Post

Quando ho ricevuto il mio Gohonzon...

Immagine
di Stella Loffredo*
Il 29 aprile 2018, tra le lacrime fiere di mio fratello e il mio cuore che batteva fortissimo, ho ricevuto il mio Gohonzon. E’ stata una cerimonia bellissima. A Lione. Vivo in Francia da qualche tempo. Nella mia memoria questo è stato uno dei giorni più’ belli della mia vita. Mi sentivo importante, potente. Mi sentivo presente. Mi sentivo. Dicevo alle mie compagne di fede che il mio Gohonzon era il più bello e lucente. Che aveva dei colori più vivi e sinceri. In realtà parlavo della mia vita e non me ne rendevo conto. Era un piacere praticare davanti alla mia bellissima installazione, a quel butsudan perfetto e sempre pulito. Dopo poco tutte le mie paure, le mie incertezze e quel malessere permanente hanno cominciato a farsi sentire. Ancora più’ forte, ancora più’ vivo. Ho subito smesso di praticare. Mi sentivo una codarda. Mi nascondevo dietro alle mie paure e dietro a quella fitta allo stomaco che precede un pianto senza fine. Era un luogo, questo, che conoscevo…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 18 giugno 2018

Immagine
"In sostanza, l’apparizione della torre preziosa indica che quando udirono il Sutra del Loto i tre gruppi di ascoltatori della voce percepirono per la prima volta la torre preziosa dentro la loro vita. Adesso i discepoli e i seguaci laici di Nichiren stanno facendo lo stesso. Nell’Ultimo giorno della Legge, non esiste altra torre preziosa che gli uomini e le donne che abbracciano il Sutra del Loto. Perciò ne consegue che coloro che recitano Nam-myoho-rengekyo, qualunque sia la loro condizione sociale, sono essi stessi la torre preziosa, e allo stesso modo sono essi stessi il Tathagata Molti Tesori. Non esiste altra torre preziosa che Myoho-renge-kyo. Il daimoku del Sutra del Loto è la torre preziosa e la torre preziosa è Nam-myoho-renge-kyo."

Dal Gosho "La torre preziosa" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 264)
stampa la pagina

Mappa della felicità - 18 giugno

Immagine
La “felicità relativa” deriva dalle circostanze esterne, come la posizione sociale o la ricchezza economica. Ma quando le condizioni e l'ambiente cambiano, questa felicità si sgretola facilmente. “Felicità assoluta”, invece, significa non essere sconfitti da nessuna difficoltà o dura prova e costruire una condizione vitale in cui la vita è di per sé gioia.
stampa la pagina

Giorno per giorno - 18 giugno

Immagine
Il grande poeta americano Walt Whitman scrisse in Foglie d’erba: “Tutto si trova nel corpo, solo la buona salute vi mette in rapporto con l’universo.” So che siete tutti molto indaffarati ma desidero che progrediate sani e ottimisti, assaporando il potere della vostra fede, cosa che vi mette a ritmo con l’universo.
stampa la pagina

L'importanza della decisione

Immagine
1) Praticando il buddismo con formalità si cade nell'abitudine Praticare con determinazione è fede o diventa fede.  2) Se consideri solo i metodi per risolvere un problema, può nascere confusione. Se preghi con determinazione nasce saggezza.  3) Se decidi che "non puoi farlo" non potrai farlo. Se preghi decidendo "lo farò" ti si aprirà una strada.  4) Se lo farai perché ti hanno detto di farlo, sarà faticoso e penoso. Se lo farai perché hai deciso profondamente e con il cuore, avrai soddisfazione e gioia.  5) Se ti affatichi solo per le cose di questo mondo, rimane la sofferenza. Se ti dai da fare per realizzare una società pacifica, rimane nella tua vita gioia e la buona fortuna.  6) Se reagisci emotivamente agli altri, crei solo incomprensioni e cattivi sentimenti. Se reagisci prima di tutto con la preghiera, sia tu che gli altri potrete crescere.  7) Parlare con gli altri delle proprie difficoltà senza decidere di trasformarle, è una lamentela. Se fai ricor…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 17 giugno 2018

