Darksecretinside ha detto...

Quando mi avvicinai alla pratica, era il periodo più brutto della mia vita... cominciato molti, molti anni prima...
In quel periodo, incontrai moltissimi buddisti, persone anche 20 anni più grandi di me, io avevo 15/17 anni. Scoprii quanto mi accumunavano dei concetti, dei modi di pensare che tenevo per me da sempre, solo qualche volta li esternavo con i soli risultati di essere definita "particolare".
Mi avviai alla pratica, andai alle riunioni ma svenivo costantemente. Il mio Karma così catastrofico mi rendeva tutto il marcio che andava espiato (ma era così catastrofico che non si poteva reggere) brutte cose accadevano con la gente, in famiglia e ciò che era fragile, s'infrangeva inesorabilmente. Era impressionante ciò che mi accadeva appena cominciavo con il Daimoku. Era come una parola magica, ciò che volevo veniva a me immediatamente ed impressionatamente.
Un giorno conobbi una signora, una ex insegnante in pensione buddista che, guardandomi acquistare incenso in un bazar etnico, esordì con queste parole: "Tu lo sai che nel medioevo, chi bruciava incenso, veniva messo al rogo? "Sono impazzita perchè la signora di me non sapeva nulla e non sapeva quanto me.
Stavo troppo male e dovetti smettere per via dei costanti svenimenti. Ho un energia ed una forza che va aldilà ed ho anche una indiscussa fede in Dio come ti spiegai precedentemente. Oggi questi due parallellismi convivono in armonia con me. "Il mio seme" è vigile e recettivo e non riesco a scindermi. Non posso credere a Dio, all'anima, pregare e fare Daimoku, mi dissero... e così abbandonai ai tempi. Ma conservo quel libriccino e quello che io chiamo "l'omino" in un telo, il tutto mi fu regalato e sono felice d'aver incontrato nella mia vita il cammino nella quale, da sempre, inconsapevolmente vivo.
Grazie delle testimonianze. Mi fa piacere ascoltare storie/esperienze. 
Ho 2 meravigliosi, unici, amici uno da 18 anni, l'altro da 10 e sono omosessuali. Credo che in amicizia, non abbia mai trovato di più meraviglioso e che non abbia mai amato tanto un amico/a, come amo loro e come loro amano me!

(commento del 23 giugno 2009)
stampa la pagina

Commenti