Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2013

Mi meraviglio di me

Immagine
Ogni istante della vita può essere ricco di emozioni e di esperienze, aprendo il nostro cuore agli altri, ritrovando la gioia di scoprire ciò che è nuovo e sconosciuto.
Costruire una personalità forte e decisa senza lasciarsi turbare dagli avvenimenti che ci coinvolgono nella vita di tutti i giorni è uno degli aspetti fondamentali della pratica buddista. Ma quando si parla di forgiare un carattere forte e deciso è facile pensare ad un atteggiamento integralista, una negazione di quella parte di noi che troppo spesso viene reputata come un lato debole e viene delegata all’universo femminile: l’emotività. Ma è giusto soffocare quest’aspetto? Certamente no. Allora, cosa può voler dire riscoprire la propria emotività? Intanto, significa cominciare a essere consapevoli di se stessi e del labirinto di schemi mentali in cui siamo racchiusi e persi. Un labirinto che abbiamo sempre creduto fosse parte integrante di noi, ma che in realtà è quell’insieme di convenzioni e modelli che troppo di fr…

Frase dal Gosho - 31 gennaio 2013

"Quanto alle preghiere di tua moglie, penso che, benche` ella non dubiti del Sutra del Loto, la sua fede sia debole. Ho riscontrato che anche persone che apparentemente credono esattamente come insegna il sutra, in realta` possono non credere. [...] Il fatto che le preghiere di Nichigennyo non abbiano ottenuto risposta e` paragonabile ad un forte arco con una corda debole o a una buona spada nelle mani di un codardo. Non e` certo colpa del Sutra del Loto."
Da "Il palazzo reale" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 5, pag. 109)

Daniela ha detto...

Immagine
Ciao sono Daniela scrivo dalla provincia di Livorno ho 49 anni ... e' dal mese di maggio che sono entrata nel mondo della soka gakkai e sono felicissima di questa scelta che ha cambiato se non la mia vita ma sicuramente il mio modo di accostarmi ad essa e mi ha dato un coraggio e una determinazione che non sapevo di avere ... 
Grazie Laura che mi hai parlato di buddismo... un bacio a tutti.

Frase dal Gosho - 30 gennaio 2013

"Le radici della fortuna non dipendono dal fatto che le offerte siano grandi o piccole. I meriti acquisiti differiranno in vari modi a seconda del paese, della persona e del tempo. Per esempio, se qualcuno essicca del letame, lo sbriciola, lo setaccia e lo modella a forma di albero di sandalo, di donna, di dea celeste o di Budda, quando lo brucera` non emanera` altra fragranza che la puzza del letame. Allo stesso modo, se uno uccidendo o rubando si impadronisce delle primizie del raccolto, e le offre per acquisire merito e fortuna, vedra` quell'offerta trasformarsi invece in una cattiva azione."
Da "Le radici della fortuna" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 9, pag. 253)

Mano nella mano

Immagine
Risalire alle radici della sofferenza, curando dentro se stessi le ferite e la rabbia che impediscono di vivere felici: il coraggio di una figlia che ha saputo trasformare un rapporto difficile con un padre alcolista in un’occasione per imparare veramente ad amare.
Mio padre era un’alcolista. Un giorno arrivò la telefonata di un avvocato che ci comunicava la sua intenzione di separarsi da mia madre, dopo ventisette anni di matrimonio. Quando cominciai a praticare, le mie amiche credevano che io fossi orfana, in quanto non nominavo mai mio padre. Erano sette anni che non lo vedevo, per mia scelta. Mi colpì molto un numero del Nuovo Rinascimento dove c’era un articolo sull’unità della famiglia. Pensai che mi sarebbe piaciuto avere lo scopo di riunire la mia famiglia, però subentrò subito lo scoraggiamento. Mi sembrava un sogno impossibile e così cercai di non pensarci più. Un po’ di tempo dopo, parlando della situazione di un mio amico che aveva una figlia piccola, con la quale esisteva…

Frase dal Gosho - 29 gennaio 2013

"Kangyo-soku e` uno dei sei stadi della pratica del perfetto insegnamento e sta a indicare che una persona agisce come parla e parla come agisce. Coloro che sono nello stadio di ri-soku e myoji-soku credono nel perfetto insegnamento, ma solo a parole, non con le azioni. Per esempio, molte persone studiano i libri dei tre grandi sovrani e dei cinque imperatori, ma non vi e` neanche un caso su dieci milioni in cui un paese sia stato governato come insegnavano quegli antichi saggi cinesi. E` molto difficile costruire una societa` pacifica. Si puo` recitare perfettamente il Sutra nel Loto, ma e` ben piu` difficile metterne in pratica gli insegnamenti."
Da "Alleggerimento della retribuzione karmica" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 4, pag. 93)

