Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2017

Sintonizzare la propria vita

Immagine
di Asa Nakajima
Costruire quotidianamente davanti al Gohonzon la relazione con il maestro, partendo dalla cerimonia di Gongyo mattina con cui si gettano solide basi per cambiare. Questo è stato il cuore dell'intervento di Asa Nakajima. «È facile parlare di unità tra maestro e discepolo - ha detto - ma il difficile è metterla in pratica. Per riuscirvi iniziamo da Gongyo, un momento fondamentale che dovrebbe essere una gioia, non vissuto con senso del dovere. È proprio da qui, da questo importante momento, che si sintonizza la propria vita con quella del maestro». Ma la vittoria si costruisce giorno dopo giorno davanti al Gohonzon, lottando per sviluppare una solida felicità e un forte io e decidendo di rompere il guscio che racchiude la nostra vita e di manifestare la Buddità. Diversamente è facile rimanere impantanati nella sofferenza: «Come uscirne? Alzandoci da soli e seguendo il maestro che abbiamo scelto e che ci insegna come vivere e godere appieno della vita». Prendere l'…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 31 marzo 2017

Immagine
"Colui che ascolta anche una sola frase o un solo verso del sutra e lo imprime indelebilmente nel suo cuore è come una nave capace di attraversare il grande mare di nascita e morte. Il Gran Maestro Miao-lo affermò: «Anche un solo verso, impresso indelebilmente nel proprio cuore, aiuterà senza dubbio una persona a raggiungere la riva opposta. "

Dal Gosho "Una nave per attraversare il mare della sofferenza" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 29)
stampa la pagina

Nell'aria, nella realtà

Immagine
di Antonio Andronico
Sul capitolo l'apparizione della Torre Preziosa - Quando recitiamo Nam-myoho-renge-kyo incontriamo la nostra Buddità e partecipiamo alla Cerimonia nell'aria. Dopo aver così basato la mente sulla nona coscienza, anche la realtà più dura si ridimensiona e diventa un mezzo per dare prova dell'esistenza della Buddità alle altre persone
Nell'undicesimo capitolo del Sutra del Loto, durante la predicazione di Shakyamuni sul Picco dell'Aquila, emerge dalla terra una torre maestosa, immensa, adornata di gioielli preziosissimi. Dall'interno della torre si sente una voce possente che conferma quanto detto da Shakyamuni, che a sua volta spiega che quella è la voce del Budda Molti Tesori che ha promesso di comparire ogni volta che viene esposta la Legge meravigliosa. Allora l'assemblea chiede a Shakyamuni di poter vedere Molti Tesori. «Il Budda Shakyamuni, con le dita della mano destra, aprì la porta della torre dei sette tesori» (SDL, 227). Subito …
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 30 marzo 2017

Immagine
"In quest’epoca, per una donna, cambiare il karma immutabile con la pratica del Sutra del Loto è naturale, come per il riso maturare in autunno e per il crisantemo fiorire in inverno. Quando io pregai per mia madre, non solo ella guarì dalla sua malattia, ma la sua vita fu prolungata di quattro anni. Ora anche tu ti sei ammalata e, come donna, è più che mai opportuno che tu cerchi di credere fermamente nel Sutra del Loto e vedere cosa farà per te."

Dal Gosho "Il prolungamento della vita" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 848)
stampa la pagina

Quando ideale e realtà sono lontani

Immagine
Il confronto con gli altri
Nella proposta di pace 2004, Daisaku Ikeda ha messo a fuoco in maniera chiara e semplice, senza utilizzare termini in uso nella comunità buddista, la dinamica che regola i rapporti fra le persone: «L'io richiede l'esperienza dell'altro. Non possiamo impegnarci con l'altro in maniera efficace e produttiva se manchiamo di tensione interiore, della volontà e della forza spirituale per guidare e controllare le nostre emozioni. È riconoscendo ciò che è esterno da noi, percependo la resistenza che offre, che siamo ispirati a esercitare l'autocontrollo che permette alla nostra umanità di realizzarsi» (BS, 103, 15). In sostanza la nostra umanità si manifesta concretamente e si espande, quando la resistenza offerta dagli altri ci stimola a migliorare noi stessi, a cercare le risorse interiori per affrontare questa difficoltà in maniera efficace e produttiva. Perché ciò avvenga sono necessari tre requisiti: la "tensione interiore", la &qu…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 29 marzo 2017

Immagine
"Non devono esserci discriminazioni fra coloro che propagano i cinque caratteri di Myoho-renge-kyo nell’Ultimo giorno della Legge, siano essi uomini o donne: se non fossero Bodhisattva della Terra, non potrebbero recitare il daimoku. Dapprima solo Nichiren recitò Nam-myoho-rengekyo, ma poi due, tre, cento lo seguirono, recitando e insegnando agli altri. La propagazione si svilupperà così anche in futuro. Non vuol dire ciò “emergere dalla terra”?"