Immagine
"Dobbiamo proclamare esplicitamente le virtù di Myoho-renge-kyo! Così come i composti velenosi si trasformano in medicina, i cinque caratteri di Myoho-renge-kyo trasformano il male in bene. La Sorgente dei Gioielli si chiama così perché in essa le pietre si trasformano in gioielli. Allo stesso modo questi cinque caratteri possono trasformare i comuni esseri umani in Budda. Perciò, poiché il tuo amato padre ha recitato Nam-myoho-renge-kyo mentre era in vita, ha conseguito la Buddità nella sua forma presente nello stesso modo in cui le pietre si trasformano in gioielli. Le azioni da te compiute rappresentano dunque il massimo dell’amore e della devozione filiale."

Dal Gosho "Cavalli bianchi e cigni bianchi" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 944)
stampa la pagina

Mappa della felicità - 17 giugno

Immagine
Una donna che conosce il vero funzionamento della vita e ne parla con convinzione, non potrà mai essere sconfitta. Niente è più forte della voce di una donna seria e sincera.
stampa la pagina

Giorno per giorno - 17 giugno

Immagine
Come è divertente alzarsi e agire! Come sono attraenti i nostri occhi e le nostre voci! Questo è il principio della vera entità di tutti i fenomeni. Un aspetto fresco e vitale è prova della profondità della fede. Vi ritroverete naturalmente a coltivare amicizia e comprensione tra chi vi circonda.
stampa la pagina

Una fede autonoma pervasa dal voto di Kosen-Rufu

Immagine
Tutti abbiamo problemi e sofferenze. Per superarli è importante avere la determinazione di farlo per kosen-rufu. Per esempio, se soffriamo di una malattia, formulare il voto di superarla e di acquisire la forza vitale per poter partecipare liberamente alle attività per kosen-rufu e dimostrare la validità del Buddismo di Nichiren, darà un enorme impulso alla guarigione. Ovviamente il fatto stesso di recitare Nam-myoho-renge-kyo porta benefici. Ma quando la preghiera per superare la malattia è unita a un profondo senso di missione per kosen-rufu, mette energicamente in moto le ruote del cambiamento in direzione di una sostanziale trasformazione interiore, una trasformazione del nostro stato vitale e del nostro karma. Quando recitiamo assiduamente sulla base del voto di realizzare kosen-rufu, il nobile stato vitale dei Bodhisattva della Terra emerge dentro di noi, lo stato vitale illuminato di Nichiren Daishonin inizia a pulsare a riusciamo a manifestare la nostra Buddità innata. [...]
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 16 giugno 2018

Immagine
"Il più grande tesoro degli esseri senzienti è la vita. Coloro che sopprimono la vita altrui cadranno inevitabilmente nei tre cattivi sentieri. Per questo i re che mettono in moto la ruota osservavano il precetto di “non uccidere” come il primo dei dieci buoni precetti e, quando il Budda espose i cinque precetti all’inizio dei sutra hinayana, il primo di essi era “non uccidere”. Anche nel Sutra mahayana della Rete di Brahma “non uccidere” è il primo dei dieci precetti principali. Il capitolo “Durata della vita” del Sutra del Loto è quello in cui sono esposti i meriti che derivano dalla pratica del Tathagata Shakyamuni del precetto di “non uccidere”. Di conseguenza, coloro che uccidono saranno abbandonati da tutti i Budda delle tre esistenze e le divinità dei sei cieli del mondo del desiderio non li proteggeranno."

