Mappa della felicità - 28 maggio

Non si può sperimentare la vera felicità se va sempre tutto bene. Vai avanti, consapevole del tuo profondo valore come essere umano, affrontando ogni cosa con serenità, anche se ti trovi a scalare montagne insormontabili e ad attraversare fiumi impetuosi. Così proverai gioia e soddisfazione, e non avrai il minimo rimpianto.
stampa la pagina

Commenti

  1. quante volte ho letto e detto questa frase a persone per incoraggiare, adesso dopo 10 anni di pratica mi trovo a vivere quello che definire un momento difficile è veramente poco,ho 50 anni e una figlia di 18 che vive in un altra regione, ma potrebbe venire a svolgere l'universita nella mia città!! beneficio enorme.purtroppo dopo una cura dove vive lei forse troppo affrrettata x un problema agli occhi ha cominciato a vedere punti, filamenti e altro oltre a una fotofobia, diagnosi: mi dispiace ragazza mia dovrai convivere sempre con questo disturbo.lei navigando su internet è sprofondata nella paura, è angosciata, ultimamente sembra che questi corpi mobili cosi detti siano aumentati, la incoraggio continuamente, tra 10 giorni sarà su da me e faremo una visita anche quà.il problema è che sta scivolando verso uno stato ossessivo,ansioso vede solo il disturbo e si stà isolando.io da lontano faccio il possibile con la voce, sto recitando con la determinazione di fare una eperienza in tutto questo, ma quando la sento piangere o dire che la sua vita è rovinata, si a lei passo coraggio speranza e ottimismo, ma io che sono il primo che deve vincere la paura sto vacillando, in certi momenti sto veramente male. oggi stesso prendo guida è non mollo ma è dura! scusate lo sfogo un caro saluto a tutti. con fede

    RispondiElimina
  2. Il potere di Nam myo renge kyo non ha limiti, se non quelli che poniamo noi. Punta in alto senza paura. Un caro saluto a te

    RispondiElimina
  3. Cia Federico, sarebbe bello sapere come si è evoluta la tua esperienza...

    RispondiElimina
  4. Se il problema di tua figlia è agli inizi è probabile che si sia spaventata molto e che abbia bisogno di "adattarsi" se è vero quanto le hanno detto che la situazione è cronica ! Puoi aiutarla forse in questo adattamento solo standole vicino e dandole fiducia non entrando anche tu nel rischio dell'ossessione vedrai che la superer

    RispondiElimina

Posta un commento