Il Sutra del Loto #112

Immagine
Niji butsu go. Sho bo-satsu gyu. Issai daishu. Sho zen-nanshi. Nyoto to shinge. Nyorai jotai shi go. Bu go daishu. Nyoto to shinge. Nyorai jotai shi go. U bu go. Sho daishu. Nyoto to shinge. Nyorai jotai shi go. Zeji bosatsu daishu. Mi-roku i shu. Gassho byaku butsu gon. Seson. Yui gan sesshi. Gato to shinju butsu go. Nyo ze san byaku i. Bu gon. Yui gan ses-shi. Gato to shinju butsu go. Niji seson Chi sho bo-satsu. San sho fu shi. Ni go shi gon. Nyoto tai cho. Nyorai himitsu. Jinzu shi riki.
Allora il Budda si rivolse ai bodhisattva e a tutta la moltitudine: “Uomini di devota fede, credete e comprendete le vere parole del Tathagata”. Ancora una volta il Budda si rivolse alle persone “Credete e comprendete le vere parole del Tathagata”. E una volta ancora il Budda parlò alla moltitudine: “Credete e comprendete le vere parole del Tathagata”. Allora i bodhisattva e la moltitudine, a partire da Miroku, unirono i palmi delle mani e dissero: “Onorato dal Mondo, il nostro unico desiderio è che…

Frase dal Gosho - 28 gennaio 2013

"Quindi, quando invochi la Legge e reciti il Sutra del Loto, devi essere profondamente convinto che Myoho-renge-kyo e` la tua stessa vita. Non cercare mai nessuno degli ottantamila insegnamenti di Shakyamuni e nessuno dei Budda e bodhisattva delle tre esistenze e delle dieci direzioni al di fuori della tua mente. La padronanza degli insegnamenti buddisti non ti sollevera` affatto dalle sofferenze di nascita e morte fino a che non percepirai la natura della tua vita. Se cerchi l'Illuminazione al di fuori della tua mente, qualsiasi disciplina o buona azione sara` priva di significato. Per esempio, un povero non potra` guadagnare un centesimo contando le ricchezze del suo vicino, anche se lo fa continuamente giorno e notte. Miao-lo afferma: "Se non si percepisce la natura della propria mente, non si puo` sradicare il cattivo karma". Questo significa che finche' non percepisci la natura della tua mente, la tua pratica sara` un'infinita e dolorosa austerita`.&qu…

Frase dal Gosho - 27 gennaio 2013

"Sebbene io e i miei discepoli possiamo incontrare varie difficolta`, se non nutriamo dubbi nei nostri cuori, raggiungeremo naturalmente la Buddita`. Non dubitate semplicemente perche` il cielo non vi protegge. Non lamentatevi perche` non godete di un'esistenza facile e tranquilla in questa vita. Questo e` quel che ho insegnato ai miei discepoli mattina e sera, ma tuttavia hanno cominciato a nutrire dubbi e ad abbandonare la loro fede. Gli stupidi sono soliti dimenticare le loro promesse quando viene il momento cruciale."
Da "L'apertura degli occhi" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 4, pag. 200)

Frase dal Gosho - 26 gennaio 2013

"Devadatta ebbe il posto supremo fra i buoni amici del Tathagata Shakyamuni. Anche in quest'epoca non sono gli alleati, ma i potenti nemici, coloro che aiutano una persona a progredire."
Dal Gosho n. 93 "Le azioni del devoto del Sutra del Loto" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 685)

Lo studio, meraviglia continua

Immagine
A proposito dell'importanza dello studio, vorrei raccontare una piccola esperienza. Prima dell'estate, in un periodo in cui la mia pratica buddista era stagnante, ho deciso di ripartire dallo studio. Infatti, nonostante sia una persona che ama studiare e leggere, ultimamente avevo trascurato proprio questo aspetto della pratica e così sono ripartita dal frequentare le riunioni di studio che si tengono mensilmente al Centro culturale di Firenze, incentrate sullo studio del Gosho "del mese". Leggere il Gosho attentamente e più volte, prima da sola e poi insieme agli altri, ascoltare i cenni storici, ovvero il contesto in cui Nichiren Daishonin lo ha scritto, cercare di capirne l'intento, sentirlo come rivolto proprio a me stessa e infine ascoltare la spiegazione mi è stato incredibilmente utile per approfondire e ripartire con un nuovo entusiasmo. Infatti il Gosho parla alla nostra mente e nello stesso tempo al nostro cuore, dove rimane inciso, scolpito. In partico…

Frase dal Gosho - 25 gennaio 2013

"Per fare un altro esempio, in autunno e in inverno le piante e gli alberi sono secchi e spogli, ma, quando su di loro risplende il sole primaverile ed estivo, si coprono di rami, foglie, fiori e frutti. Prima della predicazione del Sutra del Loto, le persone dei nove mondi erano come piante o alberi in autunno e in inverno. Ma quando il singolo carattere myo del Sutra del Loto comincio` a risplendere su di loro come il sole primaverile ed estivo, sboccio` il fiore dell'aspirazione all'illuminazione e apparve il frutto della Buddita` o rinascita nella pura terra."
Dal Gosho n. 14 "Il daimoku del Sutra del Loto" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 128)

