Adottare l’insegnamento corretto per la pace nel paese #3/7

Il Significato di "Adottare l'insegnamento corretto"

«Com’è triste che tutti gli uomini escano dalla porta dell’insegnamento corretto per sprofondare nella prigione di queste dottrine errate! Com’è sciocco che essi cadano uno dopo l’altro nelle spire delle dottrine malvagie e rimangano a lungo impigliati nella rete degli insegnamenti che offendono la Legge! Essi si smarriscono in queste nebbie e precipitano in basso fra le fiamme dell’inferno. Quanto devono affliggersi! Quanto devono soffrire! Perciò affrettatevi a cambiare i princìpi su cui si basa il vostro cuore e ad abbracciare l’unico vero veicolo, la sola buona dottrina [del Sutra del Loto]. Se lo farete, il triplice mondo diverrà la terra del Budda, e come potrà mai declinare una terra del Budda? Tutte le regioni nelle dieci direzioni diventeranno terre preziose, e come potrà mai essere distrutta una terra preziosa? In un paese che non conosce declino, in una terra che non conosce distruzione, il vostro corpo troverà pace e sicurezza e la vostra mente sarà calma e indisturbata. Dovete credere nelle mie parole e rispettarle.»
In questo passo è indicata la chiave per realizzare il principio di “adottare l’insegnamento corretto per la pace nel paese”. Consiste nella riforma delle proprie convinzioni, nel cambiamento del proprio cuore/mente. Non si tratta quindi di adottare un dogma, una verità esterna, ma di trasformare se stessi cambiando di conseguenza anche il proprio comportamento.
«Qui il Daishonin spiega che il principio di “adottare l’insegnamento corretto” riguarda l’interiorità umana. La trasformazione spirituale dell’individuo è una condizione indispensabile per l’adozione dell’insegnamento corretto. Quando vinciamo dentro di noi la tendenza malvagia a offendere la Legge e trasformiamo le nostre credenze, il triplice mondo, che non è altro che quello in cui viviamo, diventa la pura e indistruttibile terra del Budda.»
L’“insegnamento corretto” significa “vero insegnamento” e si riferisce al “bene fondamentale”, cioè alla sacralità della vita che comporta il rispetto per tutte le persone. In altre parole, è l’insegnamento del r ispetto e del riconoscimento incondizionato della sacralità della vita.
Il Sutra del Loto insegna che tutti possono manifestare la Buddità e che è dovere di chi lo abbraccia far sì che anche le altre persone possano conseguire la Buddità. Questa è la saggezza del Budda. Questo è il comportamento del Budda.
L’espressione “bene fondamentale” indica proprio questa maniera di pensare e agire.»
Il cambiamento da attuare allora è quello di credere che tutte le persone sono dotate della Buddità, noi compresi. Tutte le persone sono dotate dei dieci mondi e del loro mutuo possesso, tutti hanno il potenziale per sviluppare la Buddità.
Nello stesso tempo dobbiamo lottare per non farci influenzare dagli insegnamenti errati, cioè dalle idee o dalla mentalità, basate sull’ignoranza, che ci allontanano da questo convincimento.

Commenti

  1. domani, 24 marzo 2012 riceverò il mio primo Gohonzon sono molto emozionata e felice.

    RispondiElimina

Posta un commento