Giorno per giorno - 5 luglio

Cosa significa per noi raggiungere la Buddità? Non significa che un giorno, all’improvviso, ci trasformeremo in Budda o diventeremo illuminati come per magia. In un certo senso, con “ raggiungere la Buddità” si intende che siamo entrati nello stato della Buddità intrinseca nell’universo. Più che una destinazione finale statica a cui arrivare e in cui rimanere, raggiungere la Buddità è stabilire una solida fede con cui continuare ad avanzare lungo il cammino della felicità assoluta, senza fine.
stampa la pagina

Commenti

  1. Proprio ieri in Zadankai, dove c'erano due shakubuku, si discuteva di questo: non è semplice spiegare cosa sia la Buddità a chi non lo sperimenta sulla propria pelle.
    Si potrebbe dire che è la nostra forza interiore, la nostra grande saggezza, la parte più bella della nostra anima... ma qualsiasi cosa si possa dire, anche la più positiva e completa, sarebbe comunque sempre poco. La Buddità è uno stato vitale a sé stante, che comprende qualsiasi aspetto della nostra vita e gli dona una nuova luce, una nuova chiave di lettura, nuovi aspetti.
    E ieri stesso riflettevo sul fatto che sia davvero presente in tutti, in forma potenziale: in effetti anche in me stesso, nel periodo d'Inferno che ho vissuto, la Buddità si è manifestata senza che io lo sapessi (in effetti allora nemmeno praticavo) quando ho fatto ricorso alla mia forza interiore per superare i miei problemi. La pratica Buddista serve a risvegliarla, a metterci in contatto con essa in modo che non sia più presente "solo quando se ne ha bisogno", ma in tutti gli istanti della nostra vita.

    Magari ho detto qualcosa di ovvio, ma ci tenevo molto a commentare!

    RispondiElimina

Posta un commento