Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2012

Frase dal Gosho - 30 novembre 2012

"Il Budda scrisse che dobbiamo diventare padroni della nostra mente e non lasciare che la mente sia la nostra padrona. E` questo che intendo quando ti spingo a rinunciare persino al tuo corpo e a non risparmiare mai la tua vita per il Sutra del Loto"
Da "Lettera a Gijo-bo" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 5, pag. 4)

L’unione fa la vittoria

Immagine
Sostenersi a vicenda nei momenti più critici, compensare i punti deboli dell’altro. Sono gli ingredienti per una straordinaria realizzazione. Come fu quella delle mogli dei fratelli Ikegami, che risolsero brillantemente una spinosa situazione familiare dopo anni di difficoltà.
articolo tratto dalla rivista Daibyakurenge
Fu intorno al 1256, tre anni dopo la proclamazione di Nam-myoho-renge-kyo, che le mogli di Munenaka e Munenaga Ikegami si convertirono insieme ai rispettivi mariti al Buddismo del Daishonin. Quella degli Ikegami, il cui nome d’origine era Fujiwara, era una famiglia molto potente nel panorama sociale di Kamakura. Entrambi i fratelli, infatti, erano ufficiali dello Shogunato; il maggiore, Munenaka, si occupava della costruzione e manutenzione degli edifici pubblici e il loro padre, Yasumitsu, ricopriva una carica importante sempre all’ interno del governo militare. Il 1275 segnò per i due fratelli l’inizio di un periodo di durissime prove; dopo venti anni di pratica budd…

Frase dal Gosho - 29 novembre 2012

"Recita Nam-myoho-renge-kyo sinceramente ed esorta gli altri a fare la stessa cosa; questo restera` il solo ricordo della tua vita presente in questo mondo umano"
Da "Domande e risposte sulla fede nel Sutra del Loto" (Gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 7, pag. 24)

Albo ha detto...

Immagine
Pratico poco ma ho trovato nel buddismo persone fantastiche e sopratutto grande conforto e tante risposte!!! 
Auguro una splendida giornata a tutti, prima o poi tutto il mondo sarà felice se tutti ci impegniamo a recitare nam myoho renge kyo!!!
Ho trovato questo sito per caso e già è entrato nei miei preferiti GRAZIE!!!

Frase dal Gosho - 28 novembre 2012

"Non cercare mai questo Gohonzon al di fuori di te. Il Gohonzon esiste solo nella carne di noi persone comuni che abbracciamo il Sutra del Loto e recitiamo Nammyoho- renge-kyo"
Dal Gosho n. 101 "Il reale aspetto del Gohonzon" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 738)

La famiglia che ho scelto

Immagine
«Mio padre sentiva tutto il peso del suo senso di colpa e del mio giudizio. E ciò che mi aiutò a superare quei primi momenti fu pensare che io nella sua condizione avrei voluto che mi fosse data un’altra possibilità».
Avevo ventiquattro anni quando, dieci anni fa, sono andata per la prima volta a una riunione di discussione. Ero con mia mamma e mia sorella. Tutte e tre eravamo molto scosse dall’improvvisa morte della nonna. Quando ho iniziato a praticare il Buddismo mi sembrava che nella mia vita non ci fossero particolari problemi: ero convinta di vivere in una famiglia tutto sommato felice. Mia madre lavorava tanto e si lamentava spesso della stanchezza e mio padre, pur lavorando, conduceva una vita abbastanza disordinata e tutte le sere era fuori casa. Mi ero fatta un’idea di mio padre come di un uomo libero, che faceva tutto quello che voleva senza render conto a nessuno, senza considerare che per noi era difficile ricucire i vuoti dati dalla sua assenza e dalla mancanza di soldi.…

Frase dal Gosho - 27 novembre 2012

"Solo guardando nel limpido specchio del Sutra del Loto e nel Maka Shikan di T'ien-t'ai, possiamo vedere i nostri dieci mondi, i cento mondi e mille fattori, le tremila condizioni"
Da "Nel Vero oggetto di culto" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 1, pag. 217)

