Oltre il giardino del re #2/3 (L’erba “voglio”)

L’erba “voglio” è già più rara dell’erba “devo”. Si tratta di un’erba nobile, non tanto alta ma slanciata, di un bel verde brillante, dalle foglie lunghe e sottili, unite sullo stelo a raggiera, come dei piccoli ventagli. Ha un gusto fresco e frizzante, che assomiglia vagamente alla menta.
I pochi che si cibano regolarmente di quest’erba sviluppano una grande forza di volontà che quasi sempre li spinge ad arrivare molto lontano. Sono persone che sanno affrontare le difficoltà e non si scoraggiano facilmente. Riescono a realizzare grandi cose, ma più spesso fuori di loro, nell’ambiente, che dentro di sé. Perché il limite dell’erba “voglio” è che si ferma alla settima coscienza, quella in cui risiede la ragione. La volontà, per quanto forte sia, non può niente contro le tendenze karmiche, che originano dall’ottava coscienza, il magazzino del karma. Lorena Camerino (Continua)
stampa la pagina

Commenti