La vita è meravigliosa

Immagine
«Mi fa sentire bene vedere le cose che stanno crescendo» scriveva il saggista Eiji Yoshikawa, parlando con entusiasmo della natura durante il mese di maggio, quando i nuovi germogli spuntano dalla terra. Anch’io condivido lo stesso stato d’animo. «Si potrebbe dire lo stesso degli esseri umani – aggiungeva – quando sono seduto insieme a qualcuno nel quale tutta la crescita sembra essersi fermata, un insopportabile senso di noia riempie la stanza, e anch’io mi abbatto per la futilità di quell’incontro da cui non esce nulla di fecondo». Ci sono sicuramente persone che continuano a crescere e altre che si fermano e da questo punto di vista l’età è irrilevante. «Anche tra i giovani – dice Yoshikawa – ci sono alcuni di cui ci si stanca in cinque minuti», mentre le persone che progrediscono costantemente negli anni ci «fanno sentire la ricca espansione della vita». Il potere di favorire la crescita esiste nell’universo. Attraverso le stagioni la terra mantiene l’impulso di preservare qualun…

Frase dal Gosho - 24 gennaio 2013

"In sostanza, l'apparizione della torre preziosa indica che quando udirono il Sutra del Loto i tre gruppi di ascoltatori della voce percepirono per la prima volta la torre preziosa dentro la loro vita. Adesso i discepoli e i seguaci laici di Nichiren stanno facendo lo stesso. Nell'Ultimo giorno della Legge, non esiste altra torre preziosa che gli uomini e le donne che abbracciano il Sutra del Loto."
Dal Gosho n. 31 "La torre preziosa" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 264)

Valeria ha detto...

Immagine
Wowowo!!! mitica incomparabile pratica dei sensi!!!
Ringrazio Nichiren per aver confutato e revisionato tutta questa meraviglia di pensiero a suo tempo!!!
... Io sono napoletana, e sono stata gohonzonizzata a Salerno... adesso vivo a Pescara, ed il calore qui e' lo stesso!!!
Siamo veramente persone magnifiche noi buddisti di Nichiren... ma non per una questione di arroganza e/o presunzione, semplicemente perche', grazie a questo mezzo di analisi profonda della nostra vita, possiamo realmente ammettere che siamo SPECIALI E BASTA!!! :)
Un salutissimo a tutti voi supermembri!!! in bocca al lupo!
Valeria :)

Frase dal Gosho - 23 gennaio 2013

"Quando siamo lodati, non consideriamo il nostro rischio personale, quando al contrario siamo criticati, possiamo incautamente causare la nostra rovina. Cosi` e` fatta la gente!"
Dal Gosho n. 40 "Il vero aspetto di tutti i fenomeni" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 341)

Il prezzo per cambiare

Immagine
Vivere come in guerra, essere ostili agli altri: tutto questo un giorno può tornare indietro come un boomerang. È allora che, a suon di Daimoku, non solo si può arrivare alla soluzione di un grosso problema, ma anche ad apprezzare finalmente la propria vita e quella degli altri.
Sono un uomo fortunato: sono sempre riuscito a fare quello che volevo fare. Ho deciso di fare l’attore e questa professione ha sviluppato enormemente la mia personalità e le mie conoscenze; mi ha consentito di viaggiare per il mondo, di frequentare persone talentuose e brillanti, di ricavare un intenso piacere da ogni impegno professionale. Ero fiero di un mio difetto spiacevole: non ero tollerante. Nei confronti degli altri e nei confronti della vita. Essere nato mi pareva un sopruso perpetrato ai miei danni, il mondo un obbrobrio sterminato e l’uomo una creatura indegna, incapace di riscatto. I miei rapporti personali erano improntati alla considerazione per le poche persone ritenute degne della mia stima e …

Frase dal Gosho - 22 gennaio 2013

"I pesci dimorano nell'acqua e considerano l'acqua il loro tesoro. Gli alberi crescono sulla terra e considerano la terra il loro tesoro. Gli esseri umani vivono grazie al cibo e considerano il cibo il loro tesoro. Il primo di tutti i tesori e` la vita stessa. E` scritto che nemmeno i tesori dell'intero sistema maggiore di mondi possono uguagliare il valore del proprio corpo e della propria vita. Persino tutti i tesori di un intero sistema maggiore di mondi non possono sostituire la vita."
Dal Gosho n. 170 "L'offerta del riso" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 997)

Il Sutra del Loto #111

Immagine
Tutti gli esseri umani sono dei Budda
Quali associazioni o significati hanno suggerito le parole Myoho-renge-kyo Nyorai juryo-hon a coloro che, sin dall’antichità, hanno letto e recitato il Sutra del Loto? Sicuramente molti le avranno lette superficialmente, inconsapevoli del loro profondo significato. Tanti altri però hanno dibattuto a lungo sul significato del titolo di questo capitolo; tra questi solo pochi, tra cui il cinese T’ien-t’ai, hanno afferrato correttamente il contenuto del capitolo Rivelazione della vita eterna del Budda spiegandone correttamente il titolo. Nessuno comunque lo ha mai letto e interpretato con più chiarezza di Nichiren Daishonin che afferma: «Il titolo di questo capitolo tratta un argomento importante che riguarda proprio Nichiren. Si tratta della trasmissione descritta nel capitolo Mistico potere» (Gosho Zenshu, pag. 752). Solo il Daishonin poté leggerlo come riguardante lui personalmente e relativo alla trasmissione del capitolo Mistico potere (ventunesi…