Il Sutra del Loto #103

Immagine
I dieci fattori esistono anche nel paese
La vera entità dei dieci fattori esiste nel paese e nella società, come nella nostra vita quotidiana. Per esempio, il paese e la società possiedono i fattori della causa interna e dell’effetto latente, nonché del potere, e il “destino”, la “buona fortuna” o cose simili di un paese o di una società si manifestano nel loro aspetto. Nichiren Daishonin scrive: «Il Buddismo è come il corpo e la società come l’ombra. Quando il corpo si piega, si piega anche l’ombra» (Gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 5, pag. 70). Essi sono un’ unità inseparabile. Se la piega presa dall’uno per distorsioni filosofiche o religiose non viene raddrizzata, qualsiasi tentativo di raddrizzare l’altra è destinato a fallire. Attraverso il dialogo, noi stiamo contribuendo a che il “corpo” della società si raddrizzi, creando così la causa interna per la pace e la prosperità. Quest’anno cade il cinquantesimo anniversario della fine della seconda guerra mondiale, che sprofo…

Frase dal Gosho - 26 novembre 2012

"Verra` il tempo in cui tutte le persone, comprese quelle di Studio, Illuminazione parziale e Bodhisattva, si incammineranno sul sentiero della Buddita` e solo la Legge mistica fiorira` in tutto il paese. In quell'epoca, poiche' tutte le persone reciteranno Nam-myoho-renge-kyo, il vento non spezzera` i rami o le fronde, ne' la pioggia cadra` cosi' forte da rompere una zolla. Il mondo diverra` come era ai tempi di Fu Hsi e Shen Nung nell'antica Cina. I disastri si allontaneranno dal Paese e la gente sara` libera dalla sfortuna. Le persone impareranno anche l'arte di vivere esistenze lunghe e realizzate. Verra` il tempo in cui sara` rivelata la verita` che per la Persona e per la Legge non c'e` vecchiaia ne' morte. Non ci puo` essere il minimo dubbio sulla solenne promessa del sutra di una vita pacifica in questo mondo."
Da "La pratica dell'insegnamento del Budda" (gli scritti di Nichiren Daisohin, vol. 4, pag. 12)

Frase dal Gosho - 25 novembre 2012

"Non trascorrete questa vita invano o avrete dei rimpianti per i prossimi diecimila anni"

Da "Il problema da meditare giorno e notte" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 6, pag. 96)

Frase dal Gosho - 24 novembre 2012

"Immaginiamo di conficcare un ago nella terra con la punta rivolta in alto e di lanciare un minuscolo seme di senape dal palazzo del grande re Brahma che si trova nel cielo: e` piu` facile che il seme di senape si infilzi sulla punta dell'ago che incontrare il daimoku del Sutra del Loto. O ancora, supponiamo di piantare verticalmente un ago sulla cima del monte Sumeru e poi, stando sulla cima del monte Sumeru di un altro mondo in un giorno di forte vento, lanciare un filo che vada a infilarsi nella cruna dell'ago. E` piu` semplice infilare un ago in questo modo che incontrare il daimoku del Sutra del Loto. Percio`, quando recitiamo il daimoku di questo sutra, dovremmo essere consapevoli che e` una gioia piu` grande che per un uomo cieco dalla nascita acquistare la vista e vedere per la prima volta suo padre e sua madre, e una cosa ancor piu` rara che per un uomo catturato da un potente nemico venire rilasciato e potersi riunire alla moglie e i figli"
Dal Gosho n. 14 …

Frase dal Gosho - 23 novembre 2012

"[...] il loto e` l'unica in cui il fiore e il frutto compaiono simultaneamente. I benefici di tutti gli altri sutra sono incerti perche' insegnano che prima bisogna creare buone cause e solo dopo, in un tempo successivo, si puo` diventare un Budda. Invece, per quanto riguarda il Sutra del Loto, se lo si prende in mano, la mano diventa subito Budda, se lo si recita con la bocca, quella bocca stessa e` il Budda. E` come la luna che, sorgendo da dietro le montagne orientali, immediatamente si riflette sull'acqua o come il suono e l'eco che si producono contemporaneamente. Per questa ragione il sutra dice: <>. Queste parole significano che se cento o mille persone abbracciano questo sutra, tutte e cento o tutte e mille, nessuna esclusa, diventeranno Budda."
Dal Gosho n. 162 "Wu-lung e I-lung" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 974)

