La donazione del tesoro, del coraggio e della legge

La rivoluzione umana trasforma la nostra visione negativa del mondo in tutte le sfere della vita.
È sorprendente come praticando con sincerità lo spirito dell'offerta sia possibile cambiare concezione che abbiamo del denaro e non solo; dipende da quanto riusciamo a purificare la nostra mente.
Il Buddismo riconosce tanti tipi di donazione, le principali sono tre: la donazione del tesoro, la donazione della Legge e la donazione del coraggio.
Tutte e tre sono legate alla "pratica per gli altri", e queste azioni altruistiche sono la vera fonte dei benefici perché sfidano il nostro egoismo e autocompiacimento, obbligandoci a sviluppare compassione per le persone.
Per donazione del tesoro si intende l'offerta del nostro tempo, delle capacità che abbiamo e l'offerta in denaro per sostenere l'organizzazione e tutte le attività volte a condividere con gli altri la filosofia di Nichiren.
La donazione della Legge è insegnare agli altri, in concreto, la pratica corretta, la donazione del coraggio consiste nell 'aiutare gli altri a superare le difficoltà e la sofferenza, incoraggiandoli a sfidarsi, vincere e diventare assolutamente felici.
Questo ultimo tipo di donazione è il vero nocciolo della pratica buddista nonché punto focale di tutte le nostre donazioni e offerte.
Serve una preghiera sincera, uno studio diligente, ma soprattutto una pratica per gli altri.
L'attività per i membri è di per sé un'offerta, e l'offerta di rispettare gli altri ci porta a purificare i sensi.
Purificare la mente per come consideriamo gli altri, purificare la vista per come vediamo gli altri e alla fine il risultato che se ne trae è che vediamo noi stessi sotto un'altra luce.

Estratto da Il Nuovo Rinascimento n° 498
stampa la pagina

Commenti

Posta un commento