La fede è uguale alla vita quotidiana #1

Diventare una persona che gode della fiducia, del rispetto e dell’amore degli altri, una persona indispensabile di cui gli altri non possono fare a meno sia a casa che al lavoro o nella propria comunità, significa mostrare la validità della fede nella Legge mistica e far avanzare il movimento di kosen rufu.
In una lettera al suo discepolo Shijo Kingo Nichiren lo istruisce dicendogli: “Vivi in modo che tutte le persone di Kamakura lodino Nakatsukasa Sanburo Saemon-no-jo [i.e. Shijo Kingo, ndt] per la devozione al suo signore, al Buddismo e il suo rispetto e attenzione nei confronti degli altri.”
In quel periodo Shijo Kingo stava affrontando grandi difficoltà, essendo caduto vittima di false accuse, mossegli da colleghi gelosi, in conseguenza delle quali aveva perso il favore del suo signore, che agli aveva addirittura confiscato alcuni dei suoi feudi.
Nichiren insegna che nei momenti di avversità non dovremmo lamentarci ma invece perfezionarci e crescere come esseri umani – perché questo è il modo corretto in cui gli esseri umani dovrebbero vivere, il sentiero che i buddisti dovrebbero seguire.
Anche se doveste essere colpiti da critiche infondate o da persecuzioni, è cruciale che non vi facciate sviare da questi fenomeni ma viviate nel modo corretto in cui devono vivere gli esseri umani. Se lo fate, alla fine conquisterete senza dubbio il rispetto e l’ammirazione degli altri.
Il bodhisattva Percettore dei Suoni del Mondo si manifesta in accordo con la diversità degli individui. La sua versatilità è caratterizzata dai suoi trentatré corpi. E’ scritto che egli si manifesta in varie forme per salvare le persone; può manifestarsi come Budda, come risvegliato all’origine dipendente, come ascoltatore della voce, come Brahma, come Shakra, come divinità buddista, come generale, come re, come uomo ricco, come ministro, come laico o laica, come ragazzo o ragazza, e così via. Perciò questo bodhisattva, largamente venerato dalla gente, è stato raffigurato nei dipinti e nelle sculture con un’espressione particolarmente compassionevole.

Commenti