È un buon momento per cambiare

Immagine
Nel Gosho Le persecuzioni che colpiscono il Budda il Daishonin scrive: «Ci sono quattro tipi di punizione: generale e individuale, visibile e invisibile» (Gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 4, pag. 187). Il termine “punizione”, di primo acchito può far pensare a qualcuno, o qualche entità, il cui compito sia appunto quello di giudicare e punire i comuni mortali per le loro cattive azioni. Questa visione, dovuta probabilmente a un retaggio della tradizione giudaico-cristiana in cui affonda le radici la cultura occidentale, niente ha a che vedere con la tradizione e la dottrina del Buddismo che – se anche utilizza figure mitologiche quali per esempio Dosho e Domyo per spiegare alcuni concetti – in realtà fa risalire qualsiasi avvenimento alla Legge di causa ed effetto, o Myoho-renge-kyo. Ogni pensiero, parola o azione compiuta da un essere umano possiede una valenza nei confronti della Legge, in valore assoluto e in segno, per dirla con i matematici. È intuitivo che calunniare dire…

Frase dal Gosho - 22 novembre 2012

"Il Trattato sugli stadi della pratica dello Yoga del Bodhisattva Maitreya e il Trattato sulla grande perfezione della saggezza del Bodhisattva Nagarjuna affermano che, se la malattia di una persona e` causata dal karma immutabile, anche un'eccellente medicina si trasforma in veleno, ma se si crede nel Sutra del Loto anche il veleno si trasforma in medicina."
Dal Gosho n. 128 "Il generale Tigre di Pietra" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 845)

Grace ha detto...

Immagine
Grazie ad internet non ho smesso di recitare, e sono diventata piu costante, anche se mi piacerebbe avere qualcuno dalle mie parti per poter recitare insieme. Salerno dista circa 100km da me, ma almeno una volta a settimana mi sforzo di non mancare alle riunioni. :-)
Grazie Graziella/Grace

Frase dal Gosho - 21 novembre 2012

"Cio` che chiamiamo fede non e` niente di straordinario. Aver fede significa riporre fiducia nel Sutra del Loto, in Shakyamuni e Molti Tesori, nei Budda e bodhisattva delle dieci direzioni, negli de`i celesti e nelle divinita` benevolenti, e recitare Nam-myoho-renge-kyo, cosi` come una donna ama il marito, come un uomo da` la vita per sua moglie, come i genitori rifiutano di abbandonare i figli o un figlio rifiuta di lasciare la madre."
Dal Gosho n. 147 "Il significato della fede" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 920)

La guerra di Piero

Immagine
"Quando stavo peggio riaffioravano i dubbi di non riuscire a guarire, ma dovevo vincere a tutti i costi, perché le gambe mi occorrevano per andare a incoraggiare i miei compagni nella fede."
Ero una persona molto insicura, non riuscivo mai a prendere una decisione, erano sempre gli altri a farlo per me. Questa profonda insicurezza ovviamente mi portava grossi problemi di relazione, specialmente con l’altro sesso. Mi sentivo sempre e comunque inferiore agli altri. La situazione si aggravò quando all’età di trent’anni fui colpito dall’epilessia che si manifestò con vertigini, convulsioni e stato confusionale. Avevo crisi improvvise, una o due volte al mese, tanto che mi fu anche sospesa la patente di guida. Così precipitai nella depressione più totale. Un giorno, uno dei tanti in cui stavo malissimo, sentii il desiderio di telefonare a un vecchio amico, Danilo, per fargli gli auguri di compleanno, anche se erano secoli che non ci sentivamo. Era un giovedì e Danilo mi convinse …

Frase dal Gosho - 20 novembre 2012

"Sappiate che nella nostra vita e nel suo ambiente in un singolo istante vi sono tremila regni. Percio`, quando si raggiunge la via del Budda, ci si mette in armonia con questo principio fondamentale, e la nostra vita, corpo e mente, in un singolo istante pervade l'intero regno dei fenomeni."
Dal Gosho n. 39 "L'oggetto di culto per l'osservazione della mente istituito nel quinto periodo di cinquecento anni dopo la morte del Tathagata" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 326)