Dal Gosho "Raccomandare questo insegnamento al tuo signore ed evitare la colpa di complicità nell’offesa alla Legge" (Raccolta degli scritti di Nichire…
stampa la pagina

Mappa della felicità - 16 giugno

Immagine
Dipende dalla forza della nostra decisione riuscire a vincere nella vita e a diventare felici. La nostra storia lo dimostra.
stampa la pagina

Giorno per giorno - 16 giugno

Immagine
Almafuerte (1854 – 1917), grande educatore e poeta argentino tra i miei preferiti, scrisse: “Per il debole la difficoltà è una porta chiusa. Per il forte è una porta che aspetta di essere aperta.” Le difficoltà impediscono a chi è debole di progredire. Per i forti esse sono opportunità di aprirsi a uno splendente futuro. L’atteggiamento e la determinazione decidono l’evolversi delle circostanze. Ciò che più conta è il nostro cuore.
stampa la pagina

Saggi per scegliere, saggi per agire

Immagine
Nel Buddismo esiste un concetto, non molto noto, che sembra rivestire una importanza particolare quando si pensa a come sviluppare e concretizzare i propri progetti: Zuijii e Zuitai. Zuijii significa “essere e manifestarsi in accordo con la propria mente”, Zuitai sta per “usare le parole per dire agli altri ciò che non si crede, nel tentativo di ingannarli” (Dal Gosho Aprire gli occhi di immagini scolpite o dipinte); in altri termini: pensare in un modo e comportarsi in un altro.
A prima vista sembra quindi che il primo concetto abbia un valore positivo, esprimendo coerenza e che il secondo, che nel suo senso più ampio significa “dire ciò che gli altri vogliono sentire”, sia un atteggiamento negativo, che implica un inganno o l’incapacità di parlare in accordo con il proprio più intimo pensiero e intendimento. Tante volte, del resto, ci capita di non dire quello che abbiamo in mente per paura, confusione debolezza interiore. In questi frangenti Zuitai esprime effettivamente una condiz…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 15 giugno 2018

Immagine
"In che modo bisogna prendere fede nel Sutra del Loto? Praticare gli insegnamenti di questo sutra senza fede è come entrare in una montagna piena di tesori senza mani [per raccoglierli] o come cercare di compiere un viaggio di mille miglia senza gambe. Afferra la fede che è ti lontana attraverso la prova concreta che ti è vicina."

Dal Gosho "Lettera a Horen" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 454-455)
stampa la pagina

Mappa della felicità - 15 giugno

Immagine
Se noi rispettiamo la personalità dei bambini, anche loro imparano a rispettare gli altri. Così cominciano a crescere già in famiglia come piccoli, buoni cittadini.
stampa la pagina

Giorno per giorno - 15 giugno

Immagine
Il Daishonin insegna il significato di felicità assoluta e vero scopo della vita. La celebrità e la gloria passeggere non sono altro che mere illusioni. La felicità assoluta risiede nel coltivare lo stato vitale del Budda nella propria vita. Questo è il vero scopo dell’esistenza. Recitando daimokyu possiamo trasformare le nostre sofferenze in ingredienti per il raggiungimento della Buddità.
stampa la pagina

Ritratto di un demone

Immagine
In cima a tutti c'è lui, il Re demone del sesto cielo, con i suoi dieci eserciti pronti ad accerchiarci. Ma osservando la nostra mente attraverso la preghiera

Appare per far smettere di pregare, fiaccare lo stato vitale, indebolire la fede. «Quando incontra qualcuno che ha rivolto il suo cuore al bene, cerca di ostacolarlo» (Lettera ai fratelli, RSND, 1, 440; cfr. SND, 4, 108). Eppure la sua apparizione è proprio il segno della crescita. Se non stessimo attraversando profondi cambiamenti non ci sarebbe nessun motivo valido, per lui, di farsi vivo e sbarrarci la strada. Si chiama Demone del sesto cielo e, nella splendida allegoria del Buddismo, è rappresentato come un re molto potente che ha al suo seguito dieci eserciti. Si tratta di eserciti insoliti, perché i suoi soldati sono vestiti di desiderio, di tristezza, di fame e sete, di piacere, di sonno, di paura, di dubbio e rimpianto, di collera, di fama e guadagno e d'orgoglio e disprezzo. Sono eserciti che ti accerchiano e ti …
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 14 giugno 2018

Immagine
"Il potente guerriero, il generale Li Kuang, la cui madre era stata divorata da una tigre, scagliò una freccia contro una pietra, scambiandola per la tigre, e la freccia vi si conficcò fino alle piume. Ma quando si rese conto che si trattava di una pietra, non riuscì più a perforarla. In seguito a ciò divenne noto come il generale Tigre di Pietra. Lo stesso è successo a te: sebbene i nemici siano in agguato, forse la tua risoluta fede nel Sutra del Loto ha sventato le loro persecuzioni prima ancora che si verificassero? Comprendendo questo, devi rafforzare la tua fede più che mai."

