Le radici del Buddismo - Il Buddismo in Cina: T'ien-t'ai #4

Il Buddismo arrivò in Cina nel I° secolo d.C., probabilmente attraverso la via della seta, ma fu soltanto nel V secolo che, grazie all’opera di traduzione di Kumarajiva, la sua profonda filosofia fu disponibile senza distorsioni. Nacquerò così molte scuole. Fra queste, la scuola del Gran Maestro Chih-i (538-597), che prese il nome di T’ien-t’ai dalla montagna dove risiedeva, pose il Sutra del Loto al vertice di tutti gli insegnamenti di Shakyamuni. T’ien-t’ai lasciò tre importanti trattati sul Sutra del Loto: l’ Hokke mongiu, l’ Hokke gengi e il Maka shikan. Quest’ultimo, considerato il Sutra del Loto del Medio giorno della Legge, è di particolare importanza in quanto contiene il principio di ichinen sanzen, i tremila mondi in un singolo istante di vita.
stampa la pagina

Commenti