Il Sutra del Loto #102

Immagine
La fede si manifesta nella vita di tutti i giorni
Il Buddismo si manifesta nella società, quasi che l’uno fosse la “vera entità” e l’altra (le cose del mondo) “tutti i fenomeni”. Analogamente, la fede è la “vera entità” e la vita quotidiana “tutti i fenomeni”. Il principio per cui la fede si manifesta nella vita quotidiana è quindi il principio della vera entità di tutti i fenomeni. Non può esistere un Buddismo separato dal mondo reale. Nichiren Daishonin, citando le parole di T’ien-t’ai «Nessun affare mondano è in alcun modo diverso dalla realtà fondamentale», afferma: «Un saggio non è colui che pratica il Buddismo separandolo dagli affari secolari ma, anzi, è colui che comprende a fondo i principi che regolano il mondo» (Major Writings, vol. 6, pag. 142); e «Le cose del mon- do essenzialmente sono il Buddismo» (Gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 4, pag. 287). “Essenzialmente” qui significa “così come sono”. Vale a dire che le questioni secolari sono di per sé Buddismo e la vali…

Frase dal Gosho - 19 novembre 2012

"Le parole scritte del Sutra del Loto esprimono in forma visibile e non coestensiva la pura e risonante voce del Budda, che di per se' e` invisibile e coestensiva, e quindi posseggono i due aspetti fisici di forma e colore. La voce pura e risonante del Budda, che era svanita, riappare nella forma visibile dei caratteri scritti per portare beneficio agli esseri umani. [...] Ascoltando la voce si puo` conoscere la mente di una persona perche' l'aspetto fisico rivela quello spirituale. Spirito e materia sono in essenza una cosa sola, ma si manifestano in due fenomeni distinti. Cosi` la mente del Budda trova espressione nelle parole scritte del Sutra del Loto. Queste parole scritte sono la mente del Budda in forma differente. Percio`, chi legge il Sutra del Loto non deve ritenere che sia fatto di mere parole scritte, perche' quelle parole sono la mente del Budda."
Dal Gosho n. 11 "L'apertura degli occhi di immagini dipinte o in legno" (Raccolta degl…

Frase dal Gosho - 18 novembre 2012

"[...] i venti della fama e del profitto soffiano violenti e la lampada della pratica buddista si spegne facilmente"
Dal Gosho n. 145 "Lettera a Niiike" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 911)

Frase dal Gosho - 17 novembre 2012

"[C'era tanto odio e gelosia verso il Sutra del Loto] anche durante la vita del Budda. Quanto piu` severa sara` l'opposizione dopo la sua scomparsa, specialmente nel Medio e Ultimo giorno della Legge e in un paese tanto lontano come il Giappone? Come le montagne si sovrappongono alle montagne e le onde seguono le onde, cosi` le persecuzioni si aggiungono alle persecuzioni e le critiche si aggiungono alle critiche"
Da "L'apertura degli occhi" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 1, pag. 113)

Frase dal Gosho - 16 novembre 2012

"Nessuna esistenza potrebbe essere piu` fortunata di questa, per quanto numerosi possano essere i cicli di nascita e morte. Sarei potuto rimanere nei tre o quattro sentieri malvagi, ma adesso, con mia grande gioia, posso spezzare il ciclo delle sofferenze e ottenere la Buddita`"
Da "I desideri terreni sono illuminazione" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 4, pag. 143)

L’importanza di dire grazie

Immagine
A una riunione di responsabili della prefettura di Okinawa ike.

Tornando da Hong Kong a Okinawa abbiamo volato con la compagnia di bandiera giapponese e come sempre il volo è stato tranquillo e il servizio eccellente. In particolare ho trovato che il pilota, il capitano Shunsuke Matsuo, sia stato davvero impeccabile. Ogni volta che salgo su un aereo penso all’ impegno e alle pesanti responsabilità che gravano sulle spalle del pilota e dell’equipaggio, che hanno in pugno la vita dei passeggeri. Conosco bene e apprezzo molto anche il lavoro del personale di terra che lavora e prega per la sicurezza di ogni volo. Il padre del capitano Matsuo, Shizuma Matsuo (1903-72), fu presidente della Japan Air Lines ed è famoso per aver ottenuto un record di sicurezza nei dieci anni di presidenza (1961-71). A suo tempo scrisse: «Devo essere in pista ogni minuto, ogni secondo. In ogni istante, da qualche parte nel mondo, i nostri aerei sono in volo – forse sull’ Artico, sull’Oceano Indiano o nel cielo…

Frase dal Gosho - 15 novembre 2012

"Domanda: Fra i ventotto capitoli del Sutra del Loto, quale e` il fondamentale? Risposta: Alcuni dicono che tutti i capitoli sono fondamentali per quanto riguarda l'argomento in essi trattato. Alcuni dicono che i due capitoli Hoben e Juryo sono essenziali, alcuni che il piu` importante e` il capitolo Hoben, altri che e` il capitolo Juryo. Secondo alcuni e` essenziale il passo: "Risvegliare in tutti gli esseri la saggezza del Budda, rivelarla, farla conoscere e introdurli in essa", secondo altri essenziale e` la "vera entita`". Domanda: Qual e` la tua opinione al riguardo? Risposta: Credo che le parole "Nam-myoho-renge-kyo" siano il cuore del sutra."
Da "Ripagare i debiti di gratitudine" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 2, pag. 205)

Io ha detto...

