Le due facce della spiritualità #4/4

Ricerca interiore e compassione buddista

La preghiera è la fonte dei benefici. E con la preghiera scopriamo il lato profondo della nostra vita.
È con entrambi questi tesori che noi possiamo impressionare positivamente gli altri e comunicare senza forzature la validità del nostro insegnamento.

Epilogo

Per un buddista, la Buddità è l’obbiettivo fondamentale. Ma senza nessuna distinzione fra la propria e quella degli altri, «perché la vita e il suo ambiente sono una cosa sola».
La Buddità si raggiunge attraverso un processo – interiore, ma anche fatto di azioni – che in una parola si può chiamare fede. Ma che, nella realtà dei fatti, comporta un complesso e serio lavoro nell’interezza della vita di tutti i giorni. Il più remunerativo dei lavori, però: forse non tutti lo sanno, ma chi cerca se stesso, trova se stesso e gli altri. Trova il senso universale della Vita. E quindi un tesoro.
(marco magrini - ha collaborato Maddalena Bonaiuti)(fine)
stampa la pagina

Commenti