Il Sutra del Loto #145

La saggezza sorge dalla compassione (prima parte di due)

Questa è un’epoca di trasformazione. All’alba del ventunesimo secolo, il mondo e le sue nazioni stanno attraversando profondi cambiamenti. Di cosa c’è soprattutto bisogno in un periodo come questo? La risposta è una sola: di saggezza. Che siano considerate individualmente o tutte insieme, le persone capaci di considerare obiettivamente gli avvenimenti dell’epoca e della società, manifestando una fresca saggezza, non saranno turbate neanche dall’evento più terribile. Al contrario, lo trasformeranno in crescita, vittoria e creazione di valore. Coloro che, invece, rimarranno fedeli a modelli di pensiero rigidi e superati resteranno indietro. Reagire al cambiamento in modo inadeguato porta alla sconfitta.
Il presente è tempo di inesorabili rigori, non possiamo permetterci di sottovalutare la sfida che esso rappresenta. Pertanto, per arrivare alla felicità e alla vittoria, la saggezza del Tathagata, che «percepisce il vero aspetto del triplice mondo in modo esatto», diventa sempre più importante. Detto in parole semplici, la conoscenza corrisponde al passato, ovvero è tecnologia, la saggezza è il futuro, quindi filosofia. È il cuore delle persone a muovere il tempo: la conoscenza può darci tanti punti di riferimento, ma non può divenire una forza capace di guidarci nel futuro. La saggezza, invece, arriva al cuore degli uomini ed ha il potere di aprire una nuova era, è la chiave per capire l’epoca e creare il “tempo”.
La fede è un castello prezioso di infinita saggezza. Nichiren Daishonin dice che la fede è «un forziere che contiene i tesori dei tremila regni in un singolo istante di vita» (Major Writings, vol. 6, pag. 213). Un cuore che crede nella Legge mistica, in altre parole, è il forziere che contiene la saggezza del Budda di ichinen sanzen.
Non dobbiamo quindi farci sorprendere o sviare dai cambiamenti e dalle difficoltà che incontriamo. Nella nostra vita esiste l’infinita saggezza del Budda racchiusa nel forziere della fede. Se siamo dotati di saggezza infinita, possiamo applicare con calma le misure necessarie per sormontare tutte le difficoltà che ci assillano, al ritmo costante di vittoriosi cambiamenti e crescite personali.
Il brano «il Tathagata percepisce il vero aspetto del triplice mondo in modo esatto» descrive la saggezza del Budda, che è l’abilità di percepire “il vero aspetto del triplice mondo”, cioè la vera natura della realtà così come è. Perché il Budda percepisce esattamente questo significato? Ovviamente per liberare gli esseri umani dal triplice mondo della sofferenza. La saggezza del Budda che percepisce il cuore della realtà sorge dalla sua compassionevole determinazione a salvare le persone. Possedendo una grande compassione in questo mondo di sofferenza e di disunità, egli può percepire esattamente “il mondo della Legge mistica” e “il mondo di armonia”, come indicati nel principio dei tremila regni in un singolo momento di vita.
stampa la pagina

Commenti

  1. Gabriella Zonno14 ottobre 2013 08:40

    Grazie di questa guida che dedico alla professoressa Maria Fausta Guerri Cini, che sta attreversando una delle tante crisi

    RispondiElimina

Posta un commento