Immagine
Ama la vita e la vita ti amerà. Agisci con il cuore e le conseguenze ti regaleranno il battito migliore. Soffri anche quando c'è da soffrire e ne uscirai più forte. NAM MYOHO RENGE KYO.

Frase dal Gosho - 14 novembre 2012

"Puo` accadere che uno miri alla terra e manchi il bersaglio, che qualcuno riesca a legare i cieli, che le maree cessino di fluire e rifluire o che il sole sorga a ovest, ma non accadra` mai che la preghiera di un devoto del Sutra del Loto rimanga senza risposta"
Da "Risposta alla madre del signore di Ueno" (gli scritti di Nichiren Daihonin, vol. 9, pag. 282)

La vera indipendenza

Immagine
"Sentii che “mi meritavo” di guarire perché la mia vita aveva un grande valore in quanto la dedicavo a kosen-rufu; nessun’altra motivazione era stata sufficiente a farmi uscire dal tunnel".
Labirinto. Ecco dove vivevo, dove mi muovevo, dove brancolavo. Un labirinto di angoscia. Fino all’incontro con il Buddismo di Nichiren e l’avvio su una strada maestra, dalla quale, da allora, da quel luminoso giorno, più di vent'anni fa, non ho più deviato. Quando morì mio marito, avevo 40 anni, due bambini piccoli (8 anni e 17 mesi) e un “prima”, con lui, il mio grande amore, bellissimo e felice, mentre mi attendeva un “dopo” di dolore totale. Che rifiutavo di vivere in fondo: tanto che arrivai a creare in me una sorta di dualismo: un totale distacco tra come stavo “dentro” e come apparivo “fuori”. 

Frase dal Gosho - 13 novembre 2012

"Per tutti coloro che credevano nel Sutra del Loto ma non riuscivano a credere del tutto, il quinto volume espone l'essenza dell'intero sutra, la dottrina del raggiungimento della Buddita` nella forma presente. Era come se un oggetto nero fosse diventato bianco, come se la lacca nera fosse diventata simile a neve, come se una cosa sporca fosse diventata pulita e pura o il gioiello che esaudisce i desideri fosse stato gettato nell'acqua torbida. Vi si narra di come Ryunyo [la figlia del re dei Naga], avesse ottenuto la Buddita` nella sua forma presente di serpente. E a quel punto nessuno poteva piu` dubitare che anche per gli uomini fosse possibile ottenere la Buddita`. Cosi` il Sutra del Loto usa l'Illuminazione delle donne come modello [per rivelare che la Buddita` e` accessibile a tutti]"
Da "Il sutra della vera riconoscenza" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 8, pag. 108)

Il Sutra del Loto #101

Immagine
Sia nella sofferenza che nella gioia possiamo trovare significato in ogni cosa.
Yui butsu yo butsu. Nai no kujin. Shoho jisso. Sho-i shoho. Nyo ze so. Nyo ze sho. Nyo ze tai. Nyo ze riki. Nyozesa. Nyozein. Nyozeen. Nyo ze ka. Nyo ze ho. Nyo ze honmak kukyo to.
La vera entità di tutti i fenomeni può essere compresa e condivisa solo fra Budda. Questa realtà consiste di aspetto, natura, entità, potere, influenza, causa interna, relazione, effetto latente, effetto manifesto e la loro coerenza dall’inizio alla fine.
Il contributo della saggezza della vera entità di tutti i fenomeni alla nostra vita è la capacità di utilizzare tutto ciò che ci accade per creare valore. Nel corso della vita incontriamo sofferenze e gioie, venti ora favorevoli ora contrari, che ci permettono di far brillare la vera entità dello stato di Buddità, usando qualunque avvenimento per accrescere la nostra felicità. Il valore non sta solo nella gioia, e il successo non è l’unico risultato auspicabile. La sofferenza è …

