Vincete con la sola parola "fede"

di Daisaku Ikeda

Il Daishonin ci insegna come l'atteggiamento che ci consente di vincere sulla natura demoniaca della nostra mente è proprio quello di non retrocedere mai nella fede. Colui che non indietreggia mai e che persegue la sua battaglia nella fede, qualunque situazione si trovi ad affrontare, è un vincitore nella vita.Il primo presidente della Soka Gakkai, Tsunesaburo Makiguchi, dichiarò: «Il Daishonin ci insegna: "Quando accade un grande male, seguirà un grande bene" e ancora: "Che motivo avete di lamentarvi?" (Grande male e grande bene, RSND, 1, 992). In qualsiasi momento e in qualunque luogo, fate di questo male la molla che farà scattare in voi un grande cambiamento». Non bisogna mai lamentarsi, neanche minimamente. Solo con quella fede che ci spinge ad avanzare sempre svilupperemo la forza che ci permetterà di sconfiggere il "grande male" e di trasformarlo in "grande bene".
Non avanzare equivale ad allontanarsi dalla fede. Le forze demoniache si vincono solo attaccandole con costanza e tenacia, un passo dopo l'altro. Finché non abbiamo raggiunto la vittoria finale non dobbiamo smettere di avanzare, neanche per un momento. È importante mantenere questo spirito. È questa determinazione, infatti, che decide la nostra vittoria o la nostra sconfitta. Il secondo atteggiamento è quello di sfidarsi continuamente, perché per sollevare un "grande esercito" è assolutamente necessaria la nostra ferma determinazione a sfidare la natura demoniaca fondamentale che pervade l'immenso universo, ovvero il Demone del sesto cielo. La vera natura del Demone del sesto cielo è infatti l'oscurità fondamentale. Nella politica, nell'economia, nell'educazione o nella cultura, fin nell'intera comunità internazionale, se le persone non riusciranno ad annientare quest'invisibile natura demoniaca, inerente alla vita umana, non potranno mai conseguire la vera felicità. 

(N R n° 474 Ott-2011)
stampa la pagina

Commenti