Ho deciso che

Ho deciso che, per quanto possano mutare le circostanze o le idee della gente, io vivrò, lotterò e avanzerò sempre, fino alla fine, per Kosen-rufu. Voi tutti avete una forte fede. E dedicando il vostro tempo, mettendo a disposizione le vostre capacità, state dando un contributo inestimabile. Tuttavia, così come una persona che dopo aver arato il campo si scorda di seminarlo, può succedere che anni di duro lavoro vengano vanificati dalla mancanza di un ultimo sforzo. Spero non permette rete mai una cosa del genere. Sono sicuro che avete sentito parlare delle caratteristiche di certe stelle collassate. I buchi neri per intendersi. Ebbene, il loro campo gravitazionale è così intenso da assorbire tutta la materia circostante e da impedire perfino alla luce di uscire. Un fenomeno del genere mi ricorda una persona nello stato vitale di inferno che, imprigionata dall'egocentrismo, vuole tutto per se stesso. Non si deve mai perdere lo spirito di gratitudine verso il Gohonzon e l'umiltà nella fede. Questioni mondane come fama, denaro e classe sociale non possono certo arricchire più di tanto una persona. Il beneficio derivante dal vostro Daimoku, al contrario, diventerà un tesoro eterno nella vostra vita. Infine, vorrei concludere queste mie riflessioni esprimendo la speranza che possiate sempre condurre delle vite splendenti e progredire nella fede verso il raggiungimento di Kosen-rufu. 

(Discorso del presidente Ikeda alla seconda riunione del Quartier Generale di Tokyo 28 aprile 1983) 
stampa la pagina

Commenti