Frase dal Gosho - 12 novembre 2012

"La vecchia volpe non dimentica la collinetta in cui e` nata, e la tartaruga bianca ripago` il favore ricevuto da Mao Pao. Persino gli animali conoscono la gratitudine, a maggior ragione dovrebbero conoscerla gli esseri umani. [...] Ma per ripagare questi grandi debiti (chi si dedica al Buddismo) deve assolutamente studiare a fondo la Legge buddista e diventare un saggio"
Da "Ripagare i debiti di gratitudine" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 2, pag. 115)

Frase dal Gosho - 11 novembre 2012

"Come l'acqua di tutti i fiumi diviene salata entrando nell'oceano, cosi` le persone di differenti capacita` per i vari insegnamenti, giungono alla Buddita` entrando nel Sutra del Loto"
Da "Il sapore del sale" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 6, pag. 242)

Frase dal Gosho - 10 novembre 2012

"I cinque caratteri di Myoho-renge-kyo, il cuore dell'insegnamento originale del Sutra del Loto, contengono tutti i benefici accumulati attraverso le innumerevoli pratiche e azioni meritorie di tutti i Budda nelle tre esistenze. Come possono quindi questi cinque caratteri non includere i benefici ottenuti osservando tutti i precetti dei Budda? Una volta abbracciato questo meraviglioso precetto perfettamente dotato, un praticante non puo` infrangerlo, nemmeno se volesse. Percio` e` chiamato il precetto del calice di diamante."
Dal Gosho n. 57 "L'insegnamento, la pratica e la prova" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 428)

Buddismo e Decrescita

“Ora, è lo stesso pianeta ad indicarci che la prossima vera crescita dovrà essere interiore, e dunque, dal punto di vista esteriore, grossolano, sarà una decrescita. E la felicità in questo processo, per chi lo vorrà cogliere, consisterà nell’apprezzare sempre di più le ricchezze interiori, che dovranno poi essere espresse nel mondo e nella vita collettiva, in una società più sostenibile e più gusta.” Dott. Stefano Pischiutta
Essendo buddista e “decrescista” nello stesso momento, sempre più mi rendo conto quanto questi due aspetti, che fanno parte oramai della mia vita da qualche anno, siano strettamente connessi tra di loro e di come l’uno richiami inevitabilmente l’altro. Di questo ho cercato di parlare nel mio saggio “Decrescita Felice e Rivoluzione Umana” che ho scritto due anni fa e dal quale è nato questo blog. Di questo ho cercato di parlare nei miei post, nei pochi articoli che sono riuscito a pubblicare su riviste, nei miei interventi, nelle presentazioni, negli incontri.
Da…

Frase dal Gosho - 9 novembre 2012

"Il cuore di tutti gli insegnamenti della vita del Budda e` il Sutra del Loto e il cuore della pratica del Sutra del Loto si trova nel capitolo "Mai Sprezzante". Cosa significa il profondo rispetto del Bodhisattva Mai Sprezzante per la gente? Il vero significato dell'apparizione in questo mondo del Budda Shakyamuni, il signore degli insegnamenti, sta nel suo comportamento da essere umano."
Dal Gosho n. 106 "I tre tipi di tesori" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 756)

Tra-sform-azione #4/4

Immagine
La dialettica della non rassegnazione
“Quali che siano i labirinti attraverso i quali ha errato, quali gli scogli sotto cui si è di volta in volta tormentato il suo fiume, se riesce alla luce, se ne va chiaro, leggero e quasi senza rumore per la sua strada e lascia che il sole giochi fin nel suo profondo”. Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano
Per il Buddismo un nesso indissolubile lega spirito di ricerca e sviluppo interiore, conoscenza e prassi, perché le possibilità di trasformazione appartengono all’umano e non dipendono da una qualche trascendenza. Di fatto cambiare alcuni aspetti di sé o situazioni di ingiustizia e infelicità richiede sforzo, voglia di conoscere di sperimentare, di mettersi in gioco responsabilmente. Ma l’obiettivo può valere la pena, dal momento che si tratta di realizzare condizioni di felicità, per noi e per gli altri, in questo mondo. “Felici e a loro agio” promette Il Sutra del Loto e la strada indicata dal Budda Shakyamuni può veramente essere letta come …

Frase dal Gosho - 8 novembre 2012

"Poiche' il Buddismo e` stato gradualmente sovvertito, anche il mondo secolare e` precipitato nella corruzione e nel caos. Il Buddismo e` come il corpo e la societa` come l'ombra. Quando il corpo si piega, si piega anche l'ombra. Come sono fortunati i miei discepoli che, seguendo la vera intenzione del Budda, entreranno naturalmente nel grande mare della saggezza omnicomprensiva!"
Dal Gosho n. 148 "Confronto fra il Sutra del Loto e gli altri sutra" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 923)

Io ha detto...

