Dedizione al Buddismo #2/4

Di natura introverso e autolesionista, fino a qualche tempo fa per farmi parlare bisognava tirarmi fuori le parole a forza. A scuola studiavo poco, più per obbligo che per passione. Mi bastava mettermi sui libri quel poco che mi consentiva di essere promosso; anche nel Buddismo lo studio era il mio punto debole.
Agli esami universitari, pur avendo studiato molto, ero sempre sfiduciato e, davanti ai professori, riuscivo a dire poco o nulla. Poi, come da routine, ricadevo in un «letargo» lungo mesi di autocritica, riflessioni e interrogativi il cui unico risultato era quello di denigrarmi sempre di più.
L’elenco degli esami che via via rimandavo era sempre più lungo. Negli ultimi mesi, studiando i Gosho e i discorsi del presidente Ikeda mi resi conto che, seppur letti a fatica, trovavo molte risposte a dubbi che da sempre mi attanagliavano.
Leggendo il Gosho Gli otto venti mi colpì la frase «Rimani calmo, non ti far trasportare dai tuoi desideri, dalla preoccupazione per il tuo rango e dal tuo temperamento». L’ansia e la chiusura avevano sempre tagliato le gambe alla fiducia sia nello studio che nella vita: erano state il biglietto da visita per una società alla quale non volevo e non mi sentivo degno di appartenere.
A giugno, al mio ultimo esame, il professore è rimasto sbalordito nel vedermi in grado, come un abile oratore, di passare con calma da un tema all’altro senza indugio e ha notato quella strana luce che avevo negli occhi. Alla fine ho preso trenta e lode.
Sono stato così felice di provare e non di fuggire come sempre, che la mia gioia ha fatto credere a molti, ancora prima dell’esame, che era già andato bene.
La calma e la voglia di fare hanno avuto la meglio, ma soprattutto adesso, ho anche più voglia di parlare con tutti. (T. B.)
stampa la pagina

Commenti

  1. Grazie per aver scritto la tua esperienza. Anch'io
    di natura introversa,fino a qualche tempo fa' per farmi parlare bisognava tirarmi fuori le parole a forza. Ho iniziato a praticare nel 1997, ho interrotto due volte, per cercare altrove le mie verita', ed oggi, più matura( di anni),rincomincio
    da me.

    RispondiElimina

Posta un commento

Il tuo commento è in moderazione.