Dal Gosho "Il vero aspetto di tutti i fenomeni" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 341)
stampa la pagina

La fede per una felicità assoluta

Immagine
di Daisaku Ikeda
Come possiamo vivere la miglior esistenza possibile? Il Buddismo del Daishonin fornisce una risposta chiara ed esplicita a questa domanda fondamentale. Nichiren si risvegliò alla legge mistica e la espresse nella forma del Gohonzon, l'oggetto di devozione, per permettere a tutte le persone di diventare felici. Nel brano che segue il presidente ikeda chiarisce quanto sia importante ricercare la felicità assoluta, una condizione vitale indistruttibile e caratterizzata da gioia suprema, saggezza e compassione, piuttosto che la felicità relativa, destinata a sbiadire e scomparire nel tempo. Inoltre, riferendosi alla visione buddista dell'eternità della vita, sottolinea che quando recitiamo Daimoku con una salda fede nel Gohonzon, facendo emergere da dentro di noi una forza vitale senza limiti, siamo in grado di trasformare in questa esistenza il karma negativo accumulato nel passato e di raggiungere una felicità assoluta che durerà nel futuro. Come va vissuta la …
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 28 marzo 2017

Immagine
"Quindi il miglior modo per conseguire la Buddità è quello di incontrare un buon amico. Dove può condurci la nostra saggezza? Se abbiamo abbastanza saggezza da distinguere il caldo dal freddo, dovremmo cercare un buon amico. Ma incontrare un buon amico è la cosa più difficile. Per questo il Budda l’ha paragonata alla probabilità per una tartaruga con un occhio solo di trovare un tronco galleggiante con una cavità della misura giusta per contenerla, o alla difficoltà di calare un filo dal cielo di Brahma e farlo passare attraverso la cruna di un ago posto sulla terra. Inoltre, in quest’ultima epoca malvagia, i cattivi compagni sono più numerosi dei granelli di polvere della terra, mentre i buoni amici sono meno del terriccio che può stare su un’unghia."

Dal Gosho "I tre maestri del Tripitaka pregano per la pioggia" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 531)
stampa la pagina

Le ombre della paura

Immagine
Una volta iniziato questo cammino, il potere rigenerante della pratica buddista inizierà a manifestarsi, ma è altrettanto normale che adesso, a conferma che siamo sulla strada giusta, arriveranno i "ladri di vita". «Quando la pratica progredisce e aumenta la conoscenza - scrive Nichiren Daishonin - i tre ostacoli e i quattro demoni emergono in maniera disorientante» (L'apertura degli occhi, RSND, 1, 255). Sono disorientanti perché non si riconoscono come produzioni della nostra mente, ma come cose che esistono realmente. L'oscurità fondamentale che li alimenta conosce molto bene i nostri punti deboli, perché è lì la sua casa. Vale per tutti gli esseri umani. Per i più pigri vuol dire essere aggrediti dal non aver voglia di praticare, gli indaffarati saranno sopraffatti dagli impegni. Per i "Budda che amano troppo", l'oscurità fondamentale prepara trappole assai dolorose, attingendo direttamente dal vuoto d'amore della loro vita e da lì fa emergere …
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 27 marzo 2017

Immagine
"[...] ogni carattere del Sutra del Loto è come un singolo gioiello che esaudisce i desideri e gli innumerevoli caratteri sono come innumerevoli gioielli. Il singolo carattere myo fu pronunciato da due lingue, quella di Shakyamuni e quella di Molti Tesori. Le lingue di questi due Budda sono come un fiore di loto a otto petali, e su questi petali sovrapposti l’uno all’altro riposa un gioiello, il carattere myo."

Dal Gosho "Lettera alla Santa Nichimyo" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 287)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 26 marzo 2017

Immagine
"Il Budda afferma: «Non abbiate paura di elefanti impazziti. Abbiate paura dei cattivi compagni! Perché? Perché un elefante impazzito può distruggere il vostro corpo ma non distrugge la vostra mente, mentre un cattivo compagno può distruggere il corpo e la mente. Un elefante impazzito distrugge un solo corpo, mentre un cattivo compagno può distruggere innumerevoli corpi e menti."

Dal Gosho "Risposta a Hoshina Goro Taro" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 140)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 25 marzo 2017

Immagine
"Sappi che è il potere della Legge buddista quello che permette alle divinità del sole e della luna di ruotare intorno ai quattro continenti. I sutra della Luce dorata e dei Sovrani sono espedienti che conducono al Sutra del Loto. In confronto al Sutra del Loto sono come il latte di fronte al ghee o come il metallo di fronte a pietre preziose. Ma, pur essendo inferiori, essi permettono alle divinità celesti di ruotare intorno ai quattro continenti. Quanto maggiore sarà il potere di queste divinità se assaggiano il dolce ghee del Sutra del Loto!"

Dal Gosho "Consacrazione di una statua del Budda Shakyamuni fatta da Shijo Kingo" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 611)
stampa la pagina

Come un leone all'attacco

Immagine
Come sperimentare pienamente il potere del Gohonzon nella propria vita? In una famosa lettera indirizzata a Shijo Kingo per incoraggiare lui e la moglie Nichigennyo ad affrontare la malattia della piccola figlia Kyo'o, Nichiren esprime in modo semplice e diretto, ma preciso e severo, quale fede sia necessaria.
«Si dice che il leone, re degli animali, avanzi di tre passi, poi si raccolga su se stesso per saltare, sprigionando la stessa potenza nel catturare una piccola formica o nell'attaccare un animale feroce. Nell'iscrivere questo Gohonzon per la sua protezione, Nichiren è uguale al re leone. Questo è ciò che intende il sutra con "la potenza dei Budda simile a un leone all'attacco"» (Risposta a Kyo'o, WND 412; cfr. SND, 4, 149). Prendendo ad esempio il leone, che mette tutta la sua forza nel catturare una preda, Nichiren Daishonin afferma di aver iscritto il Gohonzon con lo stesso atteggiamento, infondendovi tutto se stesso col desiderio di salvare tut…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 24 marzo 2017

