Elisa ha detto...

dossier le storia del budda

@fabrizio Ciao, mi colpisce quello che dici perchè comincio a vedere un pò di luce dopo un periodo nero nero che non è ancora concluso; non posso darti un consiglio preciso, perchè non riesco a definirmi una buona praticante e pratico da poco più di un anno, non frequento gli zadankai da tempo e sento che al momento ho bisogno di questo e sicuramente è contraddittorio ma non voglio ragionarci troppo. ho continuato a cercare nello studio e nella preghiera e sento che la vita ricomincia a scorrere, o meglio non ha mai smesso, e finalmente comincio a percepire il cuore di sensei, pur con tanti nodi nel percorso. però ho fiducia che passando la spazzola, non con violenza, ma passandola e passandola i nodi piano piano si sciolgono e succedono cose inaspettate, insomma, l'unica cosa che mi sento di dirti è di continuare a pettinare, credi in te, hai la chiave e riuscirai ad afferrarla.

(commento del 12 settembre 2014)
stampa la pagina

Commenti

  1. Mi fa tanto piacere rileggere il mio stesso commento perchè ricordo esattamente come stavo quando l'ho scritto. Non stavo bene affatto eppure sono riuscita, grazie al legame col gohonzon e sensei, ad andare avanti, a ricominciare a praticare correttamente, a risollevarmi, ad ottenere benefici via via più grandi, sempre in mezzo a tanti ostacoli, fino a svoltare davvero, perciò non posso che ringraziare la Soka Gakkai, i maestri e i compagni.
    Grazie grazie grazie.
    Non smettete mai di praticare, perchè dietro la montagna della sofferenza c'è un sole più splendente che mai :)

    RispondiElimina
  2. Grazie a te per il blog e la cura che ci metti :)

    RispondiElimina

Posta un commento