Una stretta relazione

Non dualità di vita e ambiente (esho funi), un aspetto di quella Legge che invochiamo ogni giorno, eterna e immutabile, vuol dire questo: esiste una stretta relazione fra il singolo e il proprio ambiente, micro o macro che sia. Quanto diviene evidente allora l'assoluta necessità di coltivare nella nostra vita la decisione di sperimentare l'impossibile. Da questo nasce tutto il resto. Quando il Daishonin scrive che «Nam-myoho-renge-kyo è il mezzo meraviglioso per porre veramente fine agli ostacoli fisici e spirituali di tutti gli esseri viventi» (SND, 9, 119), quanto credo di essere compreso fra quei tutti? Quando dice che finché riponiamo la nostra fede in questo sutra tutti i nostri desideri si realizzeranno (SND, 8, 99), quanto credo che i miei desideri rientrino fra quei tutti? Credere a questo è la cosa più difficile per un essere umano, perché solo l'emergere della Buddità nella nostra vita permette di crederci davvero.

Nuovo Rinascimento numero 370/2007
stampa la pagina

Commenti