Fede e comprensione

I sutra insegnati secondo la capacità degli ascoltatori erano facili da credere e da comprendere. Ma il mondo della Buddità è al di là della capacità di immaginazione delle persone comuni; perciò per credere e comprendere è necessaria la fede.
Trattando delle differenze tra il Sutra del Loto e tutti gli altri sutra del passato, del presente e del futuro, il Daishonin cita un passo dagli Eminenti Principi del Sutra del Loto del Gran maestro Dengyo: ”Tutti i sutra dei primi quattro periodi predicati in passato, il Sutra degli Innumerevoli significati, predicato ora, il Sutra del Nirvana che sarà predicata in futuro, sono facili da credere e facili da comprendere, perché sono insegnamenti predicati secondo la capacità degli ascoltatori. Il Sutra del Loto è il più difficile da comprendere perché è un insegnamento in cui il Budda rivelò direttamente ciò che aveva conseguito”.
Il Sutra predicato secondo l'intento del Budda va oltre le capacità intellettuali delle persone ordinarie. Solo tramite la fede e la comprensione possiamo accedervi.
Il “segreto” della mistica legge, che ci permette di vivere liberamente in comunione con l'universo, va oltre la normale comprensione, così come una persona che non abbia una conoscenza specifica non può capire il funzionamento di un missile spaziale, per quante spiegazioni le si possono dare. Per questo motivo, il solo modo di entrare nel sentiero della mistica Legge è attraverso il potere di una forte fede.
Ma non sto parlando di una fede cieca, bensì di una fede basata sulla prova documentaria, sulla prova teorica e sulla prova concreta. Come diceva Makiguchi: ”Anche senza avere conoscenze mediche, possiamo guarire una malattia affidandoci a un dottore. In questo caso cerchiamo, più o meno inconsciamente, un dottore che soddisfi le tre condizioni seguenti: 1) teniamo conto della sua laurea, dei suoi titoli e del suo curriculum; questa è la prova documentaria; 2) un'altra condizione è se ha curato con successo un gran numero di persone, cioè vogliamo una prova concreta delle sue capacità; 3) infine, se il suo metodo di cura è ragionevole da un punto di vista medico, non abbiamo più dubbi; questa è la prova teorica”. [...]
La ragione per cui il Sutra del Loto dà tanta importanza alla fede è che lo scopo del sutra è quello di eliminare l'ignoranza fondamentale della vita, che il buddismo chiama oscurità fondamentale, e di permettere a tutti gli esseri di risvegliarsi alla loro illuminazione fondamentale, la saggezza originale inerente alla vita di ciascuno. Questa illuminazione fondamentale può anche essere definita come natura di Budda o mondo di Buddità.
Ma questa illuminazione fondamentale esiste a un livello profondo e l'intelletto, o ragione, che opera a un livello più superficiale, è incapace di manifestarla. La natura di Budda si manifesta solo quando apriamo tutta la nostra vita, facoltà intellettuali comprese, affidandoti alla mistica Legge.
Il Daishonin scrive: ”Questa parola “fede” è una spada affilata che taglia l'oscurità fondamentale o ignoranza”. La fede apre, il dubbio chiude. Quando ci apriamo alla mistica Legge, essa a sua volta si apre a noi. Questo è il significato dell'affermazione di Nichikan Shonin: ” Una forte fede nel Sutra del Loto è di per sé Buddità”.
La legge fondamentale dell'universo non può essere afferrata dalla piccola mente dell'uomo; perché la mistica Legge si manifesti nella nostra vita dobbiamo coltivare il corpo e la mente. Questo si ottiene con la fede e la devozione rivolte alla mistica Legge.
Il Daishonin scrive: ”La fede corrisponde al principio della verità eterna e immutabile. [...] Comprensione corrisponde [alla saggezza] che funziona in accordo con le circostanze mutevoli”. Quando la legge mistica si manifesta nella nostra vita, la nostra esistenza si accorda con essa, e la prova della funzione della legge mistica è la saggezza che funziona in accordo con le circostanze, è la comprensione di “fede e comprensione”.

(D. Ikeda: La saggezza del Sutra del Loto  –  vol.1 - pag. 267/268/269/270)
a cura di Giulietta (foto di Giulietta)
stampa la pagina

Commenti