Immagine
Felice serata a tutti. Alla domanda: Come va? Rispondo: come la prendiamo. Non importa inciampare,  finchè si ha la forza di rialzarsi non saremo mai sconfitti.

Frase dal Gosho - 7 novembre 2012

"Chi cade al suolo si rialza appoggiandosi a esso e le persone che hanno insultato il Sutra del Loto, benche' cadano sul suolo dei tre cattivi sentieri o dei mondi umano e celeste, possono alla fine conseguire la Buddita` con l'aiuto del Sutra del Loto."
Dal Gosho n. 165 "La conferma del Sutra del Loto" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 983)

I fiori e i frutti

Immagine
«Il potere della pratica buddista si manifestò con una grande energia che sembrava controllare pienamente il timore, pur latente, di poter morire o anche solo fallire nell’attività lavorativa appena iniziata».
Sono italiano e in Italia ho iniziato a praticare il Buddismo, ma vivo in Brasile da anni. Non sono stati motivi gravi o urgenti a determinare il mio trasferimento nel Nuovo mondo; la mia vita in Italia non era stata sempre facile ma sostanzialmente ero contento del mio lavoro di gallerista che mi portava a circondarmi di opere d’arte provenienti da ogni parte del mondo. Certo l’imminente crisi globale già da tempo si rifletteva nel mercato dell’arte ma l’apprezzamento generale per le iniziative della nostra galleria riusciva a offuscare le “fatiche” finanziarie.

Frase dal Gosho - 6 novembre 2012

"Ora pero`, da piu` di duecentoquaranta giorni - dal dodicesimo giorno del quinto mese dello scorso anno al sedicesimo giorno del primo mese di quest'anno - penso di aver praticato il Sutra del Loto ventiquattro ore al giorno. Dico questo perche', essendo stato esiliato a causa del Sutra del Loto, ora lo leggo e lo pratico in continuazione, sia camminando, sia stando fermo, in piedi, seduto o disteso. Quale gioia piu` grande potrebbe esistere per chi e` nato essere umano?"
Dal Gosho n. 6 "I quattro debiti di gratitudine" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 38)

Il Sutra del Loto #100

Immagine
Il beneficio di leggere il brano tre volte
Perchè nella pratica di Gongyo mattina e sera leggiamo tre volte il brano della vera entità dei dieci fattori? Nel Gosho Ichinen sanzen homon (La dottrina di ichinen sanzen) il Daishonin spiega che leggere i dieci fattori tre volte corrisponde a manifestare le tre verità di non sostanzialità, esistenza temporanea e Via di mezzo. Questo significa che la nostra vita manifesta le tre proprietà illuminate della Legge, della saggezza e dell’azione, nonché le tre virtù di proprietà della Legge, della saggezza e dell’emancipazione. Le nostre vite splendono come Budda materializzando l’Illuminazione (proprietà della Legge) dotata di saggezza (proprietà della saggezza) e di compassione (proprietà di azione ed emancipazione). Il Daishonin insegna: «Si ha un beneficio ancora maggiore leggendo [questo brano] tre volte» (Gosho Zenshu, pag. 412). Lo leggiamo tre volte per proclamare che la nostra vita è Budda e ne riceviamo un beneficio sempre più grande. …

Frase dal Gosho - 5 novembre 2012

"Io, Nichiren, ho potuto resistere ad attacchi con bastoni di legno, cocci e sassi, all'umiliazione e alla persecuzione delle autorita`, ma come possono fare lo stesso i credenti laici, che hanno moglie e figli e sono ignoranti di Buddismo? Forse per prima cosa avrebbero fatto meglio a non convertirsi. Se dovessero dimostrarsi incapaci di mantenere la loro fede fino in fondo, e l'abbracciassero solo per un breve periodo, sarebbero derisi dagli altri. Pensando a questo, ho provato pieta` per te."
Dal Gosho n. 99 "Ammonimento contro l'attaccamento al proprio feudo" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 730)