Immagine
"Un fuoco brucia più alto quando si aggiungono dei ceppi e un forte vento fa gonfiare il kalakula. Il pino vive diecimila anni, perciò i suoi rami si piegano e si contorcono. Il devoto del Sutra del Loto è come il fuoco e il kalakula, mentre le sue persecuzioni sono come i ceppi e il vento. Il devoto del Sutra del Loto è il Tathagata la cui durata della vita è incommensurabile; non c'è da stupirsi che la sua pratica sia ostacolata, proprio come i rami del pino sono piegati o spezzati. D'ora in avanti, ricorda sempre le parole: "Questo sutra è difficile da sostenere"."

Dal Gosho "La difficoltà di mantenere la fede" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 417)
stampa la pagina

Scoprire il valore dentro e fuori se stessi

Immagine
Per quanto delusi e sofferenti ci si possa sentire, è proprio da lì che si deve iniziare, dalla propria vita che fa così male. Nel Gosho Sulle preghiere Nichiren scrive: «Non si getta via l'oro solo perché la borsa che lo contiene è sporca; se si odiano gli alberi di eranda non si puo' ottenere il legno di sandalo. Se si detesta lo stagno della valle perché e impuro non si possono cogliere i fiori di loto» (RSND, 1, 307). Così commenta questo passo Greg Martin in una famosa lezione al Centro culturale SGI di Seattle, nel 1995: «Si dovrebbe pregare come se si volessero raccogliere i fiori di loto che crescono nello stagno a volte fangoso della vita. [...] All'interno della nostra vita non ci sono solo le cause della sofferenza, ma anche la soluzione di tutti i problemi» (NR, 198, 5). Questo brano ci suggerisce che è la sofferenza della nostra vita il punto di partenza. È la fiducia che sia proprio lei a segnare il punto di inizio che ci dovrebbe incoraggiare a partire. È n…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 23 marzo 2017

Immagine
"Si verifica sempre qualcosa fuori dal comune all’alzarsi e all’abbassarsi delle maree, al comparire e scomparire della luna, al passaggio dalla primavera all’estate, dall’estate all’autunno e all’inverno; lo stesso avviene quando una persona comune consegue la Buddità. In quel momento i tre ostacoli e i quattro demoni invariabilmente appariranno: il saggio si rallegrerà, mentre lo stolto indietreggerà."

Dal Gosho "I tre ostacoli e i quattro demoni" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 568)
stampa la pagina

Autotrasformazione

Immagine
Essenzialmente la rivoluzione umana avviene quando la nostra vita si fonde con quella del Budda. Realizzando la "fusione di realtà e saggezza" con il Budda, sgorga dentro di noi il potere per l'autotrasformazione. Solo gli esseri umani hanno la capacità di aspirare alla crescita personale e al miglioramento di se stessi. Possiamo consciamente decidere di cambiare la direzione della nostra vita, arricchendola e rendendola più profonda invece di lasciarla scorrere senza scopo. Le persone tendono a pensare che essere grandi equivalga ad acquisire prestigio nella società. Ma la nostra rivoluzione umana consiste nel migliorarci nel profondo della nostra interiorità, e ha anche un aspetto di eternità. È molto di più di un semplice avanzamento sociale. Un essere umano è un essere umano; non possiamo trasformarci in esseri soprannaturali. Per questo motivo è importante trasformare noi stessi come esseri umani. Possiamo adornare la nostra vita di fama, successo, titoli accadem…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 22 marzo 2017

Immagine
"Tutti i caratteri di questo sutra, senza eccezione alcuna, sono Budda viventi di perfetta illuminazione, ma noi, guardandoli con gli occhi delle persone comuni, vediamo solo dei caratteri. Per esempio, gli spiriti affamati vedono il fiume Gange come fuoco, gli esseri umani come acqua e gli esseri celesti come amrita. L’acqua è sempre uguale, ma appare diversamente secondo la retribuzione karmica di ognuno."

Dal Gosho "Risposta al prete laico Soya" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 431)
stampa la pagina

Ti amo, quindi mi rispetto

Immagine
La prospettiva che offre Daisaku Ikeda su come amare in modo costruttivo è chiara: «L'amore vero non è fare tutto ciò che l'altro desidera o fingere di essere diversi da come si è. Senza il rispetto, nessun rapporto può durare, né due persone possono far emergere il meglio l'uno dall'altro» È umiliante cercare di continuo l'approvazione del partner. In una simile relazione manca la cura, la profondità e perfino il vero amore. Se non vi sentite trattati come il vostro cuore suggerisce, spero che abbiate il coraggio e la dignità di decidere per il vostro meglio e rischiare il disprezzo del vostro compagno, piuttosto che un'infelicità senza limiti. Il vero amore non consiste nell'aggrapparsi l'un l'altro, bensì è un'interazione tra due persone solide, sicure della propria individualità. Invece di farsi coinvolgere dal sentimento così tanto da credere che si esiste solo se si è in due, sarebbe più sano continuare a sforzarsi per migliorare se stess…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 21 marzo 2017

Immagine
"Quelli che credono nel Sutra del Loto sono come l’inverno, che si trasforma sempre in primavera. Non si è mai visto né udito, sin dai tempi antichi, di un inverno che si sia trasformato in autunno, né si è mai sentito di alcun credente del Sutra del Loto che sia diventato un essere comune. Un passo del sutra dice: «Fra coloro che ascoltano la Legge, nemmeno uno mancherà di conseguire la Buddità»."

