La vita di Nichiren Daishonin #10/10

Morte del Daishonin

Frattanto la salute del Daishonin, messa a dura prova dalle privazioni dell’esilio a Sado, andava peggiorando e il clima rigido e l’alimentazione insufficiente di Minobu non servivano certo a migliorarla.
Nell’estate 1282 accettò il consiglio di recarsi alle terme di Hitachi. Prima di partire redasse l’atto di trasmissione della Legge, noto come Atto di successione di Minobu, con cui nominava Nikko Shonin suo legittimo successore.
Durante il viaggio, sentendo la fine imminente, si fermò nella residenza dei fratelli Ikegami dove diede le ultime disposizioni per assicurare la continuità dei suoi insegnamenti: nominò i “Sei preti anziani”, Nissho, Nichiro, Nikko, Niko, Nitscho e Nichiji. E, il 13 ottobre del 1282, morì all’età di 61 anni.

N.B. Le età sono indicate usando il computo giapponese secondo il quale un bambino appena nato ha un anno (è nel primo anno di vita). Secondo il sistema occidentale il Daishonin ha, per esempio, proclamato Nam-myoho-renge-kyo a 31 anni ed è morto a 60 anni. (fine)
stampa la pagina

Commenti