La relazione con il maestro e con i compagni di fede #1/3

Nel Buddismo di Nichiren Daishonin esistono due relazioni di fondamentale importanza per praticare correttamente l’insegnamento e assicurarne la trasmissione: quella con il maestro e quella tra i compagni di fede. Le due relazioni sono in stretto rapporto l’una con l’altra.
Per fare un’analogia, si pensi alla tessitura di una stoffa: «I legami tra i membri della comunità buddista (in sanscrito sangha)» scrive Daisaku Ikeda «possono essere assimilati all’ordito e alla trama di un tessuto. Per tessere, si stende l’ordito nel senso della lunghezza e poi lo si intreccia con la trama.
L’ordito rappresenta il legame tra maestro e discepolo, la trama quello tra i membri, e attraverso il loro intreccio si crea lo splendido broccato di kosen rufu. Nella maggior parte dei tessuti l’ordito costituisce la struttura portante, mentre la trama forma il disegno. Allo stesso modo, finché alla base della Soka Gakkai vi sarà la relazione tra maestro e discepolo, sarà possibile forgiare uno splendido disegno di solidarietà tra i discepoli».
stampa la pagina

Commenti