la corrente di un fiume, sforzatevi quindi di comprenderli profondamente, di seguirli e guidarli, come un saggio barcaiolo.
stampa la pagina

Giorno per giorno - 10 dicembre

Immagine
Dobbiamo piantare salde radici, dobbiamo essere forti. La solidità interiore è un requisito per la felicità e per sostenere la giustizia e i propri ideali. Uno degli appellativi del Budda è "Colui che sopporta". Resitere con coraggio, perseverare e superare le difficoltà: Il Budda è l'incarnazione ultima della padronanza di sè. La fede ci dà la forza di affrontare e sopravvivere a qualsiasi tempesta. La perseveranza è l'essenza del Budda.
stampa la pagina

Arte di ascoltare con gli occhi del Budda

Immagine
Io penso che l’abilità di ascoltarci, e l’abilità di vedere tutto dal punto di vista del buddismo di Nichiren Daishonin, significa essere capaci di vedere tutta la vita dalla prospettiva della legge di causalità.
Per veramente ascoltare noi stessi, il nostro vero io, e vedere la nostra illimitata capacità di saggezza e qual è la corretta risposta ad un problema, penso dobbiamo imparare a praticare correttamente. Sento che molte persone praticano questo buddismo in quello che io chiamo un modo "cristiano". Il problema è che quando non pratichi il buddismo correttamente, i risultati che puoi ricevere possono essere minimi in confronto ai risultati che potresti ottenere quando pratichi correttamente.
IL GOHONZON NON E’ AL DI FUORI DI NOI
Io ho trovato che troppe persone ancora recitano al Gohonzon come se fosse una specie di Dio o una forza al di fuori di noi stessi.
L’atteggiamento con cui recitiamo e l’atteggiamento con cui vediamo il Gohonzon è il più importante perché se a…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 9 dicembre 2019

Immagine
"Il sutra afferma: «La saggezza dei Budda è infinitamente profonda e incommensurabile ». [...] Cosa si intende per questa “saggezza”? È l’entità del vero aspetto di tutti i fenomeni e dei dieci fattori della vita che conducono tutti gli esseri alla Buddità. Che cos’è dunque questa entità? È Nam-myoho- renge-kyo. Un commentario afferma che il profondo principio del vero aspetto è la Legge originariamente inerente di Myoho-renge-kyo. Apprendiamo che il vero aspetto di tutti i fenomeni corrisponde anche ai due Budda Shakyamuni e Molti Tesori [seduti insieme nella torre preziosa]. “Tutti i fenomeni” corrisponde a Molti Tesori e il “vero aspetto” corrisponde a Shakyamuni. Questi sono anche i due elementi di realtà e saggezza. Molti Tesori è la realtà e Shakyamuni è la saggezza. È l’illuminazione al fatto che realtà e saggezza sono due, ma allo stesso tempo non sono due. Questi sono insegnamenti d’importanza primaria. Corrispondono ai princìpi per cui “le illusioni e i desideri sono i…
stampa la pagina

Mappa della felicità - 9 dicembre

Immagine
La vera compassione non dipende da come sono gli altri. E' una condizione vitale ampia e incrollabile che ci consente di amare e accogliere una persona, come il sole che illumina tutte le cose.
stampa la pagina

Giorno per giorno - 9 dicembre

Immagine
Fede significa speranza illimitata e un'illimitata speranza alimenta la Soka Gakkai. Fino a quando la vostra fede sarà sincera, davanti ai vostri occhi si mostreranno fortuna, vittoria e realizzazione. Non vi ritroverete mai a un punto morto.
stampa la pagina

Il parlamento dell'umanità

Immagine
«Se ci poniamo da un punto di vista globale - afferma Daisaku Ikeda - possiamo comprendere che l’epoca in cui viviamo esige lo “sguardo universale” di Leonardo». Lo sguardo universale di Leonardo e il Parlamento dell’Umanità; riflessioni sul futuro dell’ONU è il titolo della conferenza che Daisaku Ikeda tenne il primo giugno 1994 nell’aula magna dell’Università di Bologna in occasione della sua ottava visita in Italia. Già conteneva in nuce i temi che ha poi ripreso nelle ultime proposte di pace. Un approfondimento del vero significato della rivoluzione umana e della sua rilevanza per la costruzione della pace. L’importanza della padronanza di sé, per un rapporto equilibrato con l’altro basato sul riconoscimento della nostra reciproca “origine dipendente”. Nell’attesa di accogliere nuovamente il presidente Ikeda in Italia il prossimo anno, oggi a dieci anni di distanza abbiamo voluto ricordare insieme l’ultima visita del nostro maestro attraverso qualche ricordo visivo accompagnato d…
stampa la pagina

Daisaku Ikeda Quote

Immagine
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 8 dicembre 2019

Immagine
"Un uomo che offrì una torta di fango al Budda rinacque come un re. Poiché il Sutra del Loto è un insegnamento superiore al Budda, come potresti tu, che hai fatto offerte al sutra, non godere di benefici in questa vita e conseguire la Buddità nella prossima?"

Dal Gosho "Il daimoku come seme della Buddità" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume II, pag. 755-756)
stampa la pagina

Felici ogni giorno del 8 dicembre

Immagine
L'educazione ci permette di manifestare la nostra umanià. Ci permette di crescere e ci incoraggia a costruire una società e un futuro migliori. La qualità dell'educazione si ripercuote sulla cultura, sulla società nel suo insieme e sulla solidità della pace. L'educazione riveste un ruolo essenziale nella creazione della solidarietà, della comprensione reciproca e della fiducia.