Frase dal Gosho - 21 gennaio 2013

"Chiunque nasca come essere umano, umile o potente, non e` libero dalla sofferenza e dalle disgrazie. Le difficolta` variano nel tempo e differiscono a seconda delle persone. Il dolore e` come la malattia: qualunque sia la malattia di cui si soffre, quando si aggrava si pensa che nessuna malattia puo` essere peggiore della nostra."
Dal Gosho n. 83 "Lettera a Konichi-bo" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 591)

Frase dal Gosho - 20 gennaio 2013

"Anche se i genitori danno alla luce un figlio dotato di vista e di udito, se manca un maestro che lo istruisca, i suoi occhi e i suoi orecchi saranno come quelli di un animale."
Dal Gosho n. 119 "Cenni sul capitolo "Affidamento" e su altri capitoli" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 813)

Frase dal Gosho - 19 gennaio 2013

""Sia l'essere vivente sia il suo ambiente manifestano sempre Myoho-renge-kyo". [...] Spiegazioni cosi` precise non lasciano spazio a dubbi. Quindi, l'intero regno dei fenomeni non e` diverso dai cinque caratteri di Myoho-renge-kyo."
Dal Gosho n. 40 "Il vero aspetto di tutti i fenomeni" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 339)

Felici insieme agli altri: lo shakubuku

Immagine
L'aspetto più rivoluzionario dell'insegnamento di Nichiren Daishonin consiste nell'affermazione che tutte le persone - anche quelle ai nostri occhi più "malvagie", egoiste, violente e distruttive - possiedono un immenso tesoro di ricchezza che può colmare di gioia la loro vita e quella degli altri, la "natura di Budda". Non solo, Nichiren ci ha lasciato nel Gohonzon e nelle sue "istruzioni per l'uso" contenute nelle lettere e nei trattati indirizzati ai discepoli, la chiave, semplice e infallibile, per manifestare concretamente questo potenziale creativo nella propria vita. Va da sé che se ogni persona potesse possedere questa chiave per utilizzare ogni aspetto della propria vita - non solo le doti o le fortune ma anche i difetti e le disgrazie - allo scopo di creare valore e gioia per sé e per l'ambiente fisico e sociale in cui vive, il mondo diverrebbe un posto migliore, dove il conflitto incessante fra esseri umani, spesso infelici …

Frase dal Gosho - 18 gennaio 2013

"la preghiera di un praticante del Sutra del Loto [otterra` risposta] come l'eco risponde al suono, come l'ombra accompagna il corpo, come la luna si riflette sull'acqua limpida, come uno specchio raccoglie la rugiada, come un magnete attira il ferro, come l'ambra attrae la polvere, come uno specchio limpido riflette il colore delle cose."
Dal Gosho n. 38 "Sulle preghiere" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 302)

La misura della fiducia

Immagine
«Viaggiatore, da dove giungi? E quale la tua meta? La luna è calata, ma il sole ancora non è sorto. Nel caos dell’oscurità che precede l’alba, cercando la luce, avanzo, per disperdere le nubi oscure della mia mente, per trovare un grande albero, che non si pieghi nella tempesta, io emergo dalla terra».
Il giovane Daisaku Ikeda recitò questa poesia il 14 agosto 1947, in occasione del suo primo incontro con Josei Toda che, da quel momento, sarebbe stato il suo maestro.
Il 14 agosto del 1947, l’allora diciannovenne Daisaku Ikeda partecipò alla sua prima riunione di Buddismo. Dopo una breve introduzione sulle teorie buddiste, fatta da Josei Toda, il giovane si rivolse a lui per porre domande sul vero significato della vita, argomento che lo tormentava. Alla luce di quello che è successo, e di ciò che l’attuale presidente della SGI ha realizzato e continua a perseguire, verrebbe da dire che il buon giorno si vede dal mattino. Ma la considerazione che nasce spontanea, leggendo il romanzo La…

Frase dal Gosho - 17 gennaio 2013

"Si verifica sempre qualcosa fuori dal comune all'alzarsi e all'abbassarsi delle maree, al comparire e scomparire della luna, al passaggio dalla primavera all'estate, dall'estate all'autunno e all'inverno; lo stesso avviene quando una persona comune consegue la Buddita`. In quel momento i tre ostacoli e i quattro demoni invariabilmente appariranno: il saggio si rallegrera`, mentre lo stolto indietreggera`."
Dal Gosho n. 77 "I tre ostacoli e i quattro demoni" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 568)

Francesco Bianchini ha detto...

Immagine
Desidero manifestare la mia gratitudine per tutti coloro impegnati nell'aggiornamento di questa pagina. Non solo è un eccellente lavoro ma anche un prezioso quotidiano dono di se' per tanta gente. Grazie di cuore.

