Virtù invisibili, ricompense visibili

Editoriale di Daisaku Ikeda:
tratto da Daibyakurenge, ottobre 2009

Con lo sguardo rivolto al sole della speranza
viviamo anche oggi
con la condizione vitale
fresca e piena di energia
del tempo senza inizio.

Il noto scrittore e poeta tedesco Johann Wolfgang von Goethe (1749-1832) fu maestro nell'arte di vivere una vita piena di energia giovanile fino all'ultimo giorno. In una delle sue poesie scrisse:
Se vuoi costruirti una vita deliziosa,
non devi dolerti del passato,
e anche se qualcosa andasse perduto
agisci sempre come fossi appena nato.
Chi si impegna con tutte le energie a realizzare la sua nobile missione è libero dal rimpianto, dall'autocommiserazione e dalla lamentela, e avanza giorno dopo giorno con uno spirito fresco e una rinnovata determinazione. Poiché il sole del tempo senza inizio risplende nel cuore di tutti coloro che recitano Nam-myoho-renge-kyo, abbiamo potuto continuare ad avanzare verso kosen-rufu con intrepida speranza, di fronte a qualsiasi ostacolo. Questo è l'orgoglio del nostro movimento Soka, alle soglie del suo ottantesimo anniversario.
Neelakanta Radhakrishnan, un importante studioso indiano del pensiero di Gandhi, ha osservato: «Voi, membri della SGI, avete affrontato molte prove e difficoltà. Questo è il motivo per cui resistete in eterno. Il fatto che dobbiate sottoporvi a numerose sfide è la dimostrazione che state crescendo e diventando ancora più forti. Questa è una legge naturale».
Il Daishonin senza dubbio
vi applaudirebbe
e vi loderebbe.
Il beneficio dell'ottenimento della Buddità
durerà in eterno.
Il Buddismo insegna che la vita è eterna e attraversa le tre esistenze di passato, presente e futuro. Il fatto che ci stiamo impegnando per propagare la Legge mistica in questa esistenza è il risultato di cause estremamente profonde che abbiamo messo nel passato. Nel decimo capitolo del Sutra del Loto, Il maestro della Legge, ad esempio, troviamo questo passo significativo: «Tali persone hanno già offerto doni a centomila milioni di Budda; sotto quei Budda hanno adempiuto il loro grande voto e, mossi da compassione per gli esseri viventi, sono nati in questo mondo umano» (SDL, 208).
Alla luce di questo passo, si può affermare che noi della Soka Gakkai, campioni di kosen-rufu, già nelle esistenze passate abbiamo dedicato con convinzione la nostra vita alla pratica buddista, abbiamo compiuto il grande voto di guidare gli altri all'Illuminazione e siamo diventati Budda, vincitori nel regno della vita stessa. Inoltre, abbiamo scelto deliberatamente di rinascere nell'epoca malvagia dell'Ultimo giorno della Legge in questo mondo pieno di conflitti, insieme ai nostri maestri, per aiutare a liberare le persone dalla sofferenza. Questa è la vera identità di tutti i sinceri membri della Gakkai.
Il nostro movimento è una gioiosa e ottimistica assemblea di persone traboccanti della forza e della saggezza del Budda. Questa forza e questa saggezza ci rendono capaci di superare ogni ostacolo nel nostro cammino e di realizzare felicità, giustizia e pace per noi e per gli altri.

Mettendo cause positive
nella nostra nobile impresa giorno dopo giorno
siamo certi di accumulare
un'infinita buona fortuna
che fluirà in eterno fino ai nostri successori.
Nichiren Daishonin ci promette che «dove c'è una virtù invisibile, ci sarà una ricompensa visibile» (Virtù invisibile e ricompensa visibile, RSND, 1, 806). Troppo spesso nel mondo disegni disonesti e tortuosi sembrano prevalere, mentre gli sforzi sinceri e onesti non ricevono ricompensa: una contraddizione che ha indignato il cuore delle persone di coscienza in tutte le epoche e in ogni luogo. Tuttavia il Buddismo del Daishonin, secondo il quale la virtù invisibile genera una ricompensa visibile, garantisce che chi ha lavorato duramente dietro le quinte alla fine raccoglierà immensi benefici e fortuna. Questo è un principio serio e imparziale. Individui senza scrupoli che infliggono sofferenze a persone buone e oneste non possono sfuggire all'inflessibile meccanismo della Legge di causa ed effetto. Alla fine saranno sommersi dall'infelicità e dal rimpianto.
Per tutto l'anno, in ogni stagione e condizione atmo­sferica, le donne della Soka Gakkai, madri di kosen-rufu, si stanno impegnando con incomparabile energia e saggezza per trasformare radicalmente la società, promuovendo la nostra filosofia e gli ideali buddisti di felicità assoluta.
Mia moglie e io ricorderemo sempre le parole di una ex responsabile del Kansai: «Abbiamo imparato l'importanza di una fede incrollabile dai tre presidenti della Soka Gakkai. Ecco perché siamo determinate a trasformare qualunque situazione negativa in qualcosa di positivo, secondo il principio di "trasformare il veleno in medicina". Ognuno di noi deve diventare una persona che può dichiarare con convinzione incrollabile: "Non mi lascerò sconfiggere!"».
Iscritti rispettivamente sul lato destro e sinistro del Gohonzon troviamo i caratteri cinesi che indicano: «Coloro che affliggono o tormentano [i praticanti del Sutra del Loto] avranno la testa spaccata in sette pezzi» e «Coloro che fanno offerte [a loro] godranno di buona fortuna superando i dieci onorevoli titoli [del Budda]». Quando recitiamo davanti al Gohonzon una preghiera energica, la luce giusta e imparziale della Legge mistica rivelerà col tempo la ricompensa per il bene, la punizione per le azioni scorrette e il trionfo definitivo della verità sulla falsità.
Toda dichiarò con invincibile convinzione: «Il Gohonzon [il potere di Nam-myoho-renge-kyo] non abbandonerà coloro che hanno sostenuto con sincerità la Soka Gakkai. Dobbiamo avanzare con fiducia nella vita, e come Gakkai nel suo insieme. Se alla fine vinciamo, avremo vinto in tutto».
Riferendosi al nostro movimento, Karel Dobbelaere, ex presidente della Società Internazionale per la Sociologia della religione, ha commentato: «Il Buddismo di Nichiren si considera il "Buddismo della semina", intendendo che è sempre possibile mettere una nuova causa che produca un nuovo effetto».
I semi che piantiamo ora sono fondamentali. Insieme apriamo con coraggio la strada a una rinnovata crescita mentre ci dirigiamo verso la pietra miliare dell'ottantesimo anniversario, il prossimo anno.
Ora è tempo di alzarsi,
ora è tempo di avanzare,
aprendo una grande
strada nuova
per kosen-rufu!

NR n° 430 - 1 novembre 2009
stampa la pagina

Commenti

  1. Ogni volta che mi alzo ricado

    RispondiElimina
  2. Anche io, ma non dobbiamo mollare! ;) Oggi é una meravigliosa giornata per vincere! Un abbraccio!

    RispondiElimina

Posta un commento

E' possibile inserire il tuo vero nome o un nickname scegliendo "Nome/URL"