L'eredità trasmessa è Nam-myoho-renge-kyo

Da Shakyamuni in poi

«Finora nessuno mi aveva fatto una domanda sulla trasmissione dell'eredità della Legge fondamentale della vita. È ammirevole, ammirevole! Comprendi profondamente ciò che ho spiegato dettagliatamente in questa lettera. Pratica solo Nam-myoho-renge-kyo, l'eredità trasmessa da Shakyamuni e Molti Tesori al bodhisattva Pratiche Superiori.
La funzione del fuoco è bruciare e dare luce. La funzione dell'acqua è lavare la sporcizia. Il vento spazza via la polvere e infonde la vita nelle piante, negli animali e negli esseri umani. La terra produce le piante e gli alberi, e il cielo provvede all'umidità che reca nutrimento. Anche i cinque caratteri di Myoho-renge-kyo operano così: sono le funzioni benefiche dei Bodhisattva della Terra, discepoli del Budda nella sua vera identità. Il Sutra del Loto dice che il bodhisattva Pratiche Superiori deve apparire adesso, nell'Ultimo giorno della Legge, per propagare questo insegnamento, ma questo è accaduto realmente? Che il bodhisattva Pratiche Superiori sia apparso o no, Nichiren ha già cominciato la propagazione».

Dopo aver lodato Sairen-bo per aver fatto una domanda così importante, Nichiren rivela i benefici del vero Bodhisattva della Terra, incoraggiandolo a praticare con la fiducia che Nam-myoho-renge-kyo è l'eredità trasmessa dai Budda Shakyamuni e Molti Tesori (Taho) al bodhisattva Pratiche Superiori (Jogyo).
«Pratica solo Nam-myoho-renge-kyo, l'eredità trasmessa da Shakyamuni e Molti Tesori al bodhisattva Pratiche Superiori».
Nam-myoho-renge-kyo è la Legge fondamentale che permette a tutta l'umanità di raggiungere l'Illuminazione; quindi tutti i Budda, compresi Shakyamuni e Molti Tesori, hanno ottenuto la Buddità grazie a Nam-myoho-renge-kyo. La missione del Bodhisattva Pratiche Superiori è quella di rivelare questa Legge alla gente di Mappo e di propagarla. Qui il Daishonin invita a praticare con la convinzione che non esiste altra via per la felicità assoluta al di fuori della Legge di Nam-myoho-renge-kyo propagata dal bodhisattva Pratiche Superiori, che è lo stesso Nichiren. Esorta a non avere dubbi riguardo a ciò e a non cercare una via alternativa.
Poi spiega «le funzioni benefiche dei Bodhisattva della Terra», paragonandole alle funzioni dei cinque elementi di terra, acqua, fuoco, vento e cielo, che secondo la scienza dell'epoca erano i costituenti dell'universo. Il fatto che ciascuno di essi abbia funzioni proprie significa che tutto si sostiene reciprocamente, e che non c'è niente che non abbia valore. In altre parole, l'intero universo ha di per sé la funzione di nutrire tutte le cose, cioè la funzione della compassione.
Nichiren Daishonin scrive che la funzione del fuoco è di «bruciare e dare luce», consumando le cose con il calore o illuminandole. La funzione innata del fuoco è quella di beneficiare tutte le cose.
Poi scrive che la funzione dell'acqua è di «lavare la sporcizia», spiegando che l'elemento acqua ha la funzione innata di lavare via le impurità.
«Il vento spazza via la polvere e infonde la vita nelle piante, negli animali e negli esseri umani». L'elemento vento ha dunque la funzione sia di rimuovere la polvere sia di infondere la vita, secondo la visione antica del vento come energia vitale dell'universo.
Con la frase: «La terra produce le piante e gli alberi e il cielo provvede all'umidità che reca nutrimento» il Daishonin indica la funzione della terra di dare vita alle piante e il fatto che il cielo provvede alla pioggia nutrendo la terra. La parola "cielo" è considerata anche sinonimo di "spazio".
