Tre aspetti del Karma

In uno scritto Nichiren Daishonin scrive: "Si diviene devoti del Sutra del Loto in virtù della propria tendenza karmica passata. E' la relazione karmica che determina quali fra tanti alberi vengono scelti per farne immagini del Budda. Ed è sempre a causa del karma che alcuni diventano statue dei Budda degli insegnamenti provvisori" (RSND, vol.1, p.342). In questa citazione sono contenuti tre importanti aspetti del karma, tre facce attraverso cui si manifesta.

La prima è la tendenza karmica, che a seconda dei casi può essere forte o debole. E' la predisposizione o carattere col quale agiamo ed è il risultato dell'aver ripetuto in maniera costante determinate azioni.

[...] La seconda faccia del karma tocca un aspetto in cui prima o dopo dal punto di vista familiare, sentimentale o lavorativo - tutti veniamo coinvolti e spesso con grandi sofferenze. Si tratta della relazione karmica, che può essere profonda o superficiale, oppure spessa o sottile. [...]

Il terzo aspetto è la causa karmica, che può essere pesante o leggera. Di solito quando si parla di karma in senso generale si riferisce a questo. Si tratta appunto delle cause poste nel passato attraverso pensieri, parole e azioni.

Come si legge nell'Apertura degli occhi: "Se vuoi conoscere le cause del passato, guarda gli effetti del presente; se vuoi conoscere gli effetti del futuro, guarda le cause del presente" (RSND, vol.1, p.252).

Karma - I tascabili - pagg. 9, 12, 14
stampa la pagina

Commenti

Posta un commento

E' possibile inserire il tuo vero nome o un nickname scegliendo "Nome/URL"