Il Sutra del Loto #64

Nell'ultimo giorno una fede sincera è il sentiero per l'illuminazione

Shakyamuni, descrivendo le innumerevoli pratiche da lui svolte, non intende invitare i suoi ascoltatori a fare lo stesso. Piuttosto sta dicendo: «Basandovi sulla fiducia in questo Budda, dovreste riversare la vostra fede nell’insegnamento che io, Shakyamuni, sto per esporre».
Shakyamuni è un Budda che nel passato svolse innumerevoli pratiche religiose. I famosi racconti di Sessen Doji2 e del re Shibi3 descrivono le coraggiose e vigorose pratiche che lui svolse nelle sue vite precedenti.
Nell’Ultimo giorno della Legge, non c’è bisogno di svolgere un infinito numero di pratiche religiose. Abbracciando e sostenendo la Legge di Nam-myoho-renge-kyo per noi stessi e per gli altri, la quale contiene “ tutti i benefici accumulati dalle pratiche e azioni meritorie del Budda”, abbiamo gli stessi benefici.
Con questo non possiamo però dire che le pratiche di Shakyamuni abbiano per noi un’ importanza irrilevante. Nel Gosho, Nichiren Daishonin evidenzia lo spirito della pratica di Shakyamuni.
Per esempio, rifacendosi al significato della pratica di Sessen Doji riguardo alle persone dell’Ultimo giorno della Legge, dice: «Anche i comuni mortali, ad ogni modo, possono raggiungere la Buddità se nutrono nel proprio cuore un’ unica cosa: una fede sincera. Più profondamente, una fede sincera è la volontà di comprendere e di vivere lo spirito, non le parole del sutra» (Gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 4, pag. 286).
Nell’Ultimo giorno della Legge, una fede sincera, la volontà di capire e di vivere la Legge, è la causa per l’ Illuminazione.
Il Daishonin loda immensamente coloro che mantengono con coraggio una fede sincera. Per esempio, a Shijo Kingo, che per visitare il Daishonin in esilio all’isola di Sado, intraprese un lungo e difficile viaggio per montagne e fiumi e attraversò un mare insidioso, dice: «Come puoi pensare di essere inferiore a Sessen Doji?» (Major Writings, vol. 6, pag. 308). E a Myoichi-ama, le scrive del suo defunto marito il quale aveva dedicato tutta la vita alla mistica Legge: «Perciò i benefici che riceverà saranno sicuramente grandi quanto i loro» (Gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 4, pag. 209).
Alla luce di tutto ciò, possiamo dire che la fede sincera di ogni persona che basa la sua vita sulla mistica Legge e lotta per kosen-rufu contiene i benefici di tutte le pratiche e azioni meritorie.
stampa la pagina

Commenti