Dal Gosho "L’inverno si trasforma sempre in primavera" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 477)
stampa la pagina

Kyo, il suono dell'universo

Immagine
Kyo - di Nam-Myoho-renge-kyo - è la traduzione giapponese del termine "sutra", che indica gli insegnamenti del Budda Shakyamuni. Poiché Shakyamuni trasmise i suoi insegnamenti oralmente, con la voce, al termine kyo è stato attribuito anche il significato di "suono".
Inoltre, l'ideogramma cinese che corrisponde a kyo originariamente indicava l'ordito di un tessuto, e poiché l'immagine del tessuto implica l'idea di continuità, kyo è giunto a designare un insegnamento che deve essere preservato e tramandato alle generazioni future. Nichiren lo interpreta in questo senso quando dice: «Kyo può anche essere definito come ciò che è costante e immutabile nelle tre esistenze di passato, presente e futuro» (Raccolta degli insegnamenti orali, Buddismo e società, n. 109, p. 41). Afferma inoltre: «La voce compie il lavoro del Budda ed è chiamata kyo» (Ibidem). Kyo è l'Illuminazione originale del Budda che si trasmette ai discepoli, dal remoto passato fino a…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 20 marzo 2017

Immagine
"Ma, anche se può accadere che uno miri alla terra e manchi il bersaglio, che qualcuno riesca a legare i cieli, che le maree cessino di fluire e rifluire o che il sole sorga a ovest, non accadrà mai che la preghiera di un praticante del Sutra del Loto rimanga senza risposta"

Dal Gosho "Sulle preghiere" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 283)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 19 marzo 2017

Immagine
"«Esaminando questa grande varietà di sutra, troviamo che tutti sottolineano la gravità dell’offesa alla Legge. Com’è triste che tutti gli uomini escano dalla porta dell’insegnamento corretto per sprofondare nella prigione di queste dottrine errate! Com’è sciocco che essi cadano uno dopo l’altro nelle spire delle dottrine malvagie e rimangano a lungo impigliati nella rete degli insegnamenti che offendono la Legge! Essi si smarriscono in queste nebbie e precipitano in basso fra le fiamme dell’inferno. Quanto devono affliggersi! Quanto devono soffrire! «Perciò affrettatevi a cambiare i princìpi su cui si basa il vostro cuore e ad abbracciare l’unico vero veicolo, la sola buona dottrina [del Sutra del Loto]. Se lo farete, il triplice mondo diverrà la terra del Budda, e come potrà mai declinare una terra del Budda? Tutte le regioni nelle dieci direzioni diventeranno terre preziose, e come potrà mai essere distrutta una terra preziosa? In un paese che non conosce declino, in una terr…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 18 marzo 2017

Immagine
"E se indaghiamo sulla radice della sofferenza inflitta alle persone, scopriamo che essa deriva dai tre veleni di collera, avidità e stupidità. Attraverso i due sentieri delle illusioni e dei desideri, e della sofferenza si crea il karma. E il sentiero del karma è ciò che ci lega al regno di nascita e morte. Siamo come uccelli chiusi in una gabbia. Come possono questi tre sentieri, delle illusioni e dei desideri, del karma e della sofferenza, essere chiamati le tre cause che conducono alla Buddità? [...] vorrei semplicemente citare le parole del Bodhisattva Nagarjuna, il tredicesimo successore del Budda e fondatore del lignaggio del Gran Maestro T’ien-t’ai, che, nello spiegare la parola myo, o meraviglioso, nei termini di myoho dice che è «come un grande medico in grado di trasformare il veleno in medicina»."

Dal Gosho "Cosa significa udire per la prima volta il veicolo del Budda" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume II, pag. 698)
stampa la pagina

Trasformare

Immagine
Parlando con i membri indiani Shin'ichi aveva percepito che molti di loro avevano iniziato a praticare con il desiderio di trasformare il proprio karma. In India, infatti, il concetto di karma è profondamente diffuso tra le persone. Ogni forma di vita percorre perennemente il ciclo di nascita e morte. In questo ciclo continuo le azioni che si manifestano tramite il corpo, la bocca (Le parole) e il pensiero (il cuore), generano il karma di una persona. La gioia o la sofferenza che proviamo adesso non sono altro che la conseguenza che ne deriva. In altre parole, le azioni malvagie compiute nelle esistenze passate accumulandosi sono divenute cause negative che producono le retribuzioni karmiche che si manifestano in questa esistenza. Viceversa, dalle buone azioni derivano le cause positive. Le azioni negative compiute in questa vita diverranno retribuzioni nelle prossime, e lo stesso vale per le buone azioni che saranno le cause positive per le prossime vite. La Legge di causa ed ef…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 17 marzo 2017

