Il Sutra del Loto #202

Avanzando alla luce del Gohonzon

Il potere della mia saggezza è tale da illuminare infinitamente lontano. Questa vita che dura da innumerevoli eoni l’ho conquistata come risultato di una pratica incessante. Voi uomini di saggezza, liberatevi da ogni dubbio in proposito! Sradicateli una volta per tutte: le parole del Budda sono vere, non false.

Il brano descrive l’infinita saggezza del Budda che, come il sole a primavera, rinvigorisce e nutre la vita. La primavera causa un’esplosione vitale di bellissimi fiori e fresche foglie, che, illuminati dalla luce del sole, sembrano fare a gara per superarsi l’un l’altro: allo stesso modo la grande luce della saggezza del Budda brilla e nutre il germoglio della Buddità nella vita di tutte le persone. Nel paragrafo precedente, “il potere della mia saggezza” descrive come il Budda usi la propria saggezza per guidare abilmente le persone a ottenere la Buddità, a volte predicando la verità e a volte utilizzando degli espedienti.
La saggezza del Budda è senza limiti e pertanto “le sue gemme risplendono senza pari”. La luce della saggezza del Budda disperde l’oscurità nella vita di innumerevoli persone di tutto il mondo. La grande luce del beneficio del Gohonzon, transcendendo vita e morte, brilla su di noi per sempre e in tutto l’universo. “Questa vita che dura da innumerevoli eoni” si riferisce alla vita eterna del Budda, fatta di infinita saggezza e compassione. Il suo più grande desiderio è che a tutti giunga la luce di questa saggezza, cosicché riconoscano che la loro vita è eterna. Ogni giorno incoraggiamo le persone affinché tramite i loro sforzi diventino felici. Ogni persona è diversa, la vita è complicata. Ci preoccupiamo di come incoraggiare ogni persona a seconda della sua situazione, e sforzandoci ogni giorno continuiamo a dare coraggio e speranza. Non esiste niente di più onorevole. Stiamo conducendo vite veramente nobili e mistiche; ogni giorno manifestiamo una saggezza infinita trasmettendo alla vita dei nostri amici la luce della speranza.
In tal senso “I suoi raggi sagaci risplendono senza fine”. Questa “esistenza di innumerevoli eoni” si riferisce a noi che, come dottori dell’umanità, illuminiamo una società confusa con uno stato vitale solare. Esprime anche la nobile funzione delle nostre vite nel ricevere in cambio dal Gohonzon una forza vitale incredibile e nell’inviare alla gente una corrente continua di felicità. (dal Nuovo Rinascimento del dicembre 1996)
stampa la pagina

Commenti