Dal Gosho "Il generale Tigre di Pietra" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 846)
stampa la pagina

Mappa della felicità - 14 giugno

Immagine
Chi si lascia influenzare dalla vanità, vive preda dell'invidia e delle apparenze. Farsi sviare da cose superficiali è indice di stupidità. E' la strada verso l'infelicità. E' importante guardare in profondità il modo di vivere delle persone. Chi è capace di fare questo è una persona saggia, dall'animo felice.
stampa la pagina

Giorno per giorno - 14 giugno

Immagine
Recitare daimoku è alla base del Buddismo del Daishonin. Quando recitiamo un forte daimoku il sole sorge nei nostri cuori. Forza e compassione emergono e la nostra vita rispende di gioia e saggezza. Tutti i Budda e le divinità buddiste dell’universo ci vengono in aiuto. La vita diventa divertente.
stampa la pagina

Il valore della preghiera (2)

Immagine
Schede a cura del direttore generale onorario Mitsuhiro Kaneda: Le basi della pratica individuale
In questa seconda parte viene affrontato da varie angolazioni il rapporto tra preghiera e obiettivo. Un'occasione per rispondere ad altri interrogativi che spesso sorgono nel corso della pratica buddista. Perché è importante pregare con un obiettivo chiaro?
Il presidente Ikeda, nella sua spiegazione della parola niji (a quel tempo) dice: «Nei termini della nostra pratica vorrei pertanto sottolineare che "a quel tempo" appare solo quando preghiamo davanti al Gohonzon manifestando la determinazione e la consapevolezza della nostra missione per kosen-rufu. Dobbiamo stabilire uno scopo, recitare e agire. Se non facciamo in questo modo, il nostro ambiente non cambierà minimamente, la condizione descritta con le parole "a quel tempo" non si manifesterà nemmeno dopo cinque o dieci anni» (D. Ikeda, Il capitolo Hoben, ed. Esperia, pag. 38). "A quel tempo" indica il…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 13 giugno 2018

Immagine
"L’uovo di un uccello all’inizio contiene solo acqua, ma da questa acqua, senza l’intervento di nessuno, si sviluppano un becco, due occhi e tutto il resto e infine un uccello che vola nel cielo. Anche noi, benché abbiamo un corpo vile chiuso nel guscio dell’ignoranza, covati dalla recitazione di Nam-myoho-renge-kyo, sviluppiamo il becco delle trentadue caratteristiche maggiori del Budda e le piume degli ottanta segni minori e possiamo volare nel cielo del vero aspetto di tutti i fenomeni e della realtà di tutte le cose."

Dal Gosho "Lettera a Niiike" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 914)
stampa la pagina

Mappa della felicità - 13 giugno

Immagine
Per far crescere i figli bisogna avere pazienza. Far crescere una persona richiede tanta cura. E' normale che le cose non vadano subito come si desidera. Perciò, nell'educare i bambini, nel far crescere persone di valore, non si può ottenere il massimo risultato col minimo sforzo.
stampa la pagina

Giorno per giorno - 13 giugno

Immagine
Tutto ha origine dalla speranza. Se i membri progrediscono con speranza e allegria non avremo nulla da temere né nel presente né in futuro. La Legge mistica continuerà a diffondersi fino a quando coloro che l’abbracciano saranno forti.
stampa la pagina