Dopo aver analizzato le funzioni innate dei cinque elementi, il Daishonin afferma: «Anche i cinque caratteri di Myoho-renge-kyo operano così: sono le funzioni benefiche dei Bodhisattva della Terra, discepoli del Budda nella sua vera identità». Qui Nichiren intende che la funzione della compassione innata dell'universo è in effetti la vera natura di Nam-myoho-renge-kyo. Dichiara inoltre che la vera natura dei Bodhisattva della Terra è quella di manifestare la funzione della compassione intrinseca nella vita attraverso le loro azioni, il loro carattere e il loro comportamento.
La funzione dei Bodhisattva della Terra è quella di rivelare l'essenza della vita, e di aiutare le persone a purificare la loro vita.
Negli Insegnamenti orali (GZ, 715) Nichiren Daishonin chiarisce che i quattro elementi di terra, acqua, fuoco e vento corrispondono ai benefici arrecati dalle quattro guide dei Bodhisattva della Terra.
Il bodhisattva Pratiche Superiori è il simbolo delle supreme pratiche del bodhisattva di bruciare i desideri terreni, illuminando così l'oscuritàdella sofferenza. Perciò corrisponde all'elemento del fuoco. Il bodhisattva Pratiche Pure (Jyogyo) simboleggia la funzione purificatrice della vita, e perciò corrisponde all'elemento dell'acqua. Il bodhisattva Pratiche Infinite (Muhengyo) rappresenta la funzione di spazzare via tutti gli ostacoli e le funzioni malvagie, e simboleggia l'illimitato potenziale della vita che non arriva mai a un punto morto, qualsiasi cosa accada; corrisponde all'elemento del vento che spazza via la polvere e la sporcizia, che libera dalle contaminazioni. Il bodhisattva Pratiche Salde (Anryugyo) rappresenta la sicurezza e la stabilità che derivano dalla pratica buddista. Quindi le sue pratiche corrispondono all'elemento della terra, che nutre e porta stabilità nella vita.
Ku (cielo) è lo spazio, o il paradiso, ed è il simbolo della funzione compassionevole intrinseca nell'universo. Proprio come il cielo, che nutre attraverso la pioggia tutti gli esseri viventi, così Myoho-renge-kyo nutre la vita, ha la funzione di arrecare beneficio a tutte le cose. Myoho-renge-kyo, la Legge essenziale dell'universo, è inerente anche alle funzioni degli altri quattro elementi.
La compassione di cui ho parlato è inerente alla vita stessa, e i Bodhisattva della Terra sono in grado di farla emergere. Questi bodhisattva siete voi, capaci con le vostre azioni di manifestare la compassione di cui siete dotati naturalmente. Tornando al Gosho, Nichiren discute in particolare l'apparizione, nell'Ultimo giorno della Legge, del bodhisattva Pratiche Superiori. Scrive: «Il Sutra del Loto dice che il bodhisattva Pratiche Superiori deve apparire adesso, nell'Ultimo giorno della Legge, per propagare questo insegnamento, ma questo è accaduto realmente? Che il bodhisattva Pratiche Superiori sia apparso o no, Nichiren ha già cominciato la propagazione».
Il Sutra del Loto profetizza l'apparizione del bodhisattva Pratiche Superiori come la guida dei Bodhisattva della Terra nell'Ultimo giorno della Legge. Questo deve accadere, altrimenti il Sutra del Loto affermerebbe il falso. Infine il brano «Nichiren ha già iniziato la propagazione» indica che il Daishonin ha iniziato la missione del bodhisattva Pratiche Superiori di rivelare e propagare Myoho-renge-kyo come eredità della Legge fondamentale di nascita e morte.

Buddismo e Società n.113 - novembre dicembre 2005
stampa la pagina

Commenti