Frase dal Gosho - 16 gennaio 2013

"Com'e` straordinario che, oltre duecento anni dopo l'inizio dell'Ultimo giorno della Legge, Nichiren sia stato il primo a iscrivere questo grande mandala come il vessillo della propagazione del Sutra del Loto, mentre anche grandi maestri come Nagarjuna, Vasubandhu, T'ien-t'ai e Miao-lo non furono in grado di farlo! Questo mandala non e` in alcun modo una mia invenzione. E` l'oggetto di culto che raffigura il Budda Shakyamuni, l'Onorato dal Mondo, seduto nella torre preziosa del Budda Molti Tesori, e gli altri Budda che erano emanazioni di Shakyamuni, fedelmente come la stampa riproduce la matrice."
Dal Gosho n. 101 "Il reale aspetto del Gohonzon" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 737)

Dal nulla al tutto

Immagine
Dopo un grave fallimento, l’incontro con il Buddismo e la scoperta di sé e del proprio valore. Questo l’inizio di un percorso in cui l’attività all’interno della ISG e la vita personale procedono di pari passo, verso grandi vittorie. Osando credere.
Ci possono essere momenti nella vita nei quali ti fermi e pensi: a cosa si è ridotta la mia esistenza, quando un’ulcera perforata mi costrinse a fermarmi. Ma non era solo l’ulcera a farmi male, ciò che più mi faceva soffrire erano undici anni di duro lavoro finiti in un fallimento in tribunale. Undici anni della mia vita dedicati, con la mia famiglia, alla creazione di un’impresa edile e commerciale. Io ero amministratrice della società e, come gli altri, non avevo risparmiato dedizione ed impegno: trenta giorni di ferie in undici anni per poi dover chiudere nel peggiore dei modi.

Frase dal Gosho - 15 gennaio 2013

"Oggi ci sono persone che credono nel Sutra del Loto; la fede di alcuni e` come il fuoco, quella di altri e` come l'acqua. Quando i primi ascoltano l'insegnamento, ardono di passione come il fuoco, ma, con il passare del tempo, tendono ad abbandonare la fede. Avere fede come l'acqua significa credere sempre, senza mai retrocedere."
Dal Gosho n. 113 "I due tipi di fede" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 798)

Il Sutra del Loto #110

Immagine
Il grande compito di trasmettere la speranza
Nichiren Daishonin descrive l’Ultimo giorno della Legge dicendo: «Coloro che aderiscono all’Hinayana rifiuta il Mahayana, e coloro che abbracciano gli insegnamenti provvisori attaccano i veri insegnamenti fino a che il paese è infestato dai calunniatori» (Gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 4, pag. 25). Nel descrivere la confusione dell’Hinayana e del Mahayana, degli insegnamenti provvisori e definitivi, le sue parole si adattano perfettamente alla confusione spirituale del nostro tempo. Attaccate a valori fasulli, le persone preferiscono ciò che è vile e misero a ciò che è elevato, ciò che è superficiale a ciò che è profondo. In una società di questo tipo, i membri della SGI hanno perseverato nei loro sforzi per mostrare il modo di vivere corretto a chi ha perso l’orientamento e sbagliato strada. Proprio come indica il sutra dove dice: «Ciascuno di questi bodhisattva guidava un proprio folto seguito» (The Lotus Sutra, pag. 213). Come g…

Frase dal Gosho - 14 gennaio 2013

"Il Sutra di Virtu` Universale, spiegando l'essenza del Sutra del Loto, afferma: "Anche senza estinguere i desideri e le illusioni e senza separarsi dai cinque desideri...". Il Gran Maestro T'ien-t'ai in Grande concentrazione e visione profonda afferma: "I desideri e le illusioni sono illuminazione e nascita e morte sono nirvana". Il Bodhisattva Nagarjuna spiegando nel Trattato sulla grande perfezione della saggezza che il Sutra del Loto supera tutti gli altri insegnamenti della vita del Budda, dice: "[Il Sutra del Loto e`] come un grande medico in grado di trasformare il veleno in medicina". Cio` significa che un medico mediocre cura una malattia con una medicina, un grande medico cura una malattia grave con un potente veleno."
Dal Gosho n. 26 "Il ricevimento di nuovi feudi" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 840)

Frase dal Gosho - 13 gennaio 2013

"Tuttavia, se reciti e credi in Myoho-rengekyo, ma pensi che la Legge sia al di fuori di te, stai abbracciando non la Legge mistica, ma un insegnamento inferiore."
Dal Gosho n. 1 "Il conseguimento della Buddita` in questa esistenza" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 3)

Frase dal Gosho - 12 gennaio 2013

"Nam-myoho-rengekyo e` come il ruggito di un leone. Quale malattia puo` quindi essere un ostacolo? E` scritto che coloro che abbracciano il daimoku del Sutra del Loto saranno protetti dalla Madre dei Fanciulli Demoni e dalle dieci fanciulle demoni. Assaporeranno la felicita` del re di saggezza Ardente di Desideri e godranno della fortuna del re celeste Vaishravana. Ovunque tua figlia possa saltare e giocare, non le accadra` niente di male; potra` andare in giro senza paura come il re leone. La protezione di Kunti e` la piu` profonda tra quelle delle dieci fanciulle demoni. Ma solo la tua fede determinera` tutte queste cose. Una spada sara` inutile nelle mani di qualcuno che non si sforza di lottare. La potente spada del Sutra del Loto deve essere brandita da un coraggioso nella fede. Allora egli sara` forte come un demone armato di una mazza di ferro."
Dal Gosho n. 45 "Risposta a Kyo'o" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 365)