Storia di un viaggio: dal sentimento di separazione alla vicinanza

Immagine
di Patrizia Valcarenghi*
Sono cresciuta con due genitori meravigliosi, ma come talvolta accade, fin da piccola ho avuto un rapporto molto ambivalente e conflittuale con mia madre. Due modi diversi di vedere il mondo, due modi diversi di sentire le cose, due storie che non si incontravano mai. Si è fatto largo in me il sentimento di essere cresciuta “orfana” di madre, non perché non ci fosse stata, ma perché non c’è mai stata nel modo che serviva a me, nel modo in cui mi ero immaginata e di cui avevo profondamente bisogno. Un grande sentimento di nostalgia e struggimento mi prendeva ogni volta che mi allontanavo da casa. Era lei che mi mancava più di ogni cosa, e a lei scrivevo. La lontananza mi permetteva di scrivere però alla mamma immaginata, desiderata, non a quella reale con la quale dopo poco tempo passato insieme mi scontravo inevitabilmente. Il sentimento di nostalgia per qualcosa che non c’era, quello di non sentirmi amata per quello che ero, quindi un grande senso d’inadeguat…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 12 giugno 2018

Immagine
Le dieci direzioni sono eho (l'ambiente) e gli esseri viventi sono shoho. L'ambiente e` paragonabile all'ombra e l'essere vivente al corpo. Come senza il corpo non c'e` l'ombra, cosi` senza essere vivente non c'e` ambiente. Inoltre, l'essere vivente e` influenzato dall'ambiente.
Da "Sui presagi" (Gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 4, pag. 131)
stampa la pagina

Mappa della felicità - 12 giugno

Immagine
La grandezza di chi agisce in modo corretto verrà sicuramente riconosciuta, nonostante il disprezzo e le critiche di coloro che nutrono pregiudizi. Un'azione sincera susciterà senza dubbio l'ammirazione della persona di cuore.
stampa la pagina

Giorno per giorno - 12 giugno

Immagine
L’educazione cambia la vita delle persone. Ecco perché la Soka Gakkai prende così a cuore lo studio del Buddismo, campo di massimo apprendimento: poiché si occupa degli esseri umani, esso è la principale fonte di educazione. Lo studio buddista è l’anima della nostra organizzazione.
stampa la pagina

Il mezzo per ottenere l'illuminazione

Immagine
Il 28 aprile 1253 Nichiren Daishonin proclamò Nam-myoho-renge-kyo. Oggi, nelle nostre case, le persone si incontrano per recitare insieme e insegnare agli altri questa profonda preghiera capace di richiamare la natura di Budda insita nella vita di ognuno
«Ora, all'inizio dell'Ultimo giorno della Legge, io, Nichiren, per primo ho propagato in tutto Jambudvipa i cinque caratteri di Myoho-renge-kyo, che sono il cuore del Sutra del Loto e l'occhio di tutti i Budda. Durante gli oltre duemiladuecento anni passati dalla morte del Budda, nessuno li ha mai propagati, nemmeno Mahakashyapa, Ananda, Ashvagosha, Nagarjuna, Nan-yüeh, T'ien-t'ai, Miao-lo o Dengyo. Miei discepoli, serrate le fila e seguitemi e sarete superiori a Mahakashyapa o Ananda, a T'ien-t'ai o Dengyo!» (RSND, 1, 679). La prima volta che si ascolta il suono di Nam-myoho-renge-kyo può sembrare una strana cantilena, ma in realtà quel coro armonioso di voci è una preghiera profonda diretta a risvegliare …
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 11 giugno 2018

Immagine
"Per te che sei un laico, la cosa più importante è recitare unicamente Nam-myoho-renge-kyo e sostenere i preti. Devi inoltre insegnare agli altri secondo le tue capacità, come dice il sutra. Quando questo mondo ti fa tribolare, recita Nam-myoho- renge-kyo ricordando che, se le sofferenze in questa vita sono penose, quelle nella prossima vita possono essere molto peggiori; quando sei felice, recita Nam-myoho-renge-kyo ricordando che la felicità in questa vita non è che un sogno dentro un sogno, e che la vera felicità è quella che si trova nella pura terra del Picco dell’Aquila."

Dal Gosho "Le quattordici offese" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 674-675)
stampa la pagina