La qualità della vita #8

Inutile dire che il denaro è una cosa imprevedibile e fugace, su cui non si dovrebbe basare la propria vita. In altre parole , il denaro non garantisce la felicità. Per di più, ci sono molti casi in cui una persona diventa infelice a causa della propria ricchezza. Davvero, come dice Nichiren, “Recita Nam myoho renge kyo con un’unica mente ed esorta gli altri a fare la stessa cosa; questo resterà il solo ricordo della tua vita presente in questo mondo umano.”
Con queste auree parole in mente, noi stiamo ora avanzando nella fede verso kosen rufu. Il nostro stile di vita garantisce la più grande felicità. Avendo fiducia in ciò, spero che continueremo ad andare avanti coraggiosamente e con gioia.

Il Sutra del Loto afferma “… gli esseri viventi sono felici e a proprio agio”. E Nichiren dice” “Nam myoho renge kyo è la più grande di tutte le gioie.”
Continuare ad avanzare senza temere nessuna difficoltà, continuare a recitare costantemente la Legge mistica, questo è il sentiero della più grande felicità della vita. Questo è il sentiero della SGI.
E davvero “non avanzare vuol dire retrocedere”. Coloro che avanzano sono pieni di speranza e di coraggio. Vivono positivamente e conoscono la vera soddisfazione. Inoltre, sono capaci di ottenere risultati significativi. E’ per questa ragione che sono felici.
I periodi stagnanti determinano una vita di regresso. Col passare del tempo, chi conduce una vita del genere è sempre più sopraffatto da un senso di solitudine e di rimpianto.
La fede sta precisamente nel costruire un’esistenza in cui si è personalmente soddisfatti, stabilendo una condizione vitale ricca di speranza e di gioia che permetta di vivere energicamente.
Io dichiaro con la presente convinzione che noi che ci sforziamo di avanzare coltivando lo spirito della fede nella profondità della nostra vita, siamo i diretti discepoli e i seguaci di Nichiren. La storia è l’alleata della verità. Come veri discepoli di Nichiren, insieme viviamo le nostre vite con allegria e con gioia.

“Se una persona costruisce una strada e qualcuno si perde su di essa, è forse colpa del costruttore?”
Questa frase è la risposta alla domanda “Se qualcuno insegna la grande Legge a chi non ha la capacità di capirla, gli stolti la offenderanno sicuramente; se allora cadranno nei cattivi sentieri, la colpa non è di chi ha esposto l’insegnamento?”
In ogni circostanza e in ogni epoca ci saranno sempre individui arroganti che, dandosi delle arie, si limitano ad approfittare del sentiero che i loro predecessori hanno costruito col duro lavoro, senza avere per essi alcun senso di apprezzamento. Simili individui presuntuosi tendono ad attribuire agli altri la colpa dei propri errori. Questo modo di vivere è del tutto meschino, stupido e vuoto.
Non dovete mai condurre un’esistenza irresponsabile in cui date la colpa agli altri quando, sotto la vostra supervisione, accade qualcosa di negativo. Spero che per tutta la vita sarete un grande esempio per i posteri, tracciando un cammino sulla base del vostro profondo senso di missione e di responsabilità.
stampa la pagina

Commenti