Immagine
"Un “buon maestro” è un prete libero da colpe mondane, non adulatore, che desidera poco e si soddisfa con poco, che è compassionevole, che legge e sostiene il Sutra del Loto e che insegna e incoraggia gli altri ad abbracciarlo. Il Budda ha lodato un simile prete dicendo che, di tutti i preti, egli è il miglior maestro della Legge. Un “buon credente” è uno che non si appoggia alle persone eminenti né disprezza quelle di umile condizione, che non dipende dal sostegno dei superiori né disdegna gli inferiori, che non si affida alle opinioni degli altri, che abbraccia il Sutra del Loto fra tutti i sutra. Il Budda ha detto che tale persona è la migliore di tutte. Quanto alla “buona dottrina”, il Budda ha detto che questo sutra, il Loto, è la prima fra tutte le dottrine. Egli ha dichiarato che fra i sutra predicati «che ho predicato, che ora predico e che predicherò» questo è il sutra supremo. Perciò questo sutra è una buona dottrina."

Dal Gosho "Come coloro che inizialmente…
stampa la pagina

La fede si trasforma in saggezza

Immagine
La maggior parte di noi ha iniziato a praticare per risolvere problemi più o meno gravi o per realizzare qualche desiderio. Tuttavia non si può continuare a praticare a lungo il "Buddismo dei desideri": prima o poi scopriremo che c'è dell'altro, e che l'ottenimento della Buddità richiede una trasformazione radicale dal "piccolo io" al "grande io" del Budda, da un "ichinen che chiede" a un ichinen che si impegna per dare agli altri. Scopriremo allora che il nostro piccolo io, il nostro egoismo, si oppone a questa trasformazione, aiutato dalla nostra mente illusa che non percepisce la stretta codipendenza esistente tra noi, gli altri e il nostro ambiente. Essendo la mente razionale in balia dell'illusione, il Buddismo propone uno strumento alternativo di conoscenza, la fede. «Soltanto con la fede si può entrare nella Buddità» scrive Nichiren in molti Gosho (ad esempio nel Vero aspetto del Gohonzon). Nel Buddismo del Daishonin fede…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 16 marzo 2017

Immagine
"I benefici di cento anni di pratica nella Terra della Perfetta Beatitudine non si possono paragonare ai benefici ottenuti in un solo giorno di pratica in questo mondo impuro. Duemila anni di propagazione nel Primo e nel Medio giorno della Legge sono inferiori a un’ora di propagazione nell’Ultimo giorno della Legge. [...] «Dopo la mia estinzione, nell’ultimo periodo di cinquecento anni, dovrai diffonderlo in tutto Jambudvipa e non permettere mai che [la sua diffusione] sia interrotta, né dovrai permettere ai demoni malvagi, alla gente demoniaca, agli esseri celesti, ai draghi, agli yaksha, o ai demoni kumbhanda di prendere il sopravvento!»"

Dal Gosho "Ripagare i debiti di gratitudine" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 658-659)
stampa la pagina

Il piacere di sfidarsi

Immagine
Bisogna sfidarsi con la preghiera. Io recito per credere con ogni singola cellula del mio corpo che posso cambiare un aspetto della mia vita. Il dubbio e la paura vengono dall'ottava coscienza dove ha sede il nostro karma. Solo Nam-myoho-renge-kyo può penetrare fin là e permetterci di raggiungere la realtà pura e immutabile della nona coscienza, il nostro io illuminato. Uno dei miei passi preferiti degli scritti di Nichiren Daishonin è: «Nam-myoho-renge-kyo è come il ruggito di un leone. Quale malattia può quindi essere un ostacolo?» (Risposta a Kyo'o,SND, 4, 149). Mi sta dicendo: «Linda devi avere fegato, devi avere coraggio. Non puoi aspettarti di cambiare qualcosa senza sfidarti». E poi continua: «Io, Nichiren, ho scritto questo Gohonzon in sumi, trasfondendovi la mia anima, perciò credi in esso. [...] Raccogli tutta la tua fede e prega questo Gohonzon. Allora, che cosa non può essere realizzato?» (Ibidem, 150). Recito per credere in Nichiren, perché la mia preghiera sia co…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 15 marzo 2017

Immagine
"Quando nel proprio cuore si prende fede in Nam-myoho-renge-kyo, il cuore diventa una casa in cui va ad abitare il Budda Shakyamuni. Dapprima la persona non se ne accorge, ma col passare dei mesi il Budda che vive dentro il cuore comincia ad apparire come in un sogno, e il cuore, poco a poco, si riempie sempre più di gioia."

Dal Gosho "Il Budda dimora in un cuore puro" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume II, pag. 832)
stampa la pagina

La realizzazione di sé

Immagine
Se i desideri terreni sono Illuminazione
Parlando di realizzazione, di realizzazione di sé, si pensa normalmente al proprio incompiuto che finalmente si compie (che sia espressione di sé nel lavoro, nelle relazioni, ecc). Poi, avvicinandosi al Buddismo e approfondendone il punto di vista, si scopre che realizzazione ha a che fare con una compiutezza più profonda, che oltre a sé abbraccia ogni altro noi nel tempo e nello spazio. Difficile però unire nel pensiero queste due visioni: la realizzazione del tuo obiettivo personale e la realizzazione più grande, della consapevolezza e della compassione del Budda che tutto racchiude (compreso l'obiettivo), restano concettualmente separate, e se guardi l'una perdi l'altra.
Dal punto di vista del Buddismo questa separazione fa parte dell'illusione. Perché la realizzazione di cui il Buddismo parla, l'Illuminazione del Budda, è esattamente percepire, sentire, vedere che queste due parti sono una parte sola. Nel momento in cui …
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 14 marzo 2017

Immagine
"Poiché il Sutra del Loto è difficile da credere, il Budda per farci prendere fede in esso, diventa un figlio, un genitore o una moglie. Però voi non avete figli e vivete da soli come marito e moglie. Il sutra afferma: «Gli esseri che ci vivono [in questo triplice mondo] sono tutti miei figli». Stando così le cose, il Budda Shakyamuni, signore degli insegnamenti, deve essere per voi due un padre compassionevole e io, Nichiren, vostro figlio [...] Le buone cause che avete posto nelle vite passate sono grandi."

