La vita che abbiamo riflette unicamente il modo in cui la viviamo

Se vi sentite tristi e soli, accettate questi sentimenti. Non cercate di distrarvi con divertimenti superficiali, non cercate di far finta di niente, sminuendoli. Attraversateli fino in fondo, sopportateli con coraggio e trasformarteli in nutrimento per la vostra crescita. Le persone, come i fiori, hanno bisogno di luce. Se nessuno le apprezza o se ne cura, il loro cuore si inaridisce. Perciò vi prego di essere come il sole, che irradia tutti con la sua luce. Le persone, come i fiori, hanno anche bisogno di acqua. Il nostro cuore si inaridisce se non diamo coraggio e felicità a noi stessi, se non accendiamo il nostro entusiasmo. Le persone capaci di incoraggiare se stesse sono veramente ispiratrici e riescono a comprendere il dolore e la sofferenza degli altri. Trovate le parole, la forza e la saggezza per portare felicità al vostro cuore. Quando vi sentite giù, cercate di risollevarvi. Se non volete bene a voi stessi non potete amare gli altri. Se siete timidi e sensibili, va benissimo. La durezza e l'insensibilità non sono requisiti per diventare adulti. Nemmeno i fiori, peraltro, sono fatti di cemento; sono morbidi, delicati e fragili. Le persone che per tutta la vita rimangono sensibili ai pensieri e ai sentimenti degli altri sono veramente forti. Il nostro destino non ci arriva dal di fuori ma prende forma nel nostro cuore, giorno per giorno. Se la vita ci sembra noiosa, forse è perché ci siamo permessi di cadere nella noia. Se la vita ci sembra vuota, è perché abbiamo consentito a noi stessi di diventare vuoti e superficiali. Se ci siamo stancati della vita, forse la vita potrebbe dire la stessa cosa di noi! La vita che abbiamo riflette unicamente il modo in cui la viviamo.

Daisaku Ikeda - Buddismo e Società n. 181, p. 31
stampa la pagina

Commenti