Gongyo e le preghiere silenziose

a cura di Tamiko Kaneda

La prima volta che presi in mano il libretto di Gongyo avevo sette anni. In quel periodo la mia più grande sofferenza era dovuta alla paura che mi incuteva la maestra e mia madre mi disse semplicemente che se volevo risolvere questa sofferenza bastava recitare un po' di Daimoku e la prima parte del libretto di Gongyo prima di andare a scuola. Questa è stata la motivazione per iniziare a praticare e poi ho imparato piano piano anche la seconda parte. Ma arrivato l'ultimo giorno di scuola, anche la mia pratica andava in vacanza per ricominciare a settembre. A dieci anni, durante il primo corso estivo italiano, mi accorsi di sapere a memoria tutto il libretto e, fiera di me, decisi che da quel momento avrei recitato Gongyo senza leggere il libretto. Lo confidai a un'amica di mia madre e lei, nonostante fossi ancora una bambina, con aria seria mi disse: «Non si finisce mai di imparare il libretto di Gongyo!». Le sue parole mi colpirono talmente che tutt…

Frase dal Gosho - 11 gennaio 2013

"Anche se una persona dovesse cadere nell'inferno, poiche' ha ascoltato il Sutra del Loto che conduce alla Buddita`, ha ricevuto il seme e sicuramente diventera` un Budda."
Dal Gosho n. 110 "Come coloro che inizialmente aspirano alla via possono conseguire la Buddita` attraverso il Sutra del Loto" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 748)

Insegnare l’umanità

Immagine
Come insegnante, Makiguchi pensava che il suo compito principale fosse quello di incoraggiare le persone a migliorarsi. A quasi settant'anni dalla sua morte la coerenza e la profonda umanità dei suoi scritti ne fanno una figura da prendere ad esempio.
Giorni fa ho ricevuto una bellissima notizia da Toru Yamaguchi, laureatosi di recente presso l’università Soka. Mi ha scritto che nel corso delle ricerche da lui svolte per scrivere la sua tesi di laurea ha trovato sette articoli inediti del presidente Makiguchi. Si è trattato davvero di una scoperta importante. Ancora una volta l’energia e l’entusiasmo dei giovani si sono rivelati preziosi. Non sono stato il solo a gioire del ritrovamento di questi articoli, il professor Shoji Saito, relatore per la tesi di Yamaguchi e profondo conoscitore dell’opera di Makiguchi, si è molto rallegrato dei risultati conseguiti dallo studente che ha seguito costantemente nel lavoro. Makiguchi è stato un grande uomo: potremmo paragonarlo a un “pozzo” che…

Frase dal Gosho - 10 gennaio 2013

"Nessuno di voi che vi dichiarate miei discepoli deve essere codardo. [...] Forse qualche volta avete cominciato a praticare il Sutra del Loto, ma, quando siete stati perseguitati, siete caduti e avete smesso di vivere secondo il sutra. E` come bollire acqua solo per versarla nell'acqua fredda o come cercare di accendere un fuoco e rinunciare a meta` strada. Ognuno di voi deve esser certo nel profondo del cuore che sacrificare la vita per il Sutra del Loto e` come scambiare sassi con oro o immondizia con riso."
Dal Gosho n. 93 "Le azioni del devoto del Sutra del Loto" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 678)

Assenzio78 ha detto...

Immagine
Ciao a tutti. Mi chiamo Paolo, 33 anni, da Trani. Ho trovato questo blog davvero utile. Mi sto avvicinando al buddhismo Nichiren proprio in questi giorni e i presupposti perchè io continui questo cammino ci sono tutti. Sono stato un cattolico convinto e praticante per quasi tutta la mia vita da adulto, quando mi sono accorto che i sensi di colpa dovuti alle mie incoerenze rispetto all'indottrinamento che io stesso ho alimentato, mi stavano letteralmente logorando dall'interno. Dopo un forte periodo di crisi spirituale ed emotiva che si è inevitabilmente ripercosso su tutte le mie sfere sociali ed affettive, di cui vi risparmio i dettagli di delusione/collera/smarrimento, ho cominciato a ricostruire la mia vita ripartendo da me stesso, un me stesso che definisco "risvegliato". In questo percorso mi sento un pò un clichè, ma senza tirarla troppo per le lunghe, l'incontro con una filosofia che basa la sua essenza sulla ricerca dell'uomo e del "dio" ch…

Frase dal Gosho - 9 gennaio 2013

"In definitiva, tutti i fenomeni, fino all'ultimo granello di polvere, sono contenuti nella nostra vita; le nove montagne e gli otto mari sono racchiusi nel nostro corpo; il sole, la luna e le miriadi di stelle si trovano nella nostra vita. Tuttavia noi siamo come il cieco che non vede le immagini riflesse in uno specchio o come il neonato che non teme l'acqua e il fuoco."
Dal Gosho n. 75 "Gli inviati mongoli" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 561)

Figlia e madre

Immagine
«Ho capito che tutte le volte che ho affrontato e risolto i problemi nel rapporto figlia-madre, ho risolto nel rapporto madre-figli».
Penso che il mio percorso di sofferenza sia iniziato nel momento in cui sono nata. Nacqui talassemica, così fui ricoverata per una trasfusione di sangue. La mia famiglia stava malissimo economicamente, eravamo quattro figli, due maschi e due femmine. Non potendo materialmente sfamarci tutti, i miei genitori scelsero di mettere in due istituti diversi me e mia sorella, tenendo invece con loro i due maschi, perché secondo il tipo di cultura in cui vivevano, i maschi erano più importanti. Così, dall’età di due anni, vissi in orfanotrofio. Mia nonna, durante le feste, mi riportava a casa, ogni volta sentivo la differenza di trattamento rispetto ai miei fratelli maschi, l’unica cosa che ottenevo da parte di mia madre erano ordini di pulire la casa, insulti e, se qualcosa non le andava bene, botte. Lei passava quasi tutto il suo tempo a letto, mentre mio padr…

