Fede e lavoro #1

“La seconda virtù, la lealtà al tuo signore, significa che nella mente non dovresti nutrire la minima infedeltà nei suoi confronti. Anche se dovessi essere ucciso, pensa che ciò andrà a suo beneficio. Come dice il proverbio, la fede invisibile produce virtù visibili.”
Non si deve essere minimamente infedeli al “signore” che si serve. Sia che i propri sforzi siano riconosciuti oppure no, Nichiren ci insegna che il sincero accumulo di virtù invisibili finirà per risplendere come ricompensa visibile.
Per esempio, forse vi state sforzando duramente nel vostro lavoro e tuttavia i vostri sforzi non vengono apprezzati e ricompensati adeguatamente. Ma se perseverate nel vostro impegno per migliorarvi, basandosi sempre sulla fede, e continuate ad ottenere buoni risultati, svilupperete una maggiore capacità di conquistare la fiducia degli altri. Forgerete i “tesori del corpo”. Se combattete le vostre preoccupazioni con la fede, si trasformeranno in fortuna, nei “tesori del cuore”.
Vincete dove site ora. Sviluppatevi nel contesto della vostra vita quotidiana. Questo è il vero significato del principio che “la fede si manifesta nella vita quotidiana”.
Il presidente Toda una volta disse: “ Nichiren Daishonin afferma: “Se si conosce il Sutra del Loto si possono comprendere gli affari di questo mondo”. In altre parole, questo brano indica che tutti coloro che abbracciano il Gohonzon dovrebbero sapere come migliorare la propria vita e i propri affari. Ciò nonostante, ci sono membri che trascurano di sforzarsi di acquisire questa conoscenza, che non studiano e non si spremono le meningi per capire il funzionamento della vita quotidiana. Se a causa di ciò che essi non capiscono, pensano o fanno pensare agli altri che la ragione del cattivo andamento dei loro affari è il Gohonzon, che non funziona, non stanno facendo altro che offendere la Legge”.
Dobbiamo vincere nella società, in famiglia e nella vita in generale. Questo è il trionfo della fede. Il signor Toda ci insegnava severamente che praticare la fede senza sforzarsi di vincere equivale a offendere la Legge.
Nichiren va avanti dicendo che fare distinzione tra le questioni mondane e la Legge buddista è un insegnamento superficiale, precedente al Sutra del Loto. Spiega invece che il profondo insegnamento del Sutra del Loto chiarisce che tutte le faccende umane sono di per sé Buddismo.
Afferma infatti che “il vero sentiero consiste negli affari di questo mondo” e che “il Sutra del Loto spiega che in fin dei conti le cose del mondo sono la totalità del Buddismo”.
stampa la pagina

Commenti