Il Sutra del Loto #29

La pratica dei Bodhisattva della terra nell'era moderna

Il capitolo Emergere dalla terra del Sutra del Loto dice dei Bodhisattva della Terra: «In questo mondo di saha dimorano nello spazio vuoto della parte inferiore» (The Lotus Sutra, pag. 220). Riguardo al termine “parte inferiore”, il Daishonin dice: «La parte inferiore rappresenta il principio di verità» (Gosho Zenshu, pag.751). Essi sono bodhisattva del “mondo di verità”, venuti coraggiosamente fra la gente del mondo di saha, quali emanazioni della grande Legge dell’universo, Nam-myoho-renge-kyo.
Quindi non restano mai senza risorse, possono attingere forza vitale e saggezza illimitata dal mondo della Legge mistica e diffondere questa Legge sopportando grandi persecuzioni nel mondo inquinato dell’Ultimo giorno della Legge.
Tutti coloro che propagano il Buddismo in questo mondo corrotto, come ha insegnato il Daishonin, sono senza eccezioni Bodhisattva della Terra.
Al giorno d’oggi, i membri della SGI corrispondono perfettamente alla descrizione dei Bodhisattva della Terra del sutra.
Essi sono descritti come “saldi nell’intenzione e nel pensiero” (The Lotus Sutra, pag. 216), persone di salda determinazione che, una volta messesi in azione, vanno fino in fondo. Includono quei pionieri (Tahokai) che, nonostante le calunnie e le offese ricevute, hanno perseverato nella fede fin dagli albori del nostro movimento.
Il sutra descrive i Bodhisattva della Terra anche come: «Persone che apprendono sapientemente la vita del bodhisattva, senza essere sporcati dalle cose del mondo come il fiore di loto nell’acqua» (The Lotus Sutra, pag. 222).
In un mondo preda delle cinque impurità, i membri della SGI, senza sporcarsi, vivono sinceramente nel mondo del Buddismo e aiutano a diventare felice chi soffre nelle acque melmose della società. Chi rifiuta di andare fra la gente e abbandona la società, isolandosi sulle montagne, non può comprendere la missione dei Bodhisattva della Terra. Inoltre, il sutra dice che essi «sono abili nelle domande e nelle risposte difficili, la loro mente non conosce paura. Hanno coltivato con fermezza una mente costante, retta in dignità e virtù» (The Lotus Sutra, pag. 223).
“Abili nelle domande…” significa che sono esperti nel dialogo, grazie alla saggezza maturata vivendo in prima linea nella società. Sanno controbattere gentilmente l’offesa dicendo qualcosa come: «Perché prima non discutiamo di cosa vuol dire condurre una vita felice?».
L’affermazione “la loro mente non conosce paura” descrive voi, uomini e donne, che, senza timore, lottate risolutamente contro i poteri malvagi che vorrebbero calpestare la gente.
“Hanno coltivato con fermezza…” dice il brano. Questa tenacia è il vostro forte. Intorno a voi ci sono persone che si lamentano sempre, oppure che pensano solo a sé. Ma voi non abbandonate mai un amico: siete perseveranti, e sempre perseverando avete anche superato le difficoltà della vostra vita. Siete re e regine di compassione e convinzione.
“Retta in dignità e virtù” significa che il vostro cuore e la vostra vita risplendono, emanando un magnetismo che attira le persone. Nessuno può dubitare della grandezza del Buddismo davanti a una virtù umana così ricca.
In questo mondo ognuno di voi ha il potere dei Bodhisattva della Terra. Sentendo questa descrizione, sicuramente a molti verrà in mente un certo responsabile di capitolo, un pioniere del movimento o quella data responsabile della Divisione donne.
Ogni Bodhisattva della Terra è un “tesoro fra le persone” (The Lotus Sutra, pag. 221). Essi sono tesori della comunità, della nazione e del mondo. Ecco quanto siete preziosi e degni di rispetto. Avete il coraggio di proteggere strenuamente la Legge mistica, incoraggiando gli altri e cercando di alleviare la sofferenza della loro vita. Rispettate tutti dal profondo del cuore, secondo lo spirito del Sutra del Loto e dei Bodhisattva della Terra, che appaiono quando la gente soffre di più e dove c’è la più grande tristezza.
stampa la pagina

Commenti