Frase dal Gosho - 4 novembre 2012

"Il Sutra del Loto e` il sole e la luna, e` il fiore di loto. Per questo si intitola Myoho-renge-kyo [Sutra della mistica Legge del fiore di loto]. Anche Nichiren e` come il sole e la luna, come il fiore di loto"
Da "Parto facile di un figlio fortunato" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 6, pag. 97)

Frase dal Gosho - 3 novembre 2012

"Il grande demone assume la forma di un monaco venerabile o prende possesso del padre, della madre o del fratello di una persona per nuocere alla sua prossima vita. Qualunque cosa possano dire e per quanto abilmente cerchino di indurti ad abbandonare il Sutra del Loto, non devi assolutamente acconsentire"
Da "Incoraggiamento a un malato" (gli scritti di Nichiren Daishoni, vol. 8, pag. 228)

Rossana Campo: Felice per quello che sei

Immagine
«Quando mi hanno proposto di scrivere un libro sul Buddismo la prima sensazione è stata una grande gioia. Subito dopo sono arrivati tutti i dubbi. Come potevo io, una narratrice di storie, raccontare un pensiero così vasto e profondo come il Buddismo?»
La parte più intima e autentica di Rossana Campo è racchiusa in una frase che ha il suono di una formula magica e al tempo stesso di una preghiera: Nam-myoho-renge-kyo. Il buddismo di Nichiren Daishonin sembra essere più di una religione, ma una via spirituale, una filosofia di vita, un tentativo di migliorarsi e una ricerca di equilibrio. Tanto che in Italia cresce esponenzialmente ogni anno ed è diventata la quinta religione più praticata del nostro Paese. Rossana Campo racconta con lo stile che le è proprio, diretto, amichevole e asciutto, cosa è e da dove viene il buddismo di Nichiren attraverso racconti personali. Con garbo ed estrema sincerità ci mette a parte di come il buddismo è entrato nella sua vita e come potrebbe entrare i…

Frase dal Gosho - 2 novembre 2012

"Nessuno di voi che vi dichiarate miei discepoli deve essere codardo [...] Forse qualche volta avete cominciato a praticare il Sutra del Loto ma, incontrando qualche ostacolo, avete smesso. Questo atteggiamento e` come bollire acqua solo per versarla nell'acqua fredda o come cercare di accendere un fuoco e rinunciarvi dopo alcuni tentativi. Ognuno di voi deve essere convinto che sacrificare la vita per il Sutra del Loto e` come scambiare sassi con oro o immondizia con riso."
Da "Il comportamento del Budda" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 4, pag. 42)

Tra-sform-azione #3/4

Immagine
Il potere trasformativo dell'azione
“L’illuminazione non è una condizione particolare dello spirito, né uno stato di coscienza trascendente: è un ridestarsi alla vita” Storie Zen
Ma il futuro non viene da solo, bisogna costruirlo concretamente non solo con la meditazione ma anche con azioni mirate, determinate, che nascano da una visione chiara della propria situazione e degli obiettivi da raggiungere. Il Buddismo è uguale alla vita, occorre ricordarlo, e le reali capacità emergono solo intraprendendo lotte vere, avendo a che fare con la realtà, come ha ripetuto spesso Ikeda. «Quello buddista è un insegnamento perfetto ha spiegato Mitsuhiro Kaneda in un recente corso a Trets - perché prende in considerazione la circolarità della vita nel suo incessante conflitto fra oscurità innata e Illuminazione. Come se la nostra vita fosse una spada di ferro da costruire, è necessario ammorbidirla nel fuoco del Daimoku per poi poterla battere con l’azione fino a renderla solida quanto è necess…

Frase dal Gosho - 1 novembre 2012

"In definitiva, tutti i fenomeni, anche l'ultima particella di polvere, sono contenuti nella nostra vita; le nove montagne e gli otto mari sono racchiusi nel nostro corpo; il sole, la luna e le miriadi di stelle sono contenuti nella nostra mente. Tuttavia [i comuni mortali non percepiscono cio`] come il cieco non vede le immagini riflesse in uno specchio o come il neonato non teme l'acqua e il fuoco."
Da "Gli inviati mongoli" (gli scritti di Nichiren Daishoni, vol. 7, pag. 239)