Dal Gosho "Risposta al prete laico di Ko" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 435)
stampa la pagina

Il coraggio

Immagine
Sviluppare la qualità del coraggio è essenziale per qualunque traguardo si voglia raggiungere nella vita. In ogni tipo di impresa è necessario avere coraggio per poter agire e, indipendentemente dall’ambito considerato, di solito sono le persone coraggiose che raggiungono i propri obiettivi e realizzano i propri sogni. Ma il coraggio non è necessariamente un comportamento eroico in un momento di pericolo: può anche essere lo sforzo costante e discreto di fare ciò che riteniamo giusto. Nel Buddismo il coraggio, o l’audacia, sono estremamente apprezzati. In una delle sue lettere Nichiren esorta così i suoi seguaci: «Non dovresti sentire la minima paura nel cuore.[...] è la mancanza di coraggio che gli impedisce di conseguire la Buddità» (I tre ostacoli e i quattro demoni, RSND, 1, 568). Il Buddismo nasce dagli insegnamenti di Shakyamuni circa 2.500 anni fa e la dottrina di Nichiren si basa specificamente sui principi del Sutra del Loto. Il Sutra del Loto insegna che ogni individuo ha u…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 13 marzo 2017

Immagine
"Il Budda insegnò che le persone, sin dal momento della loro nascita, sono accompagnate da due messaggeri inviati dal cielo, chiamati Stessa Nascita e Stesso Nome, che li seguono da vicino proprio come la loro ombra e non li lasciano mai, nemmeno per un istante. A turno, essi salgono al cielo per riferire le azioni buone e quelle cattive, sia grandi sia piccole, senza tralasciare il minimo dettaglio."

Dal Gosho "Le divinità Stessa Nascita e Stesso Nome" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 280)
stampa la pagina

Firenze dà la cittadinanza onoraria a Daisaku Ikeda, costruttore di pace

Immagine
di Silvia Sperandio
«Ikeda è una delle personalità più significative nel panorama internazionale tra coloro che si sono impegnati per il dialogo interculturale e interreligioso e per una politica globale rivolta verso la pace e la fratellanza dei popoli» ha affermato il sindaco di Firenze Dario Nardella, che sabato, insieme con la presidente del Consiglio comunale Caterina Biti accoglierà il figlio di Daisaku Ikeda, Hiromasa, che lo rappresenterà. «È stato testimone degli orrori della devastazione atomica - ha detto poi il sindaco di Firenze - e ha fatto della sua esperienza di vita una vera e propria missione rivolta all'obiettivo di debellare l'uso dell'arma atomica dalla faccia della terra».
«Voglio ricordare che Ikeda, che ha ricevuto il Fiorino d'oro nel 1992 e il sigillo della pace nel 2007, è anche tra i candidati al Premio Nobel per la pace e ci auguriamo che possa ottenerlo. E che Firenze, con la sua cittadinanza onoraria, possa in qualche modo spingere verso …
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 12 marzo 2017

Immagine
"Non c’è vera felicità per gli esseri umani al di fuori del recitare Nam-myohorenge- kyo. Il sutra afferma: «…e là gli esseri viventi sono felici e a proprio agio». Potrebbe forse indicare qualcosa di diverso dalla gioia senza limiti della Legge? Tu sei ovviamente incluso fra gli “esseri viventi” e “là” indica Jambudvipa, in cui è compreso il Giappone. «Felici e a proprio agio» non vuole forse dire che i nostri corpi e le nostre menti, le nostre vite e i nostri ambienti, sono entità dei tremila regni in un singolo istante di vita e Budda di gioia illimitata?"

Dal Gosho "Felicità in questo mondo" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 607)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 11 marzo 2017

Immagine
"Ora, se desideri conseguire la Buddità, devi solo ammainare i vessilli dell’arroganza, mettere da parte il bastone della rabbia e dedicarti esclusivamente all’unico veicolo del Sutra del Loto. Fama mondana e profitto sono orpelli della presente esistenza; arroganza e pregiudizio sono catene nella futura esistenza. Dovresti vergognarti di queste cose! E dovresti anche averne paura!"

