Frase dal Gosho - 24 marzo 2013

"Concepire la vita e la morte come due realta` separate vuol dire essere presi nell'illusione di nascita e morte. E` un modo di pensare illuso e rovesciato. Quando si esamina la natura della vita con perfetta Illuminazione [cioe` la vera Illuminazione di chi si e` risvegliato dal sogno dell'illusione], si scopre che non c'e` nessun inizio a marcare la nascita e, quindi, nessuna fine che significa morte. Cosi` concepita, la vita non trascende forse nascita e morte?
La vita non puo` essere consumata dal fuoco alla fine del kalpa, ne' puo` essere travolta dalle inondazioni. Non puo` essere tagliata dalle spade ne' trafitta dalle frecce. Puo` stare dentro un seme di senape, senza che questo si espanda o che la vita si contragga. Anche se riempie la vastita` dello spazio, questo non e` troppo ampio ed essa non e` troppo piccola."

Da "L'insegnamento fondamentale sostenuto da tutti i Budda del passato, del presente e del futuro" (Gosho Zenshu pag. 558)

Commenti