Il grande imbroglione prima o poi arriva

Nel momento in cui si cresce, proprio nel momento in cui la fede avanza, appare il Demone del sesto cielo. “Quando incontra qualcuno che ricerca la Via cerca di ostacolarlo” (Nichiren Daishonin. Lettera ai fratelli). Il suo scopo è indebolire lo stato vitale, impedire che la meraviglia si compia. “C'è davvero qualcosa di insolito nel fluire e rifluire della marea, nel sorgere e tramontare della luna e nell'avvicendarsi dell'estate, dell'autunno e della primavera. Accade qualcosa di insolito anche quando una persona comune raggiunge la Buddità. In quel momento i tre ostacoli e i quattro demoni invariabilmente appariranno: il saggio si rallegrerà, mentre lo stupido indietreggerà." (Nichiren Daishonin. I tre ostacoli e i quattro demoni).
L'apparizione del Demone del sesto cielo è il segno della crescita. Lui cerca di sviare la nostra direzione. Mostra stradine, sentierini improvvisi. Luci girandole e carnevali. Vuole impedirci di pregare, di camminare in avanti, ci vuole fermare. I modi che ha per farlo sono tanti, ma c'è ne uno che è particolare. Non ha l'aspetto rabbioso e infuocato della della collera, non ha la faccia lunga, l'espressione mogia della tristezza e neppure la voce alta del potere. Cosi sarebbe troppo facile riconoscerlo. Lui ha una faccia bella. Ha un modo per indebolire lo stato vitale che è uno dei più ambigui. Si maschera con le cose che ci piacciono di più. Con le cose che ci sembrano libertà. 

di Gianna Mazzini (Tratto da: DuemilaUno n° 63 Lug-Ago1997)
stampa la pagina

Commenti