Il Sutra del Loto #139

Tutti gli insegnamenti del Budda sono veri #1/4

Sho zennanshi. Nyorai sho en kyoden. Kai i dodas-shujo. Waku sek-koshin. Waku set-tashin. Waku ji koshin. Waku ji tashin. Waku ji koji. Waku ji taji. Sho sho gonsetsu. Kai jitsu fu ko.

Uomini di devota fede, i sutra che il Tathagata ha esposto hanno tutti lo scopo di salvare le persone dalle loro sofferenze. Talvolta ho parlato di me stesso, talvolta di altri; talvolta ho presentato me stesso, talvolta altri; talvolta ho mostrato le mie azioni, talvolta quelle degli altri. Tutte le mie dottrine sono vere, nessuna è falsa.

Anche i sutra precedenti miravano tutti a condurre le persone verso l’Illuminazione. Qui, Shakyamuni sottolinea che questi insegnamenti, benché predicati da punti di vista diversi, rappresentano tutti la verità; nessuno di essi è falso.
Nella frase che comincia, «talvolta ho parlato di me stesso, talvolta di altri», la parola “talvolta” (in giapponese waku) appare sei volte. Questo è chiamato “i sei modi di predicare”.
Il Daishonin cita questo brano a prova del principio che «Il mondo della Buddità contiene i dieci mondi» (Gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 1, pag. 219), in quanto le parole “se stesso”, “gli altri” e così via, indicano i diversi stati vitali e attività degli esseri dei dieci mondi, predicati dal Budda che ottenne l’Illuminazione nel remoto passato.
Il Daishonin, citando questo brano, aggiunge: «Tutti i Budda delle dieci direzioni, i sette Budda del passato, tutti i Budda delle tre esistenze, il Bodhisattva delle pratiche superiori (Jogyo), Monjushiri, Shariputra, re Brahma (Bonten), il demone del Sesto cielo, Shakra Devanam Indra (Taishaku), il dio del sole, il dio della luna, gli dèi delle stelle, i sette corpi celesti maggiori del nord, le ventotto costellazioni, i cinque pianeti, le sette costellazioni, le ottantaquattromila innumerevoli stelle, il re degli Asura, gli dèi del cielo, gli dèi della terra, gli dèi dei monti, gli dèi dei mari, gli dèi domestici, gli dèi dei villaggi e le persone che governano tutti i paesi nel mondo - possono forse non essere tutti manifestazione di Shakyamuni, Signore degli insegnamenti? Tensho Daijin ed il grande bodhisattva Hachiman, sono anche loro, essenzialmente, Shakyamuni. Se Shakyamuni è paragonato alla luna nei cieli, tutti i Budda e Bodhisattva sono come il riflesso lunare su uno specchio d’ acqua» (Gosho Zenshu, pag. 1187).
Queste manifestazioni dei dieci mondi sono tutti espedienti usati da Shakyamuni per “salvare ed emancipare” le persone, forme da lui assunte per il loro beneficio, nonché espressioni della compassione del Budda. Tali descrizioni, lungi dall’essere menzognere, rendono anzi l’idea di quanto grandioso sia lo stato vitale della Buddità. In termini dell’Ultimo giorno della Legge, «i sutra che il Tathagata ha esposto» indica il Gosho di Nichiren Daishonin. Mi sembra che si possano identificare gli stessi “sei modi di predicare” nel Gosho, che è il “sutra dell’Ultimo giorno”.
stampa la pagina

Commenti