Rispetto per gli altri

Il beneficio di coloro
che si impegnano per kosen-rufu
con lo spirito luminoso e aperto
del Bodhisattva Mai Sprezzante
durerà per eoni infiniti.

Scrive Nichiren Daishonin: «Cosa significa il profondo rispetto del Bodhisattva Fukyo (Mai Sprezzante) per la gente? Il vero significato dell'apparizione del Budda Shakyamuni in questo mondo sta nel suo comportamento da essere umano» (I tre tipi di tesori, SND, 4, 179).
Rispetto per gli altri: questa è l'essenza della pratica del Sutra del Loto. Il proprio comportamento come essere umano è il punto di partenza e il punto d'arrivo del Buddismo. Come indica il suo nome, il Bodhisattva Mai Sprezzante non guardava mai nessuno dall'alto in basso né provava mai disprezzo, ma anzi si inchinava di fronte a ogni persona in segno di rispetto, proclamando che tutti avrebbero certamente conseguito la Buddità praticando la via del bodhisattva (vedi SDL, 20, 355).
È proprio questo tipo di dialogo e di impegno totale nelle relazioni con gli altri che i membri della Soka Gakkai stanno mettendo in pratica, rispettando tutte le persone e apprezzandole in quanto individui, in totale accordo con gli insegnamenti del Daishonin.
La pratica del rispetto per gli altri messa in atto dal Bodhisattva Mai Sprezzante viene naturalmente contrastata e osteggiata dalle forze dell'arroganza, che portano a disdegnare e a disprezzare gli altri. D'altro lato, per coloro che difendono la causa della giustizia incontrare persecuzioni è un onore. È la dinamica della incessante lotta fra la natura di Budda inerente a ogni forma di vita e la natura demoniaca dell'autorità e del potere. Come ebbe a dichiarare il mio caro amico Nelson Mandela, ex presidente del Sudafrica, vigoroso paladino dei diritti umani, la battaglia contro l'ingiustizia è una battaglia per difendere la nostra umanità: «Dall'esperienza di una catastrofe umana di proporzioni inaudite, durata sin troppo a lungo, deve nascere una società di cui tutta l'umanità possa andare fiera».

Daisaku Ikeda - Tratto da il Nuovo Rinascimento n° 379 dell' Agosto 2007
stampa la pagina

Commenti

Posta un commento