Frase dal Gosho - 8 gennaio 2013

"I ruscelli si riuniscono per formare il grande mare e i granelli di polvere si accumulano per formare il monte Sumeru. Quando all'inizio io, Nichiren, presi fede nel Sutra del Loto, ero come un'unica goccia d'acqua o un singolo granello di polvere in tutto il Giappone. Ma poi, quando due, tre, dieci, cento, mille, diecimila, un milione di persone reciteranno il Sutra del Loto e lo insegneranno ad altri, formeranno un monte Sumeru di perfetta illuminazione, un grande mare di grande nirvana! Non cercare nessun'altra via per conseguire la Buddita`!"
Dal Gosho n. 66 "La scelta del tempo" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 520)

Il Sutra del Loto #109

Immagine
La pratica dei Bodhisattua della terra nell'era moderna
Il capitolo Emergere dalla terra del Sutra del Loto dice dei Bodhisattva della Terra:« In questo mondo di saha dimorano nello spazio vuoto della parte inferiore» (The Lotus Sutra, pag. 220). Riguardo al termine “parte inferiore”, il Daishonin dice: «La parte inferiore rappresenta il principio di verità» (Gosho Zenshu, pag.751). Essi sono bodhisattva del “mondo di verità”, venuti coraggiosamente fra la gente del mondo di saha, quali emanazioni della grande Legge dell’universo, Nam-myoho-renge-kyo. Quindi non restano mai senza risorse, possono attingere forza vitale e saggezza illimitata dal mondo della Legge mistica e diffondere questa Legge sopportando grandi persecuzioni nel mondo inquinato dell’Ultimo giorno della Legge. Tutti coloro che propagano il Buddismo in questo mondo corrotto, come ha insegnato il Daishonin, sono senza eccezioni Bodhisattva della Terra. Al giorno d’oggi, i membri della SGI corrispondono perfettament…

Frase dal Gosho - 7 gennaio 2013

"Dovreste sempre conversare insieme per liberarvi dalle sofferenze di nascita e morte e raggiungere la pura terra del Picco dell'Aquila dove potrete annuire l'uno all'altro e parlare con un'unica mente."
Dal Gosho n. 11 "Fiori e frutti" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 808)

Frase dal Gosho - 6 gennaio 2013

"Un fuoco brucia piu` alto quando si aggiungono dei ceppi e un forte vento fa gonfiare il kalakula. Il pino vive diecimila anni, percio` i suoi rami si piegano e si contorcono. Il devoto del Sutra del Loto e` come il fuoco e il kalakula, mentre le sue persecuzioni sono come i ceppi e il vento. Il devoto del Sutra del Loto e` il Tathagata la cui durata della vita e` incommensurabile; non c'e` da stupirsi che la sua pratica sia ostacolata, proprio come i rami del pino sono piegati o spezzati. D'ora in avanti, ricorda sempre le parole: "Questo sutra e` difficile da sostenere"."
Dal Gosho n. 36 "La difficolta` di mantenere la fede" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 417)

Frase dal Gosho - 5 gennaio 2013

"Il Sutra del Loto e` il bastone che sostiene tutti i Budda delle tre esistenze quando decidono di aspirare all'illuminazione. Dovresti tuttavia affidarti a Nichiren e farne il tuo bastone e il tuo pilastro. Se usiamo un bastone non cadremo lungo gli scoscesi sentieri di montagna o sulle strade accidentate e se ci prendono per mano non inciamperemo. Nam-myoho-renge-kyo sara` il tuo bastone nella montagna della morte."
Dal Gosho n. 50 "Le spade del bene e del male" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 400)

Il Daimoku: quanto, come, perché

«Non c'è felicità più grande per gli esseri umani che recitare Nam-myoho-renge-kyo. Il sutra afferma: "Le persone lì (nella mia terra) sono felici e a loro agio". Felici e a loro agio sta a indicare la gioia che deriva dalla Legge» (SND, 4, 157). Con queste parole inizia il Gosho Felicità in questo mondo, e non sono pochi coloro che ne hanno tratto un grande incoraggiamento nei momenti difficili. Come i semi del grano sotto la neve, anche il nostro Daimoku a volte sembra non sortire alcun effetto e vediamo soltanto la neve sui campi senza accorgerci che il seme si sta preparando a germogliare: quando sarà il momento giusto, piccole foglioline verdi si affacceranno dal terreno e in estate avremo il nostro raccolto. «Un albero spoglio non è mai veramente spoglio - scrive il Daishonin - perché all'arrivo della primavera si ricopre di gemme. Un campo brullo non è mai veramente tale, infatti con l'arrivo dell'estate tornerà fresco e verde» (SND, 7, 90). È quindi i…

