Capita...

"Capita a tutti di stare male, di avere periodi neri, disgrazie, pochi soldi o poco cibo. Di avere problemi sul lavoro, di non riuscire a realizzare un sogno proprio quando ci sembra di averlo deciso con tutto il cuore. Così come capita di invecchiare, di sperimentare la malattia nostra e dei nostri cari, di dover fare i conti con la morte. Capita perché tutto questo fa parte di quella meraviglia e di quella perfezione che è la vita stessa. La cosa importante è cosa fare. Come sperimentare le parole del Sutra del Loto con la nostra vita, attingere alla fortuna e ai benefici che ci promette. Invece di lamentarci e lasciarci andare in balia di quanto accade, invece di chiederci perché sembra che per noi non funzioni, proviamo ad agire, a essere attivi, a cercare come insegna Nichiren, come se volessimo trovare acqua nel deserto. Proviamo a chiederci cosa possiamo fare di più. Perché è un cammino infinito, e ci sarà sempre qualcosa che possiamo fare meglio, con più serietà, più costanza, più sorrisi, più generosità.
Sto davvero mettendo al centro della mia vita la Legge mistica? Al centro: ossia prima di ogni altra cosa, prima della pigrizia, del sonno, dei pensieri, del divertimento, delle strategie mentali? Prima della televisione, della palestra, dell’ambizione, anche prima dell’amore? Come faceva Nichiren, come fa il presidente Ikeda? Ho lo stesso loro desiderio di dedicare tutto ciò che sono a kosen-rufu? Lo faccio? Condivido il loro voto di aiutare gli altri – tutti gli altri, nessuno escluso – a sperimentare la gioia che deriva dalla Legge?"

Buddismo e Società numero 159
stampa la pagina

Commenti