Dal Gosho "Domande e risposte riguardo all’abbracciare il Sutra del Loto" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 51)
stampa la pagina

Le avversità sono la scuola migliore

Immagine
«Le avversità sono la scuola migliore», come dice un proverbio. Maggiori sono gli attacchi e le persecuzioni che una persona sopporta, più forte e più grande diventerà. Il mio impegno personale è sempre stato con la gente e per la gente. Ogni giorno mi sforzo di portare avanti la mia crescita e il mio sviluppo individuali e credo fermamente che questo sforzo porti direttamente alla crescita e allo sviluppo di tutto il resto. Non temo insulti né critiche. Non temo la comparsa di individui sleali. Quando cercate di diventare una persona in grado di fronteggiare senza paura qualunque situazione, finirete per creare un io indomabile. Nella vita, e nelle varie sfide che intraprendiamo, ci sono volte in cui avanziamo e volte in cui facciamo un passo indietro. Ci sono anche volte in cui è meglio star fermi. La vita è piena di cambiamenti e lungo il cammino verso le vostre mete è perfettamente naturale che anche voi ne attraversiate molti. La saggezza e la conoscenza sono importanti. Perciò …
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 10 marzo 2017

Immagine
"È raro nascere umani. Il numero di coloro che sono dotati di un corpo umano è piccolo come la quantità di terra che può stare su un’unghia. E mantenere in vita un corpo umano è difficile come per la rugiada restare sull’erba. Ma è più importante vivere un solo giorno con onore piuttosto che vivere sino a centoventi anni e morire in disgrazia. Vivi in modo che tutte le persone di Kamakura lodino Nakatsukasa Saburo Saemon-no-jo per la devozione al suo signore, al Buddismo e per il suo rispetto e attenzione nei confronti degli altri. Più preziosi dei tesori di un forziere sono i tesori del corpo e prima dei tesori del corpo vengono quelli del cuore. Dal momento in cui leggerai questa lettera sforzati di accumulare i tesori del cuore!"

Dal Gosho "I tre tipi di tesori" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 755)
stampa la pagina

Superare ogni avversità con la fede

Immagine
di Daisaku Ikeda
Mentre cercavo di sostenere il mio maestro, il secondo presidente della Soka Gakkai Josei Toda, nel tentativo di salvare la sua azienda dal fallimento, spesso mi sono trovato in situazioni in cui pensavo di aver esaurito ogni risorsa, di aver tentato ogni azione possibile. Ma è proprio quando pensiamo di aver toccato il fondo che inizia la vera lotta nella fede: in quei momenti raccoglievo la forza del re leone e facevo tutto il possibile per sostenere e proteggere il mio maestro. Noi che abbracciamo la Legge mistica possiamo utilizzare "la strategia del Sutra del Loto" che ci consente di superare ogni ostacolo e aprire con risolutezza una via d'uscita in qualsiasi circostanza. Nell'incoraggiare i membri che affrontavano situazioni difficili, Toda spesso citava queste parole del Daishonin: «Quando accade un grande male, seguirà un grande bene» (RSND, 1, 992). Era inoltre solito dire: «È arrivato il momento di conseguire grandi benefici centuplicando,…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 9 marzo 2017

Immagine
"Si dice che se il maestro ha un buon discepolo, tutti e due otterranno il frutto della Buddità, ma se il maestro alleva un cattivo discepolo, entrambi cadranno nell’inferno. Se maestro e discepolo non hanno la stessa mente, non realizzeranno nulla. [...] Dovreste sempre conversare insieme per liberarvi dalle sofferenze di nascita e morte e raggiungere la pura terra del Picco dell’Aquila dove potrete annuire l’uno all’altro e parlare con un’unica mente."

Dal Gosho "Fiori e frutti" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 808)
stampa la pagina

Le parole di Nichiren

Immagine
Quando una persona è illusa è chiamata comune mortale, ma una volta illuminata è chiamata Budda. Anche uno specchio appannato brillerà come un gioiello se viene lucidato. Una mente annebbiata dalle illusioni derivate dall'oscurità innata della vita è come uno specchio appannato, che però, una volta lucidato, diverrà chiaro e rifletterà l'Illuminazione alla verità immutabile. Risveglia in te una profonda fede e lucida il tuo specchio notte e giorno. Come puoi lucidarlo? Solo recitando Nam-myoho-renge-kyo. Il raggiungimento della Buddità in questa esistenza, SND, 4, 5
Verrà il tempo in cui tutte le persone, comprese quelle di Studio, Illuminazione parziale e Bodhisattva, si incammineranno sul sentiero della Buddità e solo la Legge mistica fiorirà in tutto il paese. In quell'epoca, poiché tutte le persone reciteranno Nam-myoho-renge-kyo, il vento non spezzerà i rami o le fronde, né la pioggia cadrà così forte da rompere una zolla. Il mondo diverrà come era ai tempi di Fu Hsi…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 8 marzo 2017

Immagine
"Una donna che fa offerte a questo Gohonzon attira la felicità in questa vita, e nella prossima il Gohonzon sarà con lei e la proteggerà da ogni lato, a destra e a sinistra, davanti e dietro. Come una lanterna nell'oscurità, come un forte braccio che ti sostiene lungo un sentiero infido, il Gohonzon ti circonderà e ti proteggerà, signora Nichinyo, dovunque tu vada."

Dal Gosho "Il reale aspetto del Gohonzon" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 738)
stampa la pagina

Non esiste...