Daisaku Ikeda - Felici ogni giorno - ed. Piemme
stampa la pagina

Mappa della felicità - 8 dicembre

Immagine
Dedicarsi agli altri: questo modo di vivere si incide nel cuore dei bambini e pianta in loro un seme, senza bisogno di tante parole.
stampa la pagina

Giorno per giorno - 8 dicembre

Immagine
La gioia non è semplicemente la felicità personale, egoistica. Nè si tratta di far felici gli altri a spese della propria felicità. Noi e gli altri che gioiamo insieme, noi e gli altri che diventiamo felici insieme: questa è la Legge mistica e quella cosa meravigliosa che è Kosen rufu. Il Daishonin affermò: "Gioia significa che noi e gli altri abbiamo saggezza e compasssione".
stampa la pagina

Il poker vincente

Immagine
Qual è la differenza fra un Budda e un comune mortale? A questa domanda Nichiren Daishonin risponde: «Raggiungere la Buddità vuol dire comprendere che non c’è differenza fra la nostra vita e la vita del Budda». Il Daishonin ha iscritto il Gohonzon per permettere a tutte le persone di raggiungere la Buddità. Il Gohonzon è l’oggetto fisico che materializza l’essenza purissima della vita illuminata dell’universo. Chi pratica il Buddismo è legato al Gohonzon, il vero Oggetto di culto per raggiungere l’Illuminazione, attraverso i quattro poteri: il potere del Budda, il potere della Legge, il potere della fede, il potere della pratica. I primi due sono inerenti al Gohonzon e sono assoluti, mentre il potere della fede e il potere della pratica dipendono dalla fede di ognuno e, perciò, sono relativi. Fin qui, la teoria. A cosa serve capire i quattro poteri e come si possono applicare nella vita personale? Sono state utilizzate delle metafore per spiegare i quattro poteri. Ad esempio, si è det…
stampa la pagina

Bodhisattva

Immagine
(sans.) Individuo che aspira all'immluminazione e svolge pratiche altruistiche. Il Mahayana formulò l'ideale del bodhisattvua, che ricerca l'illuminazione sia per sé sia per gli altri, arrivando a posporre il proprio ingresso nel nirvana per continuare a guidare gli altri in quella direzione.
Fonte: Nichiren - L'inverno si trasforma sempre in primavera - Mondadori
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 7 dicembre 2019

Immagine
"Cosa significa myo (mistico)? È semplicemente la misteriosa natura della nostra vita di istante in istante, che la mente non riesce a comprendere e le parole non possono esprimere. Guardando la nostra mente in ogni singolo istante, non percepiamo né colore né forma per verificare che esiste. Eppure non possiamo nemmeno dire che non esiste, poiché molti pensieri differenti sorgono di continuo. Non possiamo né ritenere che la mente esista né che non esista. È una realtà inafferrabile che trascende sia le parole sia i concetti di esistenza e di non esistenza. Non è né esistenza né non esistenza, e tuttavia manifesta le proprietà di entrambe. È la mistica entità della Via di mezzo che è l'unica vera realtà. Myo è il nome dato alla misteriosa natura della vita e ho quello attribuito alle sue manifestazioni. Renge, che significa fiore di loto, simboleggia la meraviglia e il mistero di questa Legge. Se comprendiamo che la nostra mente, o vita, in questo istante è myo, allora compr…
stampa la pagina

Mappa della felicità - 7 dicembre

Immagine
In qualunque circostanza la cosa più importante è non denigrarsi mai. E' inutile tormentarsi in questo modo. Quando ti senti giù di morale “Oplà!” raccogli la forza per tirarti su da sola. Sei una persona meravigliosa, perciò non disprezzarti mai e non dare ascolto a chi cerca di denigrarti.
stampa la pagina

Giorno per giorno - 7 dicembre

Immagine
Il nostro cuore cambia il cuore degli altri. L'amicizia cambia le persone. I viaggiatori che si coprono con il proprio mantello e fanno appello a tutte le energie per affrontare il freddo vento, si rilassano e cambiano prospettiva e azioni quando sono avvolti dal calore del sole.
stampa la pagina

Crescita senza fine

Immagine
da Art of Living, novembre 2003 di Suzanne Pritchard
Qual è il rapporto tra il rispetto degli altri e rispetto di sé? Perché all’inizio della pratica la nostra vita sembra magicamente rifiorire e poi, dopo qualche tempo abbiamo la sensazione di aver sbagliato tutto?
La “dottrina corretta” cui si riferisce Nichiren Daishonin nel Rissho ankoku ron è il «vero veicolo, l’unica buona dottrina» (SND, 1, 45), cioè l’insegnamento del Sutra del Loto che dà a tutte le persone la capacità di schiudere il potere della natura di Budda contenuto nelle loro vite e ottenere la Buddità. A livello individuale “adottare la dottrina corretta” significa costruire una forte fede nel Sutra del Loto. Significa far sì che ogni persona aspiri a realizzare la propria felicità e quella degli altri (MDG, 1, 87-88). Una delle primissime esperienze all’inizio della pratica buddista mi fece capire questo legame indissolubile fra felicità propria e felicità degli altri, rispetto degli altri e rispetto di sé. Come per…
stampa la pagina