Frase dal Gosho - 4 gennaio 2013

"Quando in passato il bodhisattva Fukyo ("Che Non Disprezza Mai") diffuse la Legge, monaci monache che avevano fama di saggi e che osservavano tutte le duecentocinquanta regole monastiche, si riunirono in una grande assemblea e istigarono astutamente uomini e donne laici a offendere e attaccare il bodhisattva Fukyo. Ma questi non penso` mai di smettere e continuo` a diffondere il Sutra del Loto fin quando raggiunse la Buddita`."
Da "Risposta a Myoho Bikuni" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 1, pag. 65)

Il gusto della vita

Immagine
Io Nichiren, ritengo che i migliori criteri siano la prova teorica e documentaria. E ancora più attendibile è la prova concreta» (La preghiera dei tre preti per la pioggia). Parola di Gosho. Per dirla brevemente, la veridicità della pratica buddista è confermata dalla prova concreta, dal beneficio. Insomma, dalle esperienze personali che ognuno si trova a vivere. Le esperienze - (da martedi 15 gennaio a martedi 5 marzo) sono otto storie di vita vissuta – costituiscono solo un esempio di quante cose si possano cambiare – in meglio – nel corso dell’esistenza dedicata alla Legge mistica e al grande obiettivo di pace nel mondo. Vi si potranno riconoscere tutti i principi, solo apparentemente teorici, che la filosofia buddista ha elaborato per comprendere il grande mistero della vita: trasformare il veleno in medicina, unità di corpo e mente, eternità della vita e sconfitta della paura di morire, alleggerimento della retribuzione karmica, dedicarsi alla propria missione e ottenere benefici…

Frase dal Gosho - 3 gennaio 2013

"Al momento l'intero corpo dell'Onorevole Abutsu e` composto dei cinque elementi di terra, acqua, fuoco, vento e spazio. Questi cinque elementi sono anche i cinque caratteri del daimoku. Percio` Abutsu- bo e` la torre preziosa stessa, e la torre preziosa e` Abutsu-bo stesso. Al di fuori di questa consapevolezza tutto il resto e` inutile. E` la torre preziosa adornata dai sette tipi di gemme: ascoltare l'insegnamento corretto, credere in esso, osservare i precetti, meditare, praticare assiduamente, rinunciare ai propri attaccamenti e riflettere su se stessi. Potresti pensare di aver fatto offerte alla torre preziosa del Tathagata Molti Tesori, ma non e` cosi`. Le hai offerte a te stesso. Tu stesso sei un Tathagata da sempre illuminato e dotato dei tre corpi. Dovresti recitare Nam-myoho-renge-kyo con questa convinzione."
Dal Gosho n. 31 "La torre preziosa" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 264)

Ines ha detto...

Immagine
Ciao a tutti, sono Ines. E' da circa un mese che dentro di me ho deciso di smettere di soffrire e che era arrivato per me il momento di provare un po' di felicità.
Nella mia vita il buddismo si era avvicinato a me tramite duecolleghi in due momenti di sofferenza grandissima per la perdita di due persone a me molto care... ma non ero pronta... ancora...
L'anno 2010 è stato molto pensante per me a causa di mio fratello che per un infarto è entrato in coma, e lo è tuttora, e per la perdita ad agosto di mia mamma... alla fine di giugno ho deciso che era il momento di cambiare qualcosa, ed ecco che si è avvicinato a me di nuovo il buddismo attraverso un caro amico che me ne ha parlato... adesso ero pronta... mi ha spiegato come recitare daimoku e gongyo e la mia "sete" di imparare e di studiare cresce di giorno in giorno... e, finalmente, comincio a sentire un po' di gioia dentro di me...
Ho trovato questo sito e spesso mi collego per leggere e studiare, ho compr…

Frase dal Gosho - 2 gennaio 2013

"Un albero che e` stato trapiantato non crollera`, anche in presenza di forti venti, se vi e` un solido palo che lo sostiene. Ma anche un albero cresciuto nella sua sede naturale puo` crollare se le sue radici sono deboli. Anche una persona debole non cadra` se coloro che la sostengono sono forti, ma una persona di notevole forza, se si trova sola, potrebbe cadere lungo un sentiero accidentato."
Dal Gosho n. 68 "I tre maestri del Tripitaka pregano per la pioggia" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 531)

Frase dal Gosho - 1 gennaio 2013

Gosho di Capodanno
Ho ricevuto un centinaio di mushimochi e una cesta di frutta. Il giorno di Capodanno segna il primo giorno, il primo mese, l'inizio dell'anno e l'inizio della primavera. La persona che celebra questo giorno accrescera` le sue virtu` e sara` amata da tutti, come la luna diventa piena, muovendosi da occidente a oriente e il sole risplende piu` luminoso, avanzando da oriente a occidente. Per prima cosa, alla domanda di dove si trovino esattamente l'inferno e il Budda, un sutra afferma che l'inferno si trova sotto terra e un altro dice che il Budda risiede a occidente. Ma, a un attento esame, risulta che entrambi esistono nel nostro corpo alto cinque piedi; questo dev'essere vero perche' l'inferno e` nel cuore di chi interiormente disprezza suo padre e trascura sua madre. E` come il seme del loto che contiene al tempo stesso il fiore e il frutto. Anche il Budda dimora nei nostri cuori, cosi` come dentro la pietra focaia esiste il fuoco e …