Frase dal Gosho - 13 settembre 2015

"Chiunque, saggio o zotico che sia, considera naturale che i figli obbediscano ai propri genitori, che i sudditi siano fedeli ai loro sovrani e che i discepoli seguano il loro maestro. Recentemente, invece, sembra che per la gente dei nostri giorni, ebbra del vino di avidità, collera e stupidità, sia la regola tradire i propri sovrani, disprezzare i propri genitori e farsi beffe dei propri maestri. Dovresti leggere ripetutamente la lettera precedente nella quale ho spiegato che di certo una persona dovrebbe obbedire al proprio maestro, al sovrano e ai genitori, ma, se essi commettessero qualcosa di male, rimproverarli vorrebbe dire davvero essere loro fedeli."

Dal Gosho "I tre ostacoli e i quattro demoni" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 567)
stampa la pagina

Commenti