Immagine
Non esiste un domani senza oggi o un futuro senza passato, non esiste un effetto senza una causa o, viceversa, una causa priva di effetti sia che ne siamo consapevoli o meno; il Buddismo lo spiega chiaramente. Le azioni mentali, verbali e fisiche degli esseri umani non svaniscono nel nulla ma al contrario producono sempre risultati. Si accumulano nel deposito del karma, e a seconda che l'ago della bilancia segni positivo o negativo, decretano gioie e dolori. Il processo di pentirsi e decidere di cambiare, diventa fondamentale l'azione che si compie per costruire un futuro diverso. Nichiren scrive in Lettera a Konichi-bo: "Anche una piccola colpa può condurci sui sentieri del male se non ce ne pentiamo, ma anche una grave colpa può essere cancellata se ce ne pentiamo".
 (SND, vol. 6, p. 68) - Nuovo Rinascimento n° 228, pagg 22, 23.
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 7 marzo 2017

Immagine
"Quando si donano cose agli altri si ravviva la loro carnagione, si dà loro forza e se ne prolunga la vita. Quando si accende una torcia per qualcuno di notte si fa luce non solo a quella persona, ma anche a se stessi. Così, quando si ravviva la carnagione degli altri si ravviva anche la propria, quando si dà loro forza se ne dà anche a se stessi, quando si prolunga la loro vita si prolunga anche la propria."

Dal Gosho "I vestiti e il cibo" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume II, pag. 1002)
stampa la pagina

Se posso

Immagine
di Manuela Vigorita
Se posso, questa guerra non si farà. Se davvero io posso le mie parole non saranno inutili. E il passare del tempo avrà un senso. Avrà senso crescere, soffrire, aver sofferto. Invecchiare. Se davvero posso non ci saranno più donne violentate, bambine molestate e i fucili, le armi chimiche, quelle nucleari si scioglieranno come neve al sole di fronte ai nostri desideri di pace. Se io posso, questo amore non sarà una catena. E mia madre saprà sorridere prima di morire. E i semi che vado piantando germoglieranno. Gli uomini capiranno. Se io posso, tu guarirai. Perché non dipende da quanto sangue ho nelle vene, da quanta forza corre nei polmoni. Non dipende da quanto ho studiato, né dalla danza dei miei neurotrasmettitori, dai miei muscoli o dalla mia posizione sociale. Dipende da quanto ci credo. Da quanto nutro di vita i miei desideri, che non basta pensarli, non basta dire “desidero”, desidero che il mondo cambi, che la felicità cammini per le strade, che tu sia pr…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 6 marzo 2017

Immagine
"Quando tutte le persone reciteranno Nam-myoho-renge-kyo, il vento non spezzerà i rami o le fronde, né la pioggia cadrà così forte da rompere una zolla. Il mondo diverrà come era ai tempi di Fu Hsi e Shen Nung. Nella loro esistenza presente le persone saranno libere dalla sfortuna e dai disastri e impareranno l’arte di vivere a lungo. Verrà il tempo in cui sarà rivelata la verità che per la persona e per la Legge non c’è vecchiaia né morte. Non ci può essere il minimo dubbio sulla promessa del sutra di «pace e sicurezza nell’esistenza presente»."

Dal Gosho "La pratica dell’insegnamento del Budda" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 347-348)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 5 marzo 2017

Immagine
"Il santo disse: «Il cuore umano è come l’acqua che assume la forma del recipiente e la natura degli esseri fluttua come il riflesso della luna sulle onde. Adesso tu dici di avere una fede salda, ma in seguito cambierai certamente idea. Se i diavoli e i demoni venissero a tentarti non dovrai farti distrarre. Il demone celeste odia la Legge del Budda e i non buddisti avversano il sentiero degli insegnamenti buddisti. Ma tu devi essere come una montagna dorata che risplende più luminosa quando viene scalfita dal cinghiale, come il mare che accoglie tutti i corsi d’acqua, come il fuoco che brucia più alto quando vengono aggiunti ceppi o come l’insetto kalakula che diventa più grande quando soffia il vento. Se segui questi esempi, come potrebbe il risultato non essere positivo?»."

Dal Gosho "Conversazione fra un santo e un uomo non illuminato" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 121)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 4 marzo 2017

Immagine
"Questa vita è come un sogno, nessuno può esser certo di vivere fino a domani. Anche se tu dovessi diventare il più misero dei mendicanti, non disonorare il Sutra del Loto. "

Dal Gosho "Ammonimento contro l’attaccamento al proprio feudo" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 731)
stampa la pagina

La parabola dell'uomo ricco e del figlio povero

Immagine
Il Sutra del Loto contiene sette parabole; la seconda è quella del ricco che aveva un figlio povero. Quando dopo anni di lontananza il padre lo riconosce, gli offre un lavoro umile per avvicinarlo all'immensa fortuna che gli spetta ma di cui non è consapevole. (Capitolo IV, pg.112) Superare i propri limiti, uscire dalla personale zona di sicurezza e aprire un varco nelle situazioni di stallo richiede coraggio e fiducia nelle proprie capacità. Può essere difficile abbandonare i confini che ci si pone e immaginare possibilità più grandi per la propria vita. La parabola narra di un giovane uomo che abbandona la casa paterna e vaga di luogo in luogo diventando indigente col passare degli anni. Dopo aver cercato il figlio per molto tempo, il padre decide di stabilirsi in una città: la sua dimora è sfarzosa e lui è dispiaciuto di non avere un erede a cui lasciare la sua immensa fortuna. Un giorno il figlio passa per caso davanti alla casa paterna ma, intimidito dalla magnificenza dell&…
stampa la pagina