La qualità della vita #10

“La legge del Budda riguarda principalmente la vittoria e la sconfitta.”
Senza vittoria, non c’è felicità. La vera vittoria è la vittoria come esseri umani.
Il debole versa lacrime di impotenza mentre il forte volge tutto a proprio vantaggio. Sono i coraggiosi, quelli che ribaltano una condizione primitiva e animalesca, a essere i veri vincitori. Essi sono i bodhisattva, sono i guerrieri della cultura e della pace che meritano di venire definiti esseri umani. Sono i veri sapienti della vita.
Coloro che, dalla loro posizione di potere e di autorità, hanno l’arroganza di sfruttare costantemente i deboli, degradano la propria umanità. Costoro devono sapere che questa è la prova della loro sconfitta come esseri umani.
Non si devono mai guardare gli altri dall’alto in basso, disprezzarli e rimproverarli in preda all’emotività. Credo che tutte le persone, chiunque esse siano, sono eguali, e noi dovremmo abbracciare tutti magnanimente allo stesso modo perchè allora, e solo allora, siamo individui dal carattere veramente nobile.
La nostra vita è una bataglia con la realtà e nella realtà. La vita è vittoria o sconfitta. Per questo Nichiren afferma: “La legge del Budda riguarda principalmente la vittoria e la sconfitta”.
La Legge mistica è la forza motrice che ci permette di essere vincenti in qualunque impresa. Chi abbraccia questo insegnamento essenziale del Buddismo deve vincere sempre. Solo attraverso la vittoria possiamo diventare veri leader in grado di difendere la pace e la felicità delle persone e di salvarle dalla sofferenza. Le persone non seguiranno un generale debole o sconfitto. Solo la vittoria proverà la giustezza della nostra lotta per kosen rufu, salvaguardando ilpuro flusso della Legge buddista e permettendo a tutti i membri di diventare felici. Perciò, qualunque cosa accada, non possiamo permetterci di venire sconfitti. Io continuerò a combattere col mio intero essere, proprio come ho fatto fino ad ora.
Vincere o perdere è una questione vitale non solo nel mondo secolare ma anche nel mondo del Buddismo. La cosa più importante è chiarire ciò che è superiore e ciò che è inferiore sia nel regno secolare che in quello buddista.
Dobbiamo chiarire ciò che è superiore e ciò che è inferiore sia nelle questioni secolari che nel mondo del Buddismo. L’insegnamento corretto non deve mai essere sconfitto dagli insegnamenti erronei.
Vincere o perdere è una questione fondamentale sia nel Buddismo che nella società. L’importanza di vincere e di non essere sconfitti si applica a ogni individuo, a ogni famiglia a ogni organizzazione. La vita è una battaglia. Perciò il messaggio che Nichiren ci ha lasciato attraverso i suoi scritti è: “Dovete vincere nel regno degli affari secolari, e dovete vincere anche nel regno del Buddismo.”
La felicità si trova nella vittoria. La speranza esiste nella vittoria. Anche kosen rufu sta nella vittoria. Se venite sconfitti sarete infelici, per quante scuse possiate trovare alla vostra sconfitta. Se venite sconfitte soffrirete, e anche le persone che vi circondano soffriranno. Sconfitta vuol dire infelicità. Perciò noi, onorabili compagni che siamo direttamente legati a Nichiren, non dobbiamo mai perdere. Dobbiamo vincere a qualunque costo!
Poiché la Soka Gakkai ha portato avanti lo spirito di vincere a qualunque costo, ha potuto riportare grandi vittorie, l’una dopo l’altra, e ottenere un miracoloso sviluppo superando ogni ostacolo sorto nel corso del suo progresso.
stampa la pagina

Commenti

  1. Grazie,diffondo sempre ciò che leggo giornalmente su questo sito,per questo è maglio citare la fonte.vi leggo ogni mattina!

    RispondiElimina

Posta un commento