Giorno per giorno - 8 giugno

Il presidente Toda spesso diceva che gli ultimi quattro, cinque anni dell’esistenza di un individuo sono decisivi. Per quanto buono sia stato il periodo precedente, si è sconfitti se si trascorre questo ultimo lasso di tempo senza gioie. Al contrario se un individuo sperimenta felicità negli ultimi anni può essere definito vincitore nella vita. Qualsiasi cosa accada , anche se sopravvenisse una malattia, non ci dobbiamo mai scoraggiare o lasciarci andare alla sconfitta. Ciò è di vitale importanza. Siamo vincitori fino a quando il nostro spirito rimane